PREVINDAI PREVIDENZA

Rassegna stampa Pubblicato il 19/05/2017

PREVINDAI: riepilogo regime fiscale fondi pensione

Il CDA Previndai approva il Documento sul regime fiscale dei fondi pensione che recepisce le recenti modifiche normative

PREVINDAI ha comunicato nel proprio sito che nella riunione del 27 aprile 2017   è stato  approvato dal CDA il  Documento sul regime fiscale che recepisce le recenti modifiche intervenute alla normativa  sui contributi alla previdenza integrativa ( legge di stabilità 2017) e che riguardano gli iscritti .

Questo l'indice dei contenuti trattati:

 1 – Regime fiscale dei contributi 

2 – Regime fiscale della fase d’accumulo 

3 – Regime fiscale dei trasferimenti e degli switch 

4 – Regime fiscale delle prestazioni 

4.1 - FISCALITA’ DEI MONTANTI MATURATI DAL 1° GENNAIO 2007

4.1.1 - Prestazioni pensionistiche - sia in forma di rendita, sia di capitale 

4.1.2 - Prestazioni anticipate: riscatti e anticipazioni 

4.2 - FISCALITA’ DEI MONTANTI MATURATI DAL 1° GENNAIO 2001 AL 31

DICEMBRE 2006 

4.2.1 - Prestazioni pensionistiche in forma di rendita 

4.2.2 - Prestazioni pensionistiche in forma di capitale 

4.2.3 - Prestazioni anticipate 

4.3 - FISCALITA’ SUI MONTANTI MATURATI SINO AL 31 DICEMBRE 2000 

4.3.1 - Prestazioni pensionistiche in forma di rendita 

4.3.2 - Prestazioni in unica soluzione (pensionistiche, riscatti e anticipazioni) .

Tra le principali novita il documento sottolinea che :

  • dal 1° gennaio 2017 è stata prevista la detassazione integrale dei rendimenti di investimenti, nel limite del 5% del patrimonio, riguardanti imprese residenti nel territorio italiano o europee con stabile organizzazione nel territorio medesimo, a condizione che tali investimenti siano mantenuti in portafoglio per almeno 5 anni;
  • sono stati emanati nuovi provvedimenti in favore delle popolazioni colpite dagli eventi sismici del centro Italia del 2016 e del 2017: i sostituti d’imposta, indipendentemente dal domicilio fiscale, a richiesta degli interessati residenti nei comuni previsti dalla normativa, non devono operare nel 2017 le ritenute alla fonte.

Come noto, i contributi versati ai fondi pensione, quale Previndai, sono deducibili dal reddito  complessivo dell’iscritto per un importo annuo non superiore a 5.164,57 euro.  Ai fini del computo di tale importo concorrono:

  •  i contributi versati dall’iscritto e dal datore di lavoro, dovuti su base contrattuale
  • ovvero in forma aggiuntiva;
  •  i contributi versati dall’iscritto volontariamente;
  •  le somme versate dall’iscritto a titolo di reintegro di anticipazioni  precedentemente percepite.

Per la parte dell’importo reintegrato eccedente i  5.164,57 euro – e comunque relativa alla posizione maturata dal 2007 – è riconosciuto al contribuente un credito d'imposta nei limiti della ritenuta pagata  al momento della fruizione dell'anticipazione e proporzionale all'importo reintegrato.

Sono esclusi dal computo di tale importo i premi di risultato destinati a previdenza  complementare di cui alla Legge 232/2016, art. 1, comma 160. 

L'abbonamento alla   Circolare Settimanale del lavoro ti dà la garanzia di un approfondimento completo e tempestivo sui temi del lavoro e della previdenza e con la Banca Dati,  ti fornisce i documenti normativi e contrattuali aggiornati. 

Ti puo interessare anche il testo PREVIDENZA 2017 (Gabriele Bonati - Pietro Gremini - Maggioli Editore - 262 pagine-libro cartaceo) 

Fonte: Fisco e Tasse


Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)