lavoratori extraUe documentazione richiesta

Rassegna stampa Pubblicato il 10/01/2017

Jobs act lavoratori autonomi 2017: oggi alla Camera le audizioni

Al via oggi le audizioni alla Camera per il Jobs act lavoratori autonomi contenente tutele specifiche per le partite IVA e smart working

Il cd. Job act per i lavoratori autonomi prevede un insieme di tutele specifiche per le partite Iva e i collaboratori, e disciplina in maniera organica il lavoro agile o smart working, già presente nel nostro sistema ma senza una disciplina comune a tutti.

Il testo del Job Act per i lavoratori autonomi, è ora all’esame della commissione lavoro della camera. Lo scopo delle audizioni è modificare il testo ricevuto dal senato e portarlo in aula i primi giorni di febbraio e avere l'approvazione definitiva del Parlamento prima della fine della legislatura, un anno dopo la presentazione del DDL nel febbraio 2016.Il Disegno di Legge aveva ricevuto il via libera dal Senato a novembre, ma la crisi del governo Renzi aveva stoppato l'iter normativo.

Il Ddl è composto da 22 articoli e contiene norme a tutela dei lavoratori con partita IVA. In generale dovrebbe consentire ai professionisti di

  • dedurre integralmente, entro un tetto annuo massimo le spese per iscrizione a master, corsi di formazione e convegni e le spese per i servizi personalizzati di certificazione delle competenze, orientamento, sostegno all’autoimprenditorialità.
  • dedurre integralmente l'assicurazione contro il mancato pagamento delle prestazioni di lavoro.
  • godere dell'esenzione da irpef per le spese per l’esecuzione di un incarico conferito e sostenute direttamente dal committente
  • usufruire dei congedi parentali fino a 6 mesi (per gli iscritti alla gestione separata Inps) entro i primi tre anni di vita del bambino.

Segui il Dossier dedicato al Job act 2017: tutte le novità per i dipendenti e per gli autonomi

Potrebbe interessarti l'e-book Partite Iva e nuovo regime forfetario che analizza come cambiano le disposizioni dopo la Legge di Stabilità 2017 ,per valutare la convenienza del nuovo regime forfetario.

Fonte: Il Sole 24 Ore


Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)