Rassegna stampa Pubblicato il 11/10/2016

Sono indeducibili i costi degli amministratori di comodo

doppia contribuzione socio amministratore

I compensi erogati agli amministratori di comodo della società anche se effettivamente sostenuti, sono indeducibili dal reddito imponibile per mancanza dei requisiti dell’inerenza e della coerenza

La Corte di Cassazione con Sentenza del 21 settembre 2016, n. 18448, ha confermato il principio secondo il quale i compensi erogati agli amministratori di comodo della società, anche se effettivamente sostenuti, sono indeducibili dal reddito imponibile per mancanza dei requisiti dell'inerenza e della coerenza economica.
In particolare, la Corte suprema ha ritenuto che ai fini della deducibilità dei costi è necessaria:

  • sia la prova dell'effettivo sostenimento della spesa
  • sia la dimostrazione dell'inerenza del bene o servizio acquistato all’attività imprenditoriale, intesa come strumentalità del bene o servizio stesso, oltre che la coerenza economica dei costi sostenuti nell’attività d’impresa.

Per approfondire abbiamo pubblicato il Commento completo con il testo integrale della sentenza: Inerenza compensi amministratore  (PDF 8 pagine)

Ti potrebbe interessare  anche l'abbonamento ai COMMENTI ALLA GIURISPRUDENZA FISCALE E DEL LAVORO: I nostri esperti legali commentano settimanalmente le pronunce piu interessanti con analisi normative , orientamenti giurisprudenziali e  testo integrale delle sentenze. Guarda qui l'indice delle ultime uscite!

Fonte: Fisco e Tasse





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)