Rassegna stampa Pubblicato il 12/03/2015

Catasto:invarianza del carico fiscale a livello locale

Mentre nasce il nuovo SIT: sistema integrato del territorio, per scongiurare aumenti del carico fiscale legati alla riforma del Catasto prevale l'ipotesi di invarianza a livello locale.

Ad un convegno sul nuovo Catasto Digitale a Roma, il 10 marzo 2015 ,  è stato presentato il nuovo SIT sistema integrato del territorio che gestirà tutte le informazioni immobiliari sul web unificando una serie di archivi sia catastali che stradali che fotografici . Nella stessa sede il direttore dell'Agenzia Rossella Orlandi ha anticipato che per il decreto legislativo in preparazione si sta cercando una soluzione per mantenere l'invarianza di gettito fiscale complessiva, pur con gli aumenti delle basi imponibili dei valori catastali. Probabilmente la scelta sarà quella di un confronto perequativo a livello locale e non nazionale , visto che alcuni tributi sono appunto locali. Orlandi ha anche annunciato che dal 1 giugno 2015 i professionisti abilitati dovranno inviare i moduli DOCFA e Pregeo di aggiornamento catastale esclusivamente per via telematica .

Fonte: Il Sole 24 Ore





Commenti

Agli albori delle tasse sugli immobili funzionava così:

Ogni contribuente aggiungeva al suo reddito la rendita catastale degli immobili posseduti

Faceva la somma e calcolava l'imposta dovuta.

In questo modo ognuno pagava a seconda del suo reddito (la rendita di uno stesso immobile veniva tassata ad una aliquota maggiore o inferiore a seconda del reddito di chi lo possedeva).

Un po più giusto e costituzionale del sistema attuale, dove, per quello stesso immobile, un pensionato si deve togliere il pane di bocca per pagare l'IMU, che invece rappresenta una cifra irrisoria per chi ha redditi più consistenti.

Questi pensano all'invarianza del gettito, cioè a quanto devono/possono incassare, mai che pensino a quanto sono giuste o costituzionali le varie tasse che ci impongono.

Mai che pensino a quei cittadini che, dopo una vita di sacrifici hanno acquistato una casa che poi, da pensionati, saranno costretti a rivendere per impossibilità a pagare le tasse che lor signori impongono.

Commento di Miky (15:33 del 12/03/2015)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)