Rassegna stampa Pubblicato il 19/02/2015

Catasto: primi chiarimenti operativi sulle nuove commissioni censuarie

L'Agenzia delle Entrate ha fornito, in una circolare, il primo identikit operativo delle nuove commissioni censuarie per la Riforma del Catasto

Con la Circolare n. 3/E pubblicata ieri 18 febbraio, l'Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti sulle novità introdotte dal Dlgs n. 198/2014 (pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 9 del 13 gennaio 2015 ed entrato in vigore il 28 gennaio scorso), primo decreto attuativo della riforma del Catasto, che ha riscritto funzioni e attribuzioni delle commissioni, incluse le modalità per la designazione dei componenti. Le nuove commissioni censuarie sono articolate in 106 commissioni locali ed una commissione centrale, con sede a Roma. Ogni commissione sarà suddivisa in sezioni ad hoc, competenti, rispettivamente, in materia di Catasto terreni, di Catasto edilizio urbano e di riforma del sistema estimativo del Catasto dei fabbricati. Le nuove commissioni censuarie - locali e centrale - sono insediate con provvedimento del Direttore dell’Agenzia in una data unica a livello nazionale, entro il 28 gennaio 2016, anche in assenza di designazione di uno o più dei componenti supplenti. Fino alla data di insediamento, individuata dallo stesso provvedimento, continuano ad operare le commissioni previste dal Titolo III del decreto del Presidente della Repubblica n. 650/1972.

Fonte: Agenzia delle Entrate





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)