Rassegna stampa Pubblicato il 15/12/2008

No agli amministratori con stipendi “fai-da-te”

Serve una delibera ad hoc

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno precisato, nella sentenza n. 21933/08, che i compensi degli amministratori delle società di capitali devono essere stabiliti con una specifica delibera societaria, non essendo sufficiente quella di semplice approvazione del bilancio di esercizio nel quale gli stessi sono iscritti. E’ da ritenere nulla l’attribuzione dei compensi operata in assenza di delibera ad hoc, con esame ed approvazione nel merito della proposta di fissazione del compenso da parte dell’Assemblea.

Fonte: Il Sole 24 Ore





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)