Rassegna stampa Pubblicato il 19/11/2007

Bancarotta a maglie larghe

Precisazione importante della Cassazione

La Cassazione, con la sentenza n. 39043 della Quinta sezione penale, depositata il 23 Ottobre, ha chiarito che la bancarotta per distrazione (il dirottamento di attività e beni dalla loro naturale funzione di garanzia nei confronti dei creditori della società in crisi conclamata) va valutata al momento della dichiarazione di fallimento e non nel momento in cui è stato commesso l’atto per ipotesi illegittimo; quella documentale va valutata con riferimento soprattutto ai libri obbligatori previsti dall’art. 2214 e 2421 Codice Civile.

Sulla crisi d'impresa altri utenti hanno trovato utile:

Fonte: Il Sole 24 Ore





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)