Normativa del 01/10/2019

Nadef 2019: ecco il testo

presidente Conte

Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza: il testo che sarà la base per la manovra di bilancio 2020: stop all'IVA deficit al 2,2%, taglio al cuneo fiscale

Forma Giuridica: Varie
del 30/09/2019
Fonte: Governo Italiano

Il Governo ha varato ieri la Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza 2019 .Si tratta del quadro finanziario di insieme  nel quale saranno iscritti i provvedimenti che formeranno la manovra di bilancio 2020.  Le notizie principali  dal punto di vista della spesa sono:

  • la garanzia della sterilizzazione delle clausole IVA (che da sole richiedono 23 miliardi di euro) e
  • l'inizio della riduzione del cuneo fiscale 
  • una lotta all'evasione fiscale con obiettivo di  recuperare 7  miliardi , anche attraverso incentivi all'uso della moneta elettronica.
  • Il deficit viene fissato al 2,2% , garantendo cosi circa 16 miliardi di flessibilità.
  • L'obiettivo di crescita economica previsto è solo pari allo 0,6% e la  discesa del debito passa dal  135,7% al 135,2%.  

Nella conferenza stampa di ieri sera il Presidente e il ministro dell'economia Gualtieri  non hanno dato altre cifre o altri dettagli  sui provvedimenti specifici. 

Nel documento NADEF sono elencati   23  Disegni di legge che   iniziano a realizzare  29 punti  del programma di Governo illustrato dal presidente del Consiglio  alle Camere, che si svilupperà in un arco triennale.Troviamo ad esempio:

  • il green new deal,
  • la revisione del superticket  per le prestazioni sanitarie
  • una revisione della legge  sull'Autonomia differenziata
  • la riforma del Catasto immobiliare
  • la riduzione del cuneo fiscale
  • il "Family act ": riordino delle misure di sostegno alla genitorialità e alle famiglie

Riportiamo alcuni punti rilevanti del testo della Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza 2019: 

Si intende perseguire una politica di rilancio dell’economia senza compromettere gli equilibri di finanza pubblica e, allo stesso tempo, si attuerà una spending review, riducendo la spesa corrente e migliorando l’efficienza di tutta la spesa primaria. Lo sforzo  coinvolgerà le amministrazioni pubbliche a tutti i livelli.

 L’azione di contrasto all’evasione fiscale è un obiettivo prioritario del  Governo e sarà affrontato attraverso un piano organico e un’ampia riforma fiscale basata sulla
semplificazione delle regole e degli adempimenti nonché su una più efficace alleanza tra contribuenti e Amministrazione finanziaria. La lotta all’evasione fiscale sarà perseguita anche agevolando, estendendo e potenziando i pagamenti elettronici e riducendo drasticamente i costi  di transazione.

Il triplice ambizioso obiettivo del Governo è innanzitutto il disinnesco  delle clausole di salvaguardia previste a legislazione vigente in parallelo all’alleggerimento della  pressione fiscale, che grava maggiormente sui redditi medio bassi, e alla riduzione del cuneo  fiscale sul lavoro.

Nell’ambito di un ampio processo di riforma dell’imposizione sugli utili d’impresa  concordato a livello internazionale, si attuerà la web tax per le multinazionali del settore che  spostano i profitti verso giurisdizioni più favorevoli.

La revisione delle agevolazioni fiscali punterà a una razionalizzazione della miriade di agevolazioni attualmente esistenti rendendo il sistema più  coerente con l’approccio d’insieme e sostenga il gettito fiscale.

Per il Mercato del lavoro e politiche sociali : Il Governo intende potenziare le politiche attive del lavoro e di  prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali e incentivare la parità di genere nelle  retribuzioni. La disciplina del salario minimo aumenterà le tutele per i lavoratori, anche attraverso
il meccanismo dell'efficacia erga omnes dei contratti collettivi sottoscritti dalle organizzazioni  sindacali maggiormente rappresentative. Si sosterrà lo sforzo per una regolamentazione più  efficace della rappresentanza sindacale e datoriale. Si amplierà il sostegno a famiglie, disabili e ai  ‘lavoratori tramite piattaforma digitale’.

Per superare il divario  economico e sociale esistente tra Nord e Sud, occorre prevedere un piano  straordinario di investimenti per il Mezzogiorno, unitamente alla promozione del  coordinamento di tutti gli strumenti normativi esistenti.

Infine sull ' istruzione e competenze :   Le dotazioni a favore della scuola pubblica verranno migliorate, anche da un punto di vista infrastrutturale. L’università e la ricerca verranno potenziate e il sistema di reclutamento verrà  allineato ai migliori standard internazionali."

Tutte le novità del Decreto Crescita nel pacchetto Decreto Crescita 2019: eBook + Circolare per i clienti





Prodotti per Legge di bilancio 2020, Riforme Governo Conte

 
50,00 € + IVA
 
18,90 € + IVA

Commenti

Una presa per i fondelli ed un'ipocrita elemosina di € 500 ai dipendenti, magari da restituire se superano di €100 i 26.000 di reddito. e poi come si permettono questi abusivi di obbligare la gente ad usare le carte di credito? psicopolizia in atto !

Commento di gigia (14:35 del 04/10/2019)

Già, come con il bonus Renzi...io con 2 figli di cui uno a carico, niente soldi perché superavo di 2 lire la soglia; mio fratello single x 2 lire in meno dal confine di biforcazione, ha ottenuto il bonus..io sarò papa quando ci saranno supporti anche x il "ceto medio" che x 2 lire sopra soglia è considerato ricco sfondato. Peraltro chi ne ha tanti non paga le tasse e non va in galera, chi ne ha troppo pochi non può comprensibilmente pagarle...provate a indovinare chi rimane a pagare come è sempre accaduto e come sempre sarà?Ah, se indovinate, non si vince niente!!!!

Risposta di Mauro (16:50 del 08/10/2019) al commento di gigia

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)