Normativa del 16/03/2015

Definizione di pertinenza dell'abitazione principale

Ai sensi dell'art. 817 del c.c. sono pertinenze le cose destinate in modo durevole a servizio o ad ornamento di un'altra cosa, pertanto la simulazione di un vincolo di pertinenza al fine di ottenere un risparmio fiscale va inquadrato come abuso di diritto; Cassazione del 30.11.2009 n. 25127

Forma Giuridica: Giurisprudenza - Corte di Cassazione
Numero 25127 del 30/11/2009
Fonte: Corte di Cassazione
Con Sentenza del 30 novembre 2009 n. 25127, la Sezione Tributaria della Corte di Cassazione ha affermato che “la simulazione di un vincolo di pertinenza, ai sensi dell’art. 817 c.c., al fine di ottenere un risparmio fiscale va inquadrato nella più ampia categoria dell’abuso del diritto”.
Ai sensi dell’articolo 817 del codice civile, sono pertinenze le cose destinate in modo durevole a servizio o ad ornamento di un’altra cosa», basandosi «sul criterio fattuale e cioè sulla destinazione effettiva e concreta della cosa al servizio od ornamento di un’altra». La prova dell’asservimento pertinenziale «che grava sul contribuente (quando, come nella specie, ne derivi una tassazione attenuata) deve essere valutata con maggior rigore rispetto alla prova richiesta nei rapporti di tipo privatistico. Se la scelta pertinenziale non è giustificata da reali esigenze (economiche, estetiche, o di altro tipo), non può avere valenza tributaria, perché avrebbe l’unica funzione di attenuare il prelievo fiscale, eludendo il precetto che impone la tassazione in ragione della reale natura del cespite.




Prodotti per Giurisprudenza, Agevolazioni prima casa 2019, I.C.I.

48,00 € + IVA
40,80 € + IVA
34,00 € + IVA
28,90 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)