Normativa del 30/06/2010

Risparmio energetico e ristrutturazioni edilizie: Scatta la ritenuta del 10% sui pagamenti

edil1

Dal 1° Luglio viene operata la ritenuta del 10%, da parte di Banche e Poste, sui pagamenti relativi ai bonifici disposti dai contribuenti per gli interventi di ristrutturazione edilizia (detrazione 36%) e riqualificazione energetica (detrazione 55%).

Forma Giuridica: Normativa - Provvedimento
del 30/06/2010
Fonte: Agenzia delle Entrate
Con Provvedimento dell'Agenzia del 30/06/2010, vengono individuate le spese “agevolate” (fonte di oneri deducibili o detraibili) per le quali al momento del pagamento scatta la ritenuta del 10 per cento a titolo di acconto, a partire dal 1° luglio 2010.

Le banche e le Poste Italiane SPA che ricevono i bonifici disposti per le spese indicate qui di seguito, operano, all’atto dell’accredito dei pagamenti, la ritenuta del 10% a titolo di acconto dell’imposta sul reddito dovuta dai beneficiari, con obbligo di rivalsa.

La ritenuta è effettuata sui pagamenti relativi ai bonifici disposti per:

a. spese di intervento di recupero del patrimonio edilizio (36%);
b. spese per interventi di risparmio energetico (55%).


Con Risoluzione del 30/06/2010 n. 65 viene istituito anche il codice tributo per il versamento, tramite modello F24, delle ritenute d’acconto sull’imposta sul reddito operate da banche e Poste Italiane Spa all’atto dell’accredito dei pagamenti.
Si istituisce il seguente codice tributo:
  • “1039” denominato “ Ritenuta operata da banche e Poste Italiane Spa all’atto dell’accredito dei pagamenti relativi a bonifici disposti per beneficiare di oneri deducibili e detrazioni d’imposta, ai sensi dell’articolo 25, dl n. 78/2010”.
In sede di compilazione del modello F24, il suddetto codice è esposto nella sezione “Erario” in corrispondenza delle somme indicate nella colonna “Importi a debito versati”, con indicazione, nel campo “Rateazione/regione/prov/mese rif.” e nel campo “Anno di riferimento”, del mese e dell’anno cui la ritenuta si riferisce, rispettivamente nel formato “00MM” “AAAA”.

Potrebbe interessarti l'aggiornatissimo e-book Cessione del credito d'imposta e sconto in fattura  aggiornato con il Decreto Crescita e con il Provvedimento del 31 luglio 2019

Vai alla sezione del Business Center con E-book e utilità dedicate alle Ristrutturazioni, Risparmio energetico e tutte le Agevolazioni per la casa

Ti potrebbe interessa l'ebook 730 e Dichiarazione dei redditi 2019 (eBook) - 100 voci di spesa da portare in detrazione nella dichiarazione dei redditi.

Vieni a scoprire i nostri fogli di calcolo per la precompilazione automatica dei quadri più complessi dei modelli di dichiarazione 2019 e tante altre utilità per la loro predisposizione nella sezione Speciale Dichiarazioni fiscali 2019 del Business Center.

Segui gratuitamente il Dossier Dichiarazione 730/2019 per aggiornamenti, news e approfondimenti.





Prodotti per Risparmio energetico, Ristrutturazioni Edilizie 2019, Oneri deducibili e Detraibili

10,48 € + IVA
8,90 € + IVA
 

GRATIS


Commenti

Qualche filantropo potrebbe gentilmente tradurre in italiano corrente questo agglomerato di concetti da "iniziati" in materia?

Commento di frankeyboard (13:32 del 06/07/2010)

Parlando dal punto di vista dell'artigiano, significa che se sono interventi di recupero per cui si effettuano i bonifici prescritti dal ministero, invece di incassare le sue fatture per intero, gliele decurteranno del 10% sul lordo iva. Se si tratta di un condominio, su quella stessa fattura avrà già subito il 4% di ritenuta. Significa che sempre più lo Stato fa fare ad altri (banche, professionisti, contribuenti) quello che dovrebbe essere il suo lavoro. Significa che le banche, investite da nuove incombenze, aumenteranno i prezzi per questi bonifici. E alla fine chi li pagherà? Proviamo ad indovinare...

Commento di dawnraptor (17:26 del 06/07/2010)

Per i pagamenti relativi ad opere eseguite per le parti comuni dei condomini, già soggetti alla ritenuta d'acconto del 4%, come funziona?? Si applica una doppia ritenuta, prima del 4% da parte dell'amministratore poi del 10 % sull'importo, peraltro comprensivo di iva, del bonifico ordinato dall'amministratore ???? Sarebbe opportuno un chiarimento in quanto, se così fosse, si riscontrerebbe un diverso trattamento fiscale tra i fornitori del condominio ed i fornitori dei privati cittadini. Chissà se qualcuno ha pensato a questo ???

Commento di Dante (07:31 del 10/07/2010)

Per i pagamenti relativi ad opere eseguite per le parti comuni dei condomini, già soggetti alla ritenuta d'acconto del 4%, come funziona?? Si applica una doppia ritenuta, prima del 4% da parte dell'amministratore poi del 10 % sull'importo, peraltro comprensivo di iva, del bonifico ordinato dall'amministratore ???? Sarebbe opportuno un chiarimento in quanto, se così fosse, si riscontrerebbe un diverso trattamento fiscale tra i fornitori del condominio ed i fornitori dei privati cittadini. Chissà se qualcuno ha pensato a questo ???

Commento di Dante (07:31 del 10/07/2010)

con questo si vuole ribadire che gli artigiani sono le banche dello stato, non solo se lavori per il pubblico ti pagano a 180 gg, se va bene, ma ora si deve ancora anticipare ulteriori imposte...........e chi è a credito che fa?

Commento di marianna (18:03 del 20/07/2010)

buogiorno, scusate si intervengo con una domanda forse un pò concreta: devo fare bonifici (ristrutturazione casa e detrazione 36%) e devo scrivere anche aliquota 10% nella causale ? e un'altra domanda : nel mio caso, gli oneri di progettazione (architetto) sono inclusi nel preventivo, ma l'archotetto vuole un pagamento suo al suo nome : quindi anche per qusto c'è l'aliquota 10% ? Grazie

Commento di françoise (19:02 del 21/07/2010)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)