Domanda e Risposta Pubblicato il 28/06/2019

Fattura elettronica scartata: come rimediare?

168x126 fatturazione elettronica 2

Cosa bisogna fare nel caso di scarto di una fattura trasmessa al Sistema di Interscambio, ancora non contabilizzata

Sappiamo che viene recapitata entro 5 giorni una ricevuta di scarto del file al soggetto trasmittente e sappiamo anche che la fattura si ha per non emessa.

Di conseguenza, nel caso in cui il cedente/prestatore non abbia ancora effettuato nessuna registrazione contabile del documento, sarà sufficiente inviare nuovamente la fattura corretta nei 5 giorni successivi alla data di ricezione della notifica di scarto, da conteggiarsi tenendo conto dei giorni effettivi e non lavorativi.

Essa va preferibilmente emessa (trasmessa) con la data e il numero del documento originario.

Qualora invece l’emissione del documento con medesimo numero e data non fosse possibile, si puo' alternativamente:

- emettere una fattura con nuovo numero e data, dalla quale risulti un collegamento alla precedente fattura scartata da Sdi;

- ovvero emettere una fattura con nuovo numero e data, con specifica numerazione che, nel rispetto della sua progressività, faccia emergere che si tratta di un documento rettificativo del precedente scartato dallo SdI (per esempio, 1/R).

E se invece la FE scartata e' gia' stata contabilizzata?

Allora sarà necessario:

- eseguire una variazione contabile valida ai soli fini interni, senza la trasmissione di alcuna nota di variazione allo SdI 

- inviare nuovamente la fattura corretta nei 5 giorni successivi alla data di ricezione della notifica di scarto.

Sul punto e' stato specificato che la fattura elettronica scartata vada preferibilmente emessa con la data e il numero del documento originario.

Qualora invece l’emissione del documento con medesimo numero e data non fosse possibile, si puo' alternativamente:

- emettere una fattura con nuovo numero e data, dalla quale risulti un collegamento alla precedente fattura scartata da Sdi, oltre allo storno con variazione contabile interna;

- ovvero emettere una fattura con nuovo numero e data, con specifica numerazione che, nel rispetto della sua progressività, faccia emergere che si tratta di un documento rettificativo del precedente scartato dallo SdI (per esempio, 1/R).

Per approfondire ti segnaliamo:





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)