Errore

Domanda e Risposta Pubblicato il 05/12/2018

Cosa fare se si emette una fattura elettronica errata?

Fatturazione elettronica 2019 sbagliata: ecco cosa fare per rimediare

Capita a tutti prima o poi di emettere una fattura errata ma cosa bisogna fare se si tratta di una fattura elettronica errata?
L’emissione di una fattura elettronica errata può essere dovuta ad una serie di motivi come, per esempio:

  • errori riguardanti gli elementi identificativi del destinatario della fattura,
  • errore nella descrizione della tipologia di operazione,
  • incongruenza tra aliquota e imposta calcolata,
  • altre tipologie di errori.

Con l’avvento della fatturazione elettronica alcuni di questi errori potrebbero essere scoperti direttamente dal Sistema d’Interscambio e quindi generare una ricevuta di scarto, altri invece potrebbero essere non rilevabili dal “postino automatizzato” ed essere scovati in un secondo momento dal cliente o dal mittente stesso.

Fattura elettronica errata
Errore rilevato dal SdI       Errore non rilevato dal SdI

 

Attenzione quindi: nel caso in cui l’errore venga rilevato dal SdI e quindi segnalato con una ricevuta di scarto, la fattura errata si considera non emessa ma il soggetto emittente potrà riemettere la fattura corretta, entro 5 giorni, conservando la stessa data e lo stesso numero di fattura.

Qualora invece l’errore sia di tipo non rilevabile dal sistema di interscambio, l’unico modo per procedere alla correzione della fattura emessa sarà quello di emettere, sempre in formato elettronico, una nota di credito che vada a stornare eventuali inesattezze.

 

Per approfondire ti segnaliamo:





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)