Domanda e Risposta Pubblicato il 21/11/2016

Come funzionano gli scatti di anzianità nella retribuzione?

Tempo di lettura: 1 minuto

Gli scatti di anzianità in busta paga sono un elemento definito nel contratto di categoria ma normalmente biennali o triennali

Gli scatti di anzianità  sono una voce  retributiva della busta paga correlata al protrarsi dell'attività lavorativa presso un unico datore di lavoro. Si presume infatti che con l'avanzare dell'età e dell'esperienza la prestazione  del lavoratore  migliori dal punto di vista qualitativo e dell'efficienza. 

Sono i contratti collettivi di riferimento   del settore (CCNL) che definiscono:

  •  il periodo necessario alla maturazione dello scatto di anzianità,
  • il numero massimo di scatti maturabili e
  •  se nel computo vengono conteggiati i periodi assenza del lavoratore 

In linea molto generale si puo dire che  gli scatti  di anzianità possono essere  biennali o triennali e che le assenze computabili sono quelle per le quali il datore di lavoro è tenuto comunque alla retribuzione del lavoratore ( come ferie, malattia, maternità).

Il calcolo della maturazione  di solito parte dalla data di assunzione ma l'aumento retributivo collegato allo scatto di anzianità decorre dal mese successivo  Ad esempio,  se un dipendente è assunto il 1° giugno 2015, raggiunge la maturazione che gli darà diritto al nuovo scatto il 31 maggio 2017,e ne avrà diritto a partire dalla busta paga del mese di giugno 2017.
 
Anche il valore economico del singolo scatto viene definito dalla contrattazione collettiva  e distinto per qualifiche o livelli di inquadramento. Può essere indicato come un importo fissa oppure come percentuale calcolata sulla paga base (compresa l'indennità di contingenza)

La maturazione dell'anzianità di servizio può essere calcolata :

  • solo all'interno di un livello, con la conseguenza che passaggio a un livello superiore  si perde l'anzianità maturata oppure 
  • all'interno di una qualifica ( operaio. impiegato , quadro)  nel qual caso l'anzianità maturata si perde (solo nel passaggio da impiegato a  quadro vengono mantenuti) e gli scatti vengono assorbiti nell'aumento collegato alla nuova qualifica. E' buona regola fare sempre riferimento al contratto collettivo del proprio settore .

Di regola il  meccanismo  degli scatti di anzianità si applica per i contratti di lavoro a tempo indeterminato e non agli apprendisti  (fa eccezione il settore tessile e dell'abbigliamento).

Per altri contributi in  materia vedi il nostro Dossier gratuito La busta paga 

TUTTI GLI ACCORDI E I CONTRATTI COLLETTIVI DI LAVORO aggiornati sono a tua disposizione nella Banca dati , con l'abbonamento  alla Circolare settimanale del lavoro , a cura dell'avv. R. Staiano. Guarda l'indice della Normativa contrattuale


 

In tema di lavoro dipendente ti potrebbero interessare i nostri ebook in pdf e fogli di calcolo.
Oppure  il volume Formulario completo del lavoro  di M. Marrucci (libro di carta - Maggioli editore 850 formule - 600 pagine)

Un utile guida su come compilare la busta paga, e lettura di tutti gli elementi da indicare sul cedolino è l'e-book Come compilare la busta paga di Prudente Dott.ssa Maria Cristina.
In tema di LAVORO DOMESTICO disponibile il pacchetto completo Colf e Badanti 2019 composto da un Foglio excel per il calcolo del prospetto paga + Guida in pdf sul rapporto di lavoro.

Per il settore edile è disponibile anche lo specifico " La busta paga in edilizia" di M.C. Prudente

 

Per approfondire abbiamo a disposizione ebook in pdf dedicati al lavoro che potrebbero interessarti, in particolare ti segnaliamo:

Inoltre scopri le nostre Guide dedicate alle pratiche  in materia di lavoro, come:

Segui anche il Dossier CCNL e Tabelle retributive  per altre notizie e approfondimenti in materia contrattuale.





Commenti

in un impresa in appalto col SSN che applica il contratto UNEBA socio assistenziale, una volta finito il periodo contrattuale di lavoro e subentrando un altra impresa può questa impedire la maturazione degli scatti di anzianità ai dipendent?

Commento di claudio melis (18:33 del 19/02/2017)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)