Domanda e Risposta Pubblicato il 29/04/2016

Qual è il tasso soglia per l’usura?

Oltre all'usurarietà in concreto, la Legge stabilisce il tasso d’interesse soglia superato il quale è considerato tasso usurario. Un esempio di calcolo.

L’usura può essere definita come l’attività di chi presta denaro a un interesse eccessivo e sproporzionato, superando il limite stabilito dalla legge, approfittando dello stato di bisogno di una persona. Viene considerato dal legislatore un delitto contro il patrimonio ed è sanzionato con multa, reclusione e confisca dei beni frutto dell’usura.

Il tasso soglia di riferimento

Per definire il tasso oltre il quale gli interessi sono da considerare usurari occorre fare riferimento alla Legge 108/1996 titolata appunto: disposizioni in materia d’usura. Questa legge, infatti, pone un limite massimo, tecnicamente definito soglia, al valore che i tassi di interesse possono assumere affinché non siano considerati usurari prevedendo il ricorso ad un automatismo che si basa sui tassi medi praticati nel mercato. Per ogni tipologia di operazione di finanziamento è prevista una soglia massima differente.

In particolare all’art. 2, comma 1, della Legge 108/96 recita: Il Ministro del tesoro, sentiti la Banca d'Italia e l'Ufficio italiano dei cambi, rileva trimestralmente il tasso effettivo globale medio, comprensivo di commissioni, di remunerazioni a qualsiasi titolo e spese, escluse quelle per imposte e tasse, riferito ad anno, degli interessi praticati dalle banche e dagli intermediari finanziari (…) nel corso del trimestre precedente per operazioni della stessa natura. (…)

Il comma 4 dello stesso art.2 recita:  “Il limite previsto dal terzo comma dell'articolo 644 del codice penale, oltre il quale gli interessi sono sempre usurari, è stabilito nel tasso medio risultante dall'ultima rilevazione pubblicata nella Gazzetta Ufficiale ai sensi del comma 1 relativamente alla categoria di operazioni in cui il credito è compreso, aumentato di un quarto, cui si aggiunge un margine di ulteriori quattro punti percentuali. La differenza tra il limite e il tasso medio non può essere superiore a otto punti percentuali.”

Quindi:

  1. Banche e intermediari finanziari comunicano i tassi effettuati a Banca d’Italia che li rielabora per trovare un  tasso medio.
  2. Banca d’italia pubblica il TEGM (tasso effettivo globale medio)
  3. A questo tasso si applica l’automatismo previsto dalla legge per il calcolo del valore soglia, per cui:
    • Il valore viene aumentato di ¼
    • A tale risultato vengono sommati 4 punti percentuali
    • Si confronta il risultato ottenuto con il tasso medio di partenza. Se la differenza è minore di 8, il tasso soglia è quello ottenuto dal calcolo sopra esposto,mentre se la differenza è maggiore di 8 il tasso soglia è calcolato aumentando di 8 punti il tasso medio globale di partenza.

L'usurarietà in concreto

Oltre all'usurarietà oggettiva che si ha al superamento del tasso di interesse soglia, l'articolo 644 del codice di procedura penale, delinea un ulteriore fattispecie di interessi usurari indipendenti dal confronto con i tassi soglia. Essi sono quelli che "avuto riguardo (...) al tasso medio praticato per operazioni similari risultano comunque sproporzionati rispetto alla prestazione di denaro o di altra utilità, ovvero all'opera di mediazione, quando chi li ha dati o promessi si trova in condizioni di difficoltà economica o finanziaria".

Quest'ultima fattispecie è la c.d. usurarietà in concreto in quanto si basa sulla situazione reale, il giudice nel determinarla verifica l'esistenza di due presupposti:

  • la situazione di difficoltà economica o finanziaria del soggetto passivo
  • sproporzione degli interessi pattuiti rispetto alle concrete modalità del fatto.

L’esempio di calcolo del tasso limite

Di seguito si propongono due esempi per il calcolo del tasso limite, partendo dal tasso medio globale di riferimento per il 2° trimestre 2016, pubblicate da Banca d’Italia con il comunicato stampa del 25 marzo 2016. 

Esempio 1

Per le aperture di credito fino a 5.000 euro, il tasso effettivo globale medio su base annua è 11,53%.

tasso medio = 11,53%

Aumentato di ¼= 2,882

Il tasso diventa così =14,412

A tale tasso va aggiunto il margine di 4 punti: 18,412

Poiché: 18,42 – 11,53= 6,89 che è minore del limite massimo di 8 punti di differenza il tasso soglia è 18,412

Esempio 2

Per i casi di scoperto senza affidamento, il tasso globale medio su base annua per importi fino a 1.500 euro è:16.09%

Tasso medio= 16.09 %

Aumentato di ¼= 4,022

Il tasso diventa così =20.112

A tale tasso va aggiunto il margine di 4 punti: 24,112

Poiché: 24,1125 – 16,09= 8.022 che è maggiore del limite massimo di 8 punti di differenza, il tasso soglia è pari a: 16.09+8= 24,09


 

Non perderti il pacchetto contenzioso banche, anatocismo e usura che contiene iseguenti E-book:

  • Funzionamento e criticità vessatorie nei contratti di credito alle Imprese (E-Book)
  • Funzionamento e criticità vessatorie nei contratti di credito al consumo (E-Book)
  • L' Anatocismo Bancario (E-Book)
  • La tutela extragiudiziale e giudiziale del cliente nelle controversie bancarie (E-Book)
  • L' Usura bancaria (E-Book)

e i Software:

  • Anatocismo Extra - Software per il calcolo dell'anatocismo bancario pensato per calcolare gli addebiti illegittimi che gli Istituti Finanziari hanno praticato sui conti correnti e sugli altri strumenti finanziari rotativi (conti anticipo, factoring, credito revolving).
  • Usura Extra - Calcolo dell'usura con perizia automatica per verificare la presenza di usura su tutti i più importanti contratti finanziari generando in automatico la perizia econometrica.
  • Il controllo del conto corrente Utile Tool per la verifica delle competenze e per la rilevazione di usura e anatocismo su conto corrente.
  • Prestito Extra (New) - Verifica della regolarità per la verifica la presenza di irregolarità vessatorie in tutti i contratti finanziari destinati ai consumatori, quali: Prestito personale, Prestito finalizzato all’acquisto rateale, Cessione del quinto dello stipendio, Cessione del quinto della pensione, Delegazione di pagamento



Prodotti per Anatocismo e Usura 2019

prodotto_fiscoetasse
208,20 € + IVA

IN PROMOZIONE A

145,00 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
61,48 € + IVA

IN PROMOZIONE A

53,20 € + IVA

prodotto_fiscoetasse
49,18 € + IVA

IN PROMOZIONE A

45,00 € + IVA


Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)