Teologia

Domanda e Risposta Pubblicato il 09/10/2018

Corsi di teologia detraibili come spese universitarie nelle dichiarazioni

Le spese sostenute per la frequenza di corsi di laurea in teologia sono detraibili nelle dichiarazioni dei redditi 730 e RedditiPF

Le spese sostenute per la frequenza di corsi universitari di teologia sono detraibili nelle dichiarazioni dei redditi. Infatti, ai sensi dell'articolo 15 comma 1 del TUIR, lettera e, sono detraibili "le spese per la frequenza di corsi di istruzione universitaria presso universita' statali e non statali, in misura non superiore, per le universita' non statali, a quella stabilita annualmente per ciascuna facolta' universitaria con decreto del Miur da emanare entro il 31 dicembre, tenendo conto degli importi medi delle tasse e contributi dovuti alle universita' statali".

In generale, tenendo conto di quanto stabilito nel decreto del MIUR:

  • le spese sostenute per la frequenza di corsi di laurea in teologia presso le università Pontificie sono detraibili nella misura stabilita per corsi di istruzione appartenenti all’area disciplinare “Umanistico – sociale”.
  • come chiarito dalla Circolare dell'Agenzia delle Entrate n. 18/E del 6 maggio 2016 "in merito alla zona geografica di riferimento occorre individuare la regione in cui si svolge il corso di studi anche se questo è tenuto presso lo Stato Città del Vaticano.".

Come le altre spese universitarie anche quelle per i corsi di teologia tenuti da universita non statali sono detraibili dal direttamente dal contribuente o dal familiare presso cui risulta fiscalmente a carico

DETRAIBILITA' SPESE PER CORSI UNIVERSITARI DI TEOLOGIA NELLA DICHIARAZIONE
detraibili nella stessa misura dei corsi di istruzioni area umanistica in base alla regione in cui il corso si è svolto
detraibili direttamente dallo studente o dal familiare presso cui è a carico


Si precisa che, per i contribuenti che si avvalgono delle dichiarazioni dei redditi precompilate a cura dell'Agenzia delle Entrate (730/2018 precompilato e RedditiPF 2018 precompilato) tale dato dovrebbe già essere presente. Come sempre, nel caso in cui il dato presente nel modello precompilato sia incompleto o inesatto, potrà essere modificato dal contribuente.

Segui gratuitamente il Dossier Dichiarazione 730/2018 per aggiornamenti, news e approfondimenti

Ti segnaliamo anche Detrazioni 730/2018 - Le 100 voci che fanno risparmiare utile guida su tutte le detrazioni fiscali possibili in dichiarazione, organizzate per macrosettori eBook di 207 pag. completo di casi svolti, faq e suggerimenti pratici.

A supporto per la compilazione delle dichiarazioni dei redditi, ti segnaliamo il nostro Pacchetto Dichiarativi 2018 una raccolta completa di 8 Tools in excel, acquistabili anche singolarmente, utili per la compilazione delle Dichiarazioni dei redditi 2018 + word raccolta dati IVA ad un prezzo speciale!





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)