La settimana del fisco dall’ 11 al 15 Febbraio 2013

di Dott. Ernesto Zamberlan CommentaIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Amici e Colleghi,

buongiorno a tutti . Ecco le principali novità fiscali di questa settimana.

 Con due provvedimenti del 12 febbraio 2013, l’Agenzia delle Entrate ha approvato le istruzioni per la trasmissione telematica dei dati contenuti nel modello “Irap 2013”, per la dichiarazione ai fini dell’imposta regionale sulle attività produttive relativa all’anno 2012, nonché le istruzioni per la trasmissione telematica dei dati contenuti nel modello “Cnm 2013” per la dichiarazione dei soggetti ammessi alla tassazione di gruppo di imprese controllate residenti e dei soggetti ammessi per il gruppo di imprese non residenti.

Lunedì 18 febbraio 2013 scade il termine per l’invio telematico del modello Iva 26 da parte degli enti o società controllanti che si vogliono avvalere, per l’anno 2013, della procedura di liquidazione “Iva di gruppo”, prevista dall’articolo 73, terzo comma, del DPR n. 633/1972.

Sempre il 18 febbraio scade il termine per i datori di lavoro per il pagamento del saldo dell’imposta sostitutiva dell’Irpef sulle rivalutazioni al 31 dicembre 2012 dei fondi per il trattamento di fine rapporto (Tfr) accantonati per i loro dipendenti. L’importo da versare è al netto di quanto già corrisposto il 17 dicembre 2012, a titolo di acconto.

Entro il 15 marzo 2013 cittadini, amministrazioni, operatori economici, associazioni di categoria ed esperti possono inviare le osservazioni sul progetto della Commissione europea Vat in the public sector and exemptions in the public interest”, relativo alla normativa IVA del settore pubblico. Il progetto, pubblicato il 10 gennaio scorso sul sito della Commissione, è finalizzato all’analisi dell’impatto dell’Iva nel settore pubblico e alle possibili soluzioni per ridurre le distorsioni e garantire pari condizioni per gli operatori economici. Per l’invio delle proposte sul progetto, basta collegarsi al sito del dipartimento delle Finanze e cliccare su “Consultazione pubblica”.

Con la legge n. 34/2012, era stata approvata l’intesa tra Governo italiano e l’Unione cristiana evangelica Battista d’Italia, che ora rientra tra i possibili beneficiari dell’8 per mille dell’Irpef. Per tale motivo, con provvedimento direttoriale del 12 febbraio 2013, l’Agenzia delle Entrate ha integrato le schede per la scelta della destinazione del cinque e dell’otto per mille della propria Irpef, relative ai modelli Cud, 730-1, Unico Pf, Unico Mini 2013 e le rispettive istruzioni.

In una risposta fornita ad Infocamere, il Ministero dello Sviluppo Economico ha precisato che le società già costituite al 19 dicembre 2012 (data di entrata in vigore della Legge n. 221/2012) che hanno le caratteristiche di start up innovative possono iscriversi alla “Sezione speciale” del Registro delle imprese anche se non rispettano la scadenza del 17 febbraio (termine ordinario di 60 giorni).

L’Agenzia delle Entrate, con una nota diffusa il 14 febbraio, in risposta alla stampa specializzata, ha fornito chiarimenti in merito all’opzione per la cedolare secca effettuata per i contratti che erano già in corso alla data del 7 aprile 2011, per i quali l’opzione poteva essere esercitata in sede di dichiarazione dei redditi (modello UNICO 2012). Le Entrate precisano che, come già indicato nella Circolare n. 20/E del 04.06.2012 al punto 4, l’opzione per la cedolare secca vincola il locatore all’applicazione di questa per l’intero periodo di durata del contratto o della proroga o per il periodo residuo di durata del contratto nel caso di opzione esercitata nelle annualità successive alla prima. Resta salva la facoltà di revoca dell’opzione in ciascuna annualità successiva a quella in cui l’opzione è stata esercitata. Anche la comunicazione inviata al conduttore in sede di opzione per il 2011 esplica i suoi effetti per tutta la durata residua del contratto. Pertanto, il carattere vincolante dell’opzione non viene meno se non è confermata per le annualità successive inviando il modello 69.

Vi auguro buon lavoro e alla prossima.

Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *