Non c'è abuso di diritto nella riorganizzazione aziendale

Il custode giudiziario: ruolo, funzioni e responsabilità

di Veronica Baglieri CommentaIn Attualità, Commenti Giurisprudenza e Prassi

Secondo l’art. 559 c.p.c. : con il pignoramento viene nominato custode dei beni pignorati il debitore.Vi sono poi dei casi in cui viene nominato custode un soggetto diverso dal proprietario dell’immobile pignorato, ovvero quando la richiesta viene avanzata dal creditore pignorante o da un creditore intervenuto, o quando l’immobile non è occupato dal debitore.Il custode giudiziario con la propria nomina …

Il recesso nelle s.r.l.

di Andrea Sergiacomo CommentaIn Commenti Giurisprudenza e Prassi

L’art 2473 del c.c. rubricato ” recesso del socio” pone una serie di condizioni che consentono il recesso di un socio da una società e nel merito analizziamo i diversi commi che compongono l’art 2473 del c.c.. Tale articolo al comma 1 enuncia ” [1] L’atto costitutivo determina quando il socio può recedere dalla società e le relative modalità. In …

Le modalità per rendere inefficace il recesso del socio

di Andrea Sergiacomo 1 CommentoIn Commenti Giurisprudenza e Prassi

In tema di recesso l’art 2437 del c.c. recita: ” il diritto di recesso è esercitato mediante lettera raccomandata che deve essere spedita entro quindici giorni dall’iscrizione nel registro delle imprese della delibera che lo legittima, con l’indicazione delle generalità del socio recedente, del domicilio per le comunicazioni inerenti al procedimento, del numero e della categoria delle azioni per le …

Trust inefficace se in danno ai creditori Sentenza Tribunale di Bologna del 2015

Fondo Patrimoniale: tutela incerta – Cass. n. 20998-2018

di Paolo Soro CommentaIn Accertamento, Commenti Giurisprudenza e Prassi, In Evidenza, Primo Piano

Il Fondo Patrimoniale (rubricato agli artt. 167-171 del Codice Civile) ha inizialmente incontrato il favore dei contribuenti, posto che sembrava risultare un mezzo efficace per proteggere i propri beni, previo vincolo di destinazione esclusivo per i bisogni della famiglia, rispetto alle possibili azioni esecutive poste in essere dai creditori, a fronte delle eventuali obbligazioni singolarmente contratte da uno dei coniugi …

Condono liti fiscali pendenti

Rinuncia all’eredità: Fisco sconfitto – Cass 13639/2018

di Paolo Soro 6 CommentiIn Accertamento, Commenti Giurisprudenza e Prassi, Contenzioso, Primo Piano

Condizione imprescindibile affinché possa sostenersi l’obbligazione del chiamato a rispondere dei debiti del  parente  defunto, è che quest’ultimo abbia accettato l’eredità. Questa la conclusione della Cassazione nella recente Ordinanza n. 13639 del 30 maggio 2018 . Il caso riguardava  alcuni avvisi di accertamento per IVA (annualità 2003/2004/2005) notificati a moglie e figlio di un contribuente, precedentemente deceduto il 03/12/2008.  Non …