La settimana del fisco dal 25 al 29 luglio 2016

di Dott. Ernesto Zamberlan 1 CommentoIn Parliamo di ..., Settimana del Fisco

Cari amici , eccoci all’ ultimo appuntamento con le notizie fiscali prima delle ferie. Sta per scattare infatti la consueta Sospensione estiva per gli adempimenti ed i versamenti in scadenza dal 1° al 20 agosto, che possono essere effettuati entro il 22 agosto senza maggiorazioni . Dal 2012 è a regime la cosiddetta “proroga di ferragosto” in base a quanto stabilito dall’art. 3-quater, DL 16/2012, c.d. Decreto “Semplificazioni Fiscali”, Pertanto, entro il 22 agosto (quest’anno il 20 cade di sabato, quindi la scadenza slitta a lunedì 22) dovranno essere effettuati tutti gli adempimenti ed i versamenti che cadono nel periodo di sospensione , dai versamenti unitari delle imposte, delle imposte derivanti da UNICO 2016 alle ritenute, dai contributi dovuti all’Inps e altre somme a favore dello Stato, delle Regioni e degli enti previdenziali, dal versamento dell’IVA mensile/trimestrale all’emissione e registrazione delle fatture differite, ecc..

Per quanto riguarda in particolare il 770 è ormai certa la proroga al 15 settembre, infatti  il Ministro dell’Economia Pier Carlo Padoan ha firmato il decreto ed è prevista  a breve la firma definitiva da parte del presidente del Consiglio dei Ministri Renzi. Tale decisione va incontro alle esigenze dei sindacati, dei commercialisti e dei consulenti del lavoro. Si fa presente che, quest’anno, il modello 770 Semplificato è stato notevolmente “ridimensionato”, in quanto parte delle informazioni sono state trasferite nel modello CU 2016 Ordinario.

Inoltre con un comunicato stampa del  28 luglio 2016, l’Agenzia delle Entrate ha chiarito che c’è tempo fino al 30 settembre 2016  per la consegna della documentazione e per fornire chiarimenti relativamente alle dichiarazioni UNICO 2014 (anno d’imposta 2013) richiesti dall’Agenzia dopo avere effettuato i controlli formali.  Lo slittamento riguarda le richieste di documentazione inviate per il modello Unico 2014 ed è concesso sempre nell’ottica di evitare che i contribuenti debbano adempiere ad obblighi nel mese di agosto.

Sempre in tema di “vacanze”, sta per scattare anche  la consueta pausa estiva per il processo civile, amministrativo e tributario,  che già dall’anno scorso è passata da 46 a 31 giorni, ovvero dal 1° al 31 agosto 2016, con ripresa della decorrenza dei termini dal 1° settembre.  Ricordiamo che durante il periodo di sospensione le scadenze processuali si interrompono, senza che possano essere invocati gli istituti della decadenza e della prescrizione dei termini.  Per chi ha rimborsi Iva in sospeso importante la lettura della Circolare dell’Agenzia delle Entrata n. 33 del 22 luglio che fa il punto di tutte le casistiche in cui il rimborso puo’ essere sospeso o adoperato per il pagamento degli importi accertati definitivamente. E’ possibile comunque superare la sospensione mediante la concessione della fideiussione a tempo indeterminato.

Novità invece di questa settimana: dallo scorso  lunedì 25 luglio in tutte le province italiane è attivo lo sportello di Equitalia “+65”, riservato alle persone con più di sessantacinque anni di età e ai loro coniugi. Allo sportello “+65” sarà possibile chiarire dubbi, avere informazioni su rateizzazioni, rimborsi,  fermi o ipoteche conoscere gli strumenti di autotutela previsti dalle norme.  Allo sportello “+65”  non  sarà però  possibile effettuare i pagamenti.

Il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, con Comunicato 22 luglio 2016, pubblicato in Gazzetta Ufficiale,  ha reso note le Linee guida per la compilazione del modello di formulario per il  Documento di gara unico europeo (DGUE) approvato dal regolamento di esecuzione (UE) 2016/7 della Commissione del 5 gennaio 2016.  La finalità del DGUE è semplificare e ridurre gli oneri amministrativi che gravano sulle amministrazioni aggiudicatrici, sugli enti aggiudicatori e sugli operatori economici attraverso l’adozione di un modello  di autodichiarazione , previsto in modo standardizzato a livello europeo, e basato sul possesso dei requisiti di carattere generale e speciale, destinato a sostituire i singoli moduli predisposti dalle amministrazioni aggiudicatrici e dagli enti aggiudicatori per la partecipazione ad ogni singola procedura ad evidenza pubblica.

Il canone RAI continua a far discutere. L’ultimo chiarimento offerto dall’Agenzia  riguarda  i possibili comportamenti che il contribuente può adottare nel caso in cui si ritenga non corretto l’importo addebitato nella bolletta elettrica:

  • effettuare un pagamento parziale della sola quota energia. Fermo restando il controllo successivo da parte dell’Agenzia sulle singole posizioni, il pagamento parziale va effettuato:
    in base alle modalità definite dall’ impresa elettrica per i pagamenti parziali;
  • indicando nella causale di versamento cosa si intende pagare, in ogni caso la somma versata è attribuita prioritariamente alla fornitura elettrica.
  • effettuare il pagamento della bolletta e richiedere il rimborso del canone tv con le modalità previste da un apposito provvedimento del Direttore dell’Agenzia, la cui pubblicazione è prevista per i prossimi giorni.
    Infine una notizia  di ammodernamento amministrativo digitale che speriamo porti verso la semplificazione e avvicini l’attesa Riforma del catasto:  è tutto pronto per la realizzazione dell’Archivio nazionale dei numeri civici e delle strade, prevista dal Dpcm del 12 maggio 2016 “Censimento della popolazione e archivio nazionale dei numeri civici e delle strade urbane”, pubblicato in GU lo scorso 19 luglio. La nuova banca dati digitale, che conterrà circa 25 milioni di indirizzi,  permetterà di avere un unico riferimento informatizzato e codificato, costantemente aggiornato grazie al supporto dei Comuni, realizzato dall’Istat in collaborazione con l’Agenzia delle Entrate.
Autore dell'articolo
identicon

Dott. Ernesto Zamberlan

Iscritto all'Albo dei Dottori Commercialisti di Padova dal 1994 - Revisore Legale dei Conti. Svolge la propria attività dall'anno di iscrizione all'albo nei confronti di: società di persone e di capitali, artigiani, professionisti e associazioni di categoria. Fondatore del sito www.fiscoetasse.com assieme alla collega Rag. Luigia Lumia per promuovere nella professione i nuovi strumenti informatici di aggiornamento e comunicazione.

Comments 1

  1. Buona sera Dott. Zamberlan!
    L’imposta erariale sull’energia elettrica, in qualità di sostituto d’imposta, ovvero da versare con codice tributo 2806, rientra anch’esso nella proroga di ferragosto?
    grazie tante

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *