HOME

/

PMI

/

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

/

CREDITI DI IMPOSTA PER INVESTIMENTI IN BENI INDUSTRIA 4.0: NOVITÀ DAL 30.03.2024

Crediti di imposta per investimenti in beni industria 4.0: novità dal 30.03.2024

Bonus investimenti in beni strumentali materiali e immateriali. Sospeso l'esercizio del diritto alla fruizione dei bonus maturati per investimenti in beni strumentali Industria 4.0

Ascolta la versione audio dell'articolo

Il Decreto Agevolazioni Fiscali ha introdotto importanti novità in merito al bonus investimenti in beni strumentali materiali e immateriali di cui agli allegati A e B alla Legge 232/2016. 

L’art. 6 del decreto, infatti, ha sospeso l’esercizio del diritto alla fruizione dei bonus maturati a seguito di investimenti in beni strumentali Industria 4.0.

L’art. 6 del D.L. 39/2024 ha introdotto degli obblighi in merito all’iter da seguire per il riconoscimento del credito di imposta per investimenti effettuati in beni strumentali nuovi Industria 4.0 (ossia quelli elencati negli allegati A e B alla Legge 232/2016) e per l’utilizzo in compensazione dello stesso nel modello F24.

1) Crediti di imposta per investimenti in beni industria 4.0: fino al 2023

Fino al 31/12/2023, l’effettuazione dell’investimento in beni 4.0 comportava automaticamente la maturazione di un credito di imposta in capo alle imprese con conseguente possibilità di un utilizzo immediato dello stesso, con un’unica condizione: la verifica della sussistenza del requisito dell’interconnessione con i sistemi aziendali.

L’unico adempimento documentale era rappresentato dall’invio telematico di un modello, approvato con decreto emanato dal Mimit, entro il 30 novembre di ogni anno con riferimento agli investimenti effettuati nell’anno precedente. 

Obbligo che, però, non costituiva presupposto per il riconoscimento e la fruizione del credito di imposta, in quanto i dati contenuti nel modello erano acquisiti al solo fine di monitorare e valutare l’andamento, la diffusione e l’efficacia delle misure agevolative.

2) Crediti di imposta per investimenti in beni industria 4.0: nuove regole dal 30.03.2024

A partire dal 30.03.2024, data di entrata in vigore del DL 39/2024, l’utilizzo in compensazione del credito di imposta 4.0 è condizionato all’invio telematico di una comunicazione preventiva al Ministero delle Imprese e del Made in Italy contenente i seguenti dati:

  • importo complessivo degli investimenti che si intendono effettuare a partire dal 30.03.2024;
  • indicazione della presunta ripartizione negli anni del credito di imposta e della relativa fruizione.

La comunicazione è soggetta, poi, ad aggiornamento a consuntivo al completamento degli investimenti.

Sono previsti obblighi documentali diversi in relazione al periodo temporale di effettuazione degli investimenti:

  • investimenti effettuati nel 2023: la compensazione dei crediti di imposta già maturati e non ancora fruiti è subordinata all’invio della comunicazione consuntiva circa gli importi degli investimenti 4.0 effettuati e dei relativi crediti non ancora compensati alla data del 30 marzo 2024;
  • investimenti effettuati dal 01.01.2024 al 29.03.2024: la compensazione dei crediti di imposta è subordinata all’invio della comunicazione consuntiva circa gli importi degli investimenti 4.0 effettuati in tale intervallo temporale e dei relativi crediti maturati;
  • investimenti effettuati dal 30.03.2024: vige un doppio obbligo di comunicazione delle spese agevolate sostenute e dei crediti maturati sui beni 4.0, uno preventivo ed uno consuntivo.

La comunicazione ex ante deve riportare l’importo programmato di spesa, la formazione dei crediti e la probabile ripartizione temporale per l’utilizzo di questi ultimi. Tale comunicazione deve essere inviata prima della conclusione del contratto con il fornitore.

Al completamento dell’investimento, comunicato ex ante, sarà necessario trasmettere una seconda comunicazione ex post per aggiornare e rendicontare gli importi già indicati.


Fonte immagine: Foto di Firmbee da Pixabay
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE · 24/05/2024 Albo certificatori crediti ricerca e sviluppo: dal 5 giugno i primi invii

Albo certificatori crediti ricerca, sviluppo, innovazione e design: dal 5 giugno possibile inviare le certificazioni si attende il modello. On line il primo elenco di esperti

Albo certificatori crediti ricerca e sviluppo: dal 5 giugno i primi invii

Albo certificatori crediti ricerca, sviluppo, innovazione e design: dal 5 giugno possibile inviare le certificazioni si attende il modello. On line il primo elenco di esperti

Stretta superbonus: nuovi adempimenti all'ENEA

La Camera approva il testo del DL Superbonus. Novità per altri adempimenti verso l'ENEA. Sanzioni per chi omette

Fondo FRI Turismo: modulistica dal 30.05, domande dal 1 luglio

Domanda d'agevolazione per il Turismo dal 1.07 per riqualificazione, efficienza energetica e sismica, superamento barriere architettoniche di alberghi, agriturismo e altri

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.