HOME

/

DIRITTO

/

CORSI ACCREDITATI PER COMMERCIALISTI E REVISORI LEGALI 2022

/

FORMAZIONE CONTINUA REVISORI LEGALI: LE REGOLE DA SAPERE

Formazione continua revisori legali: le regole da sapere

Formazione continua revisori legali: i crediti formativi, gli obblighi di formazione, le sanzioni e gli enti preposti alla formazione

La formazione continua dei revisori legali consiste nella partecipazione a programmi di aggiornamento professionale definiti annualmente dal Ministero dell'economia e delle finanze e finalizzati al perfezionamento e al mantenimento delle conoscenze teoriche e delle capacità professionali. 

Ogni anno il revisore deve acquisire 20 crediti formativi, in ragione di 60 crediti nel triennio. (Consulta qui le faq del MEF con risposte a dubbi frequenti sulla formazione del revisore).

Le materie e gli argomenti oggetto dei corsi devono essere corrispondenti a una o più delle materie o degli argomenti di cui al programma annuale del Ministero dell'economia e delle finanze. (Scarica qui il programma 2022)
Il 50% del programma di aggiornamento riguarda le materie caratterizzanti la revisione dei conti, ovvero 

  • la gestione del rischio e il controllo interno, 
  • i principi di revisione nazionali e internazionali applicabili allo svolgimento della revisione legale, 
  • la disciplina della revisione legale, 
  • la deontologia professionale, l'indipendenza e la tecnica professionale della revisione.

Attenzione al fatto che per i revisori legali iscritti al registro nel corso dell'anno, l'obbligo di formazione decorre dal 1° gennaio dell'anno successivo alla data di pubblicazione del provvedimento di iscrizione nella Gazzetta Ufficiale.

LEGGI ANCHE:

Revisori Legali: entro il 31 dicembre 2022 deve essere completata la formazione 2020-2022

1) Formazione revisori legali: i termini per assolvere

In linea generale, il Revisore legale, entro il 31 dicembre di ogni anno deve acquisire 20 crediti formativi. 

Per il triennio formativo 2017-2019, il D.M. 135/2021 in materia di sanzioni, ha previsto la postdatazione dell'accertamento del mancato assolvimento dell'obbligo formativo di tale triennio al termine di 90 giorni dall'entrata in vigore di tale regolamento, ossia al 17/1/2022, concedendo la possibilità agli iscritti non in regola con gli obblighi formativi del predetto triennio di sanare tale inadempimento esclusivamente attraverso la fruizione di corsi formativi gratuiti sulla FAD del MEF, accessibili dall'area riservata del portale della revisione legale.
Il termine del 17/1/2022 è stato successivamente differito in via eccezionale dalla circolare MEF n. 3/2022 al 16/2/2022, ultima data utile per regolarizzare gli obblighi formativi 2017-2019 senza incorrere nelle sanzioni di cui all'art 24 del D.lgs. n. 39/2010. 

Leggi anche Revisori Legali: possibile sanare l'obbligo formativo 2017-2019.
Per il triennio formativo 2020-2022, invece, l'art. 3 comma 7, del decreto legge 31 dicembre 2020, n. 183, pubblicato in G.U. del 31/12/2020, n. 323 prevede che gli obblighi di aggiornamento professionale dei revisori legali dei conti relativi all'anno 2020 e all'anno 2021, consistenti all'acquisizione di 20 crediti formativi in ciascun anno, di cui almeno 10 in materie caratterizzanti la revisione legale, si intendono eccezionalmente assolti se i crediti sono conseguiti entro il 31 dicembre 2022.
La disposizione riguarda esclusivamente gli obblighi di formazione relativi al 2020 e al 2021 e, pertanto:

  • il mancato assolvimento degli obblighi di formazione relativi al triennio precedente (2017-2019) non può essere compensato maturando i corrispondenti crediti in ragione dell'entrata in vigore del suddetto decreto legge n. 183 d el 31 dicembre 2020;
  • l'obbligo relativo al 2022 non può in ogni caso essere assolto anticipatamente, cioè anteriormente al 1° gennaio 2022;
  • i crediti maturati nel corso del 2020 sono validi esclusivamente ai fini dell'assolvimento dell'obbligo in tale anno, in misura non superiore a 20 crediti formativi (di cui almeno 10 nelle materie caratterizzanti).

Si evidenzia che il MEF, con il comunicato del 5 ottobre 2022, ha chiarito che il differimento del termine degli obblighi di formazione previsto ai sensi dell'articolo 3, comma 7, del decreto-legge 31 dicembre 2020, n. 183, non abroga il principio dell’annualità. 

Il comunicato specifica infatti che “…il revisore legale dei conti che non fosse in regola con gli obblighi formativi per gli anni 2020 e 2021 può regolarizzare la propria posizione maturando i crediti richiesti entro il 31 dicembre 2022. La disposizione stessa non consente, invece, di considerare assolti gli obblighi relativi al 2021 o al 2022 qualora il revisore legale avesse già maturato l'intero numero di crediti richiesti su base triennale (60 crediti) nell'anno o negli anni precedenti”.

Ti consigliamo di visitare la nostra sezione: Corsi Revisori Legali

2) Formazione revisori legali: come adempiere

I revisori possono fruire della formazione rivolgendosi a tre diverse categoria di soggetti: 

1) gli enti accreditati dal Ministero dell'economia e delle finanze (clicca qui per consultare l'elenco del MEF)

2) lo stesso Ministero dell'economia e delle finanze; 

3) gli Ordini professionali, se il revisore è un professionista iscritto a un albo, oppure la società di revisione della quale il revisore sia collaboratore o responsabile della revisione, in ragione della possibilità di riconoscere la formazione organizzata da tali soggetti stessi.

L'elenco delle società e degli enti accreditati alla formazione è pubblicato e costantemente aggiornato nell'apposita sezione dedicata sul sito istituzionale della revisione legale.

I corsi di formazione frequentati dai professionisti presso gli Ordini professionali di appartenenza (es. Ordine dei Dottori Commercialisti) sono riconosciuti ai fini della formazione continua dei revisori legali
L'art 5 del D.lgs. n. 39/2010 prevede al comma 10 che la formazione acquisita dagli iscritti al Registro presso gli Albi professionali di appartenenza sia riconosciuta equivalente, purché sia conforme al programma di aggiornamento professionale adottato con determina del Ragioniere Generale dello Stato n.17461 del 27/01/2020, consultabile sul sito istituzionale della revisione legale.
 Purché regolarmente trasmessi al registro, sono validi anche i corsi frequentati presso altri Ordini territoriali. 

Le comunicazioni al registro sono a carico dell'Ordine e non del professionista.

Ti consigliamo di visitare la nostra sezione: Corsi Revisori Legali

3) Formazione revisori legali: le sanzioni per inadempimento

L’art. 24 del decreto legislativo n. 39/2010 include il mancato assolvimento dell’obbligo di formazione continua o aggiornamento professionale tra le fattispecie sanzionabili. 

Con D.M. n. 135 dell’8/7/2021, in vigore dal 19 ottobre 2021, è stato adottato il regolamento concernente la procedura per l’adozione dei provvedimenti sanzionatori in caso di violazione delle disposizioni in materia di revisione legale

Con riferimento al mancato assolvimento dell’obbligo formativo, le sanzioni applicabili sono quelle indicate all’art. 24, comma 1, del D.lgs. n. 39/2010, tenendo conto di tutte le circostanze pertinenti e, in particolare, dei criteri di cui all’art. 25, comma 3, dello stesso decreto legislativo.

Inoltre l’art. 14 del citato D.M. n. 135, prevede la postdatazione dell’accertamento di tale violazione al termine di 90 giorni dall’entrata in vigore di tale regolamento (17/1/2022).


Ti consigliamo di visitare la nostra sezione: Corsi Revisori Legali
La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

CORSI ACCREDITATI PER COMMERCIALISTI E REVISORI LEGALI 2022 · 30/01/2023 Segreto Professionale: ambito di applicazione per i commercialisti

Con il pronto ordini n 203 il CNDCEC chiarisce cosa riguarda il segreto professionale per i commercialisti in caso di questionario delle Entrate per un cliente

Segreto Professionale: ambito di applicazione per i commercialisti

Con il pronto ordini n 203 il CNDCEC chiarisce cosa riguarda il segreto professionale per i commercialisti in caso di questionario delle Entrate per un cliente

Cassa Commercialisti: no a stralcio e definizione agevolata

Con un comunicato del 26 gennaio la Cassa Commercialisti spiega le ragioni della mancata adesione alle misure agevolative della Legge di Bilancio 2023

Crediti formativi commercialisti 2020-2022: possibile adempiere entro il 30.06

Il CNDCEC ha deliberato di prorogare al 30 giugno 2023 l'adempimento dell'obbligo formativo 2020-2022 relativo a complessivi 90 cfp

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.