HOME

/

PMI

/

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

/

NUOVO VOUCHER CONNETTIVITÀ IMPRESE 2022

Nuovo voucher connettività imprese 2022

Digitalizzazione PMI: voucher fino a 2.500 euro per servizi di connettività delle imprese. Ecco chi sono i beneficiari e come usufruirne

 Ha preso il via il Piano voucher per le imprese che punta a favorire la connettività a internet ultraveloce e la digitalizzazione del sistema produttivo su tutto il territorio nazionale. 

A partire dallo scorso 01.03.2022, le imprese possono richiedere un contributo – da un minimo di 300 euro ad un massimo di 2.500 euro per servizi di connettività a banda ultralarga – direttamente agli operatori di telecomunicazioni che si saranno accreditati sul portale dedicato all’incentivo.

Il Piano Voucher per le imprese avrà durata fino a esaurimento delle risorse stanziate e, comunque, fino al 15.12.2022 (con durata della misura potrà essere eventualmente prorogata per un ulteriore anno).


1) Voucher internet PMI

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 33 del 09.02.2022 è stato pubblicato il Decreto 23.12.2021 del Ministero dello Sviluppo Economico che disciplina il “Piano voucher fase 2, per interventi di sostegno alla domanda di connettività delle micro, piccole e medie imprese”. Con tale decreto il Ministero dello Sviluppo economico promuove il piano per abbonamenti ad internet ultraveloce, come intervento di sostegno alla domanda di connettività di alcuni tipo di aziende a fronte dello “step change”, inteso quale incremento della velocità di connessione, realizzato con qualsiasi tecnologia.

 Gli interventi sono finanziati a valere sulle risorse FSC relative al periodo di programmazione 2014-2020, per un ammontare complessivo di risorse pari a 608.238.104 euro.

Il voucher è destinato solo:

  • ai soggetti iscritti al registro delle imprese
  • di dimensione 
  • micro, 
  • piccola e 
  • media, 

a cui è erogato un contributo variabile, da 300 euro a 2.500 euro, sulla base di diverse caratteristiche della connettività e dei relativi costi, secondo le classi di ammissibilità previste dal manuale operativo sulla base dei tre importi indicati nel dettaglio nel decreto.

Le imprese potenziali beneficiarie potranno richiedere il voucher ad uno qualunque degli operatori accreditati, fino ad esaurimento delle risorse stanziate e, comunque, non oltre il 15.12.2022.

La realizzazione dell'intervento è affidata ad Infratel Italia S.p.a., ad eccezione delle azioni di comunicazione, accompagnamento e valutazione di impatto della misura, realizzate invece dalla Direzione generale servizi di comunicazioni elettroniche, radiodiffusione e postali, la quale può provvedervi anche mediante affidamento a società “in house”.

2) Soggetti beneficiari

Come visto in precedenza, il voucher è destinato solo alle micro, piccole e medie imprese iscritte al registro delle imprese

Secondo le regole UE  si considerano micro, piccole e medie le imprese che:

“occupano meno di 250 persone, il cui fatturato annuo non supera i 50 milioni di EUR oppure il cui totale di bilancio annuo non supera i 43 milioni di EURO”

Sono quindi tre i parametri utilizzati:

  • il numero di dipendenti,
  • il fatturato annuo;
  • il totale attivo di bilancio.

Nella macro categoria delle PMI è necessario poi analizzare le diverse tipologie di imprese, suddivise in base ai parametri dimensionali. Sulla base della definizione UE:

  • si definisce piccola impresa un’impresa che 
  • occupa meno di 50 persone, e 
  • realizza un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiori a 10 milioni di euro.
  • si definisce microimpresa un’impresa che 
  • occupa meno di 10 persone, e
  • realizza un fatturato annuo oppure un totale di bilancio annuo non superiori a 2 milioni di euro.

È possibile quindi riassumere le regole e la definizione di micro, piccola e media impresa in un’utile tabella riepilogativa con i diversi parametri:

 

Definizione PMI

Numero di dipendenti

Fatturato

Totale di bilancio

Micro Impresa

meno di 10

non superiore a 2 milioni di euro

non superiore a 2 milioni di euro

Piccola impresa

meno di 50

non superiore a 10 milioni di euro

non superiore a 10 milioni di euro

Media impresa

meno di 250

non superiore a 50 milioni di euro

non superiore a 43 milioni di euro

A ciascun beneficiario identificato con partita IVA / codice fiscale impresa potrà essere erogato un solo voucher (per le imprese che hanno più sedi è prevista comunque l’erogazione di un solo voucher).


3) Agevolazione

Alle suddette imprese è erogato un contributo variabile sulla base di diverse caratteristiche della connettività e dei relativi costi, in presenza di “step change” inteso quale incremento della velocità di connessione.

Il contributo a fondo perduto (voucher) varia a seconda della tipologia di connettività realizzata. In particolare sono previste 3 tipologie di voucher:

  • voucher di fascia A, distinti in A1 e A2. Si tratta di voucher con contributo connettività pari a € 300, per un contratto della durata da un minimo di 18 mesi a un massimo di 36 mesi che garantisca il passaggio ad una connettività con velocità massima in download (V) compresa nell’intervallo 30 Mbit/s ≤ V < 300 Mbit/s (voucher A1) oppure 300 Mbit/s ≤ V ≤1 Gbit/s (voucher A2). 

Per connessioni che offrono V pari ad 1 Gbit/s, il valore del voucher può essere aumentato di un ulteriore contributo del valore massimo di € 500, per la copertura di parte dei costi di rilegamento sostenuti dai beneficiari, a fronte di adeguata giustificazione da parte degli operatori fornitori.

  • voucher di fascia B, ossia voucher con contributo connettività pari a € 500, per un contratto della durata da un minimo di 18 mesi fino ad un massimo di 36 mesi che garantisca il passaggio ad una connettività con velocità massima in download (V) compresa nell’intervallo 300 Mbit/s ≤ V ≤1 Gbit/s. 

Per connessioni che offrono V=1 Gbit/s, il valore del voucher può essere aumentato di un ulteriore contributo del valore massimo di € 500, per la copertura di parte dei costi di rilegamento sostenuti dai beneficiari, a fronte di adeguata giustificazione da parte degli operatori fornitori.

  • voucher di fascia C. In questo caso il voucher prevede un contributo connettività pari a € 2.000 per un contratto della durata da un minimo di 24 mesi fino ad un massimo di 36 mesi che garantisca il passaggio ad una connettività con velocità massima in download superiore a 1Gbit/s. 

Il valore del voucher può essere aumentato di un ulteriore contributo del valore massimo di € 500, per la copertura di parte dei costi di rilegamento sostenuti dai beneficiari, a fronte di adeguata giustificazione da parte degli operatori fornitori.


4) Tipologia di voucher velocità internet PMI

I voucher non sono riconosciuti in caso di cambio operatore fra servizi aventi prestazioni analoghe o in caso di meri passaggi di intestazione del contratto nella medesima sede di impresa. A ciascun beneficiario può infatti essere erogato un solo voucher.

In caso di portabilità è prevista la possibilità di trasferire l'ammontare residuo del voucher.

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE · 01/07/2022 Credito di imposta digitalizzazione agenzie e tour operator: ecco i beneficiari

Il DL 152/2021 prevede un credito d'imposta per la digitalizzazione di agenzie di viaggio e tour operator. Con decreto l'elenco dei beneficiari

Credito di imposta digitalizzazione agenzie e tour operator: ecco i beneficiari

Il DL 152/2021 prevede un credito d'imposta per la digitalizzazione di agenzie di viaggio e tour operator. Con decreto l'elenco dei beneficiari

Decontribuzione  SUD 2022:  ok della UE fino a fine anno

Decontribuzione SUD con esonero del 30% applicabile fino a fine 2022. Requisiti e modalità di applicazione

Fondo perduto discoteche e sale da ballo: ecco l'importo spettante

Determinato l'importo spettante a ciascun beneficiario del fondo perduto per discoteche e sale da ballo: codice Ateco 2007 “93.29.10"

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.