HOME

/

PMI

/

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

/

SIMEST/PNRR: FINANZIAMENTI PMI PER FIERE INTERNAZIONALI

Simest/PNRR: Finanziamenti PMI per fiere internazionali

Finanziamenti PMI per fiere internazionali: tipologia di finanziamento, condizioni di ammissabilità, spese ammissibili.

Le risorse del PNRR – NextGenerationEU hanno permesso di prorogare fino al 31.05.2022 il termine per la presentazione delle domande di finanziamento per la partecipazione di PMI a fiere e mostre internazionali, anche in Italia, e missioni di sistema.

Si tratta di un finanziamento agevolato in regime “de minimis”, con co-finanziamento a fondo perduto in regime di “Temporary Framework” – subordinatamente alla preventiva autorizzazione da parte della Commissione europea – per sostenere la partecipazione a un singolo evento di carattere internazionale, anche virtuale, tra fiera, mostra, missione imprenditoriale e missione di sistema, per promuovere l’attività d’impresa sui mercati esteri o in Italia, attraverso l’erogazione di un finanziamento destinato per almeno il 30% a spese digitali connesse al progetto. 

Da notare che tale vincolo non si applica nel caso in cui l’evento internazionale riguardi tematiche ecologiche o digitali.

Per gli eventi internazionali interessati dall’agevolazione, si riportano le definizioni:

 

 

Fiera

Un’iniziativa espositiva temporanea, anche virtuale, realizzata in Italia o all’estero e a cui partecipa una pluralità di operatori, per la promozione e/o la commercializzazione di beni e/o servizi. Le fiere realizzate in Italia devono avere carattere internazionale e devono risultare inserite nel calendario AEFI delle manifestazioni internazionali

 

Mostra

Una iniziativa espositiva temporanea, anche virtuale, a cui partecipano uno o più operatori, per la promozione e/o commercializzazione di beni e/o servizi, organizzata collateralmente a manifestazioni convegnistiche e/o culturali

Missione imprenditoriale

Un’iniziativa temporanea, anche virtuale, finalizzata a incontrare potenziali clienti o partner commerciali, organizzata da ICE-Agenzia, Confindustria e/o da altre istituzioni e associazioni di categoria

 

 

Missione di sistema

Una missione finalizzata alla promozione imprenditoriale del c.d. “sistema Italia” nei mercati internazionali, promossa dal Ministero dello sviluppo economico e/o dal Ministero affari esteri e della cooperazione internazionale in collaborazione con la Cabina di regia per l’internazionalizzazione, organizzata da ICE-Agenzia, Confindustria e/o da altre istituzioni e associazioni di categoria


Questo articolo è un estratto della CDG  Simest/PNRR: Finanziamenti PMI per fiere internazionali disponibile anche nell'abbonamento alla circolare del giorno di Fiscoetasse

1) Tipologia di finanziamento delle fiere internazionali

La durata complessiva del finanziamento è di 4 anni, di cui 1 anno di preammortamento, con pagamenti in via semestrale posticipata, relativi alla sola quota interessi durante il periodo di preammortamento e a capitale e interessi durante il periodo di rimborso.

Il tasso d’interesse agevolato è pari al 10% del Tasso di Riferimento UE, per tutta la durata del finanziamento: l’aggiornamento è effettuato mensilmente ed è reperibile al seguente link https://www.simest.it/approfondimenti/tasso-agevolato-simest. Il tasso applicato è quello vigente al momento della delibera.


L’impresa interessata può chiedere una quota di cofinanziamento a fondo perduto a valere sul Fondo 394/81, “Sezione contributi”, nel rispetto degli aiuti di Stato e come segue:

  • fino al 40% dell’Importo massimo dell’intervento, se ha almeno una sede operativa attiva da almeno 6 mesi rispetto alla data di presentazione della domanda, in una delle seguenti regioni 
    • Abruzzo, 
    • Basilicata, 
    • Calabria, 
    • Campania, 
    • Molise, 
    • Puglia, 
    • Sardegna, 
    • Sicilia;
  • fino al 25% dell’Importo massimo dell’intervento, se ha la propria sede operativa in una regione diversa da quelle indicate al punto precedente.

Fermo restando quanto sopra, il cofinanziamento è concesso da SIMEST in ogni caso nei limiti dell’importo massimo complessivo per impresa richiedente, applicabile ai sensi del Temporary Framework

  • alle condizioni previste dalla apposita delibera del Comitato Agevolazioni del 30.09.2021
  • subordinatamente alla preventiva autorizzazione da parte della Commissione europea

Tale importo è da intendersi comprensivo degli aiuti in regime “de minimis” e degli altri importi ricevuti a fondo perduto dalla SIMEST.

L’importo massimo dell’intervento che l’impresa può chiedere è pari al minore tra euro 150.000,00, e il 15% dei ricavi risultanti dall’ultimo bilancio approvato e depositato dall’impresa richiedente.

Fermo restando l’importo massimo dell’intervento, alla data di delibera del Comitato, l’esposizione complessiva dell’impresa richiedente verso il Fondo non dovrà essere superiore al 50% dei ricavi medi degli ultimi due bilanci approvati e depositati.


La concessione del finanziamento è deliberata dal Comitato Agevolazioni, sulla base delle risultanze istruttorie di SIMEST.

Il finanziamento è erogato in due tranche, sul conto corrente dedicato del richiedente:

1° tranche pari al 50% del finanziamento, a titolo di anticipo, sarà erogata entro 30 giorni dalla data di adempimento delle eventuali condizioni sospensive

2° tranche per il restante 50% nel limite delle spese riconosciute, sarà effettuata dopo che SIMEST avrà ricevuto il rendiconto delle spese sostenute e a condizione che queste superino l’importo già erogato, e che rientrino tra le Spese ammissibili

2) Condizioni di ammissibilità per il bonus fiere internazionali

Ai fini dell’ammissibilità all’intervento l’impresa richiedente:

  • dev’essere una PMI con sede legale in Italia;
  • deve aver depositato presso il Registro imprese almeno un bilancio relativo a un esercizio completo;
  • deve avere un fatturato (voce A1 del conto economico) rappresentato per una quota almeno pari al 50% dalla produzione (di beni e servizi) in Italia, anche se con marchio di proprietà estera, oppure 
  • commercializzare – per una quota almeno pari al 50% – prodotti con marchio italiano anche se prodotti all’estero;
  • alla data di presentazione della domanda non deve
  • essere coinvolta in una procedura concorsuale
  • essere nelle condizioni perché una tale procedura possa essere richiesta nei suoi confronti, 
  • essere in stato di scioglimento o liquidazione volontaria;
  • non deve rientrare nei Settori esclusi dalla misura.

È PMI l’impresa che con i collegamenti a monte e/o a valle risulta avere meno di 250 dipendenti e almeno: 

  • un fatturato inferiore a € 50 mln, o 
  • un totale di bilancio inferiore a € 43 mln.



3) Spese ammissibili

Di seguito sono riportate le spese ammissibili e finanziabili.

Spese digitali connesse alla partecipazione alla fiera/mostra che dovranno rappresentare ALMENO IL 30% DELLE SPESE AMMISSIBILI FINANZIATE

fee di iscrizione alla manifestazione virtuale, compresi i costi per l’elaborazione del contenuto virtuale (es. stand virtuali, presentazione dell’azienda, cataloghi virtuali, eventi live streaming, webinar)

spese per integrazione e sviluppo digitale di piattaforme CRM

spese di web design (es. landing page, pagina dedicate all’evento) e integrazione/innovazione di contenuti/funzionalità digitali anche su piattaforme già esistenti

spese consulenziali in ambito digitale (es. digital manager, social media manager, digital maketing manager)

spese per digital marketing (es. banner video, banner sul sito ufficiale della fiera/mostra, newsletter, social network)

servizi di traduzione ed interpretariato online

Altre spese che dovranno rappresentare NON PIÙ DEL 70% DELLE SPESE AMMISSIBILI FINANZIATE

a) SPESE PER AREA ESPOSITIVA

affitto area espositiva, compresi eventuali costi di iscrizione, oneri e diritti fissi obbligatori; allestimento dell’area espositiva (es. pedana, muri perimetrali, soffitto, tetto o copertura, ripostiglio)

arredamento dell’area espositiva (es. reception desk, tavoli, sedie, vetrine espositive, cubi espositivi, porta brochure)

attrezzature, supporto audio/video (es. monitor, tv screen, proiettori e supporti informatici, videocamere)

servizio elettricità (es. allacciamento elettrico, illuminazione stand e prese elettriche per il funzionamento dei macchinari qualora presenti nello stand)

utenze varie

servizio di pulizia dello stand

costi di assicurazione

compensi riconosciuti al personale incaricato dall'impresa (sia esterno che interno) per il periodo riferito all’esecuzione della fiera/mostra (compresi viaggi, soggiorni e trasferte per il raggiungimento del luogo della fiera/mostra) e/o direttamente collegati alla fiera/mostra stessa, come da idonea documentazione comprovante la spesa. Eventuali ulteriori compensi al personale incaricato dall'impresa (sia esterno che interno) sono riconosciuti nella misura massima del 10% dell’importo del finanziamento concesso

servizi di traduzione ed interpretariato offline

b) SPESE LOGISTICHE

trasporto a destinazione di materiale e prodotti esposti, compreso il trasporto di campionario

movimentazione dei macchinari/prodotti

c) SPESE PROMOZIONALI

partecipazione/organizzazione di business meeting, workshop, B2B, B2C

spese di pubblicità, cartellonistica e grafica per i mezzi di stampa (es. pubblicità nel catalogo ufficiale, magazine e quotidiani informativi della fiera o della mostra, a supporto dell’iniziativa, stampa specializzata, omaggistica)

realizzazione banner (es. poster e cartellonistica negli spazi esterni e limitrofi al centro fieristico)

spese di certificazione dei prodotti

d) SPESE PER CONSULENZE CONNESSE ALLA PARTECIPAZIONE ALLA FIERA/MOSTRA

consulenze esterne (es. designer/architetti, innovazione prodotti, servizi fotografici/video)


Come riportato in precedenza, nel caso in cui l’evento internazionale riguardi tematiche ecologiche o digitali, il vincolo del 30% minimo di spese digitali di cui sopra non si applica.

Sono comunque escluse dalle spese ammissibili le seguenti:

  • per attività connesse all’esportazione, ossia le attività direttamente collegate ai quantitativi esportati, alla costituzione e gestione di una rete di distribuzione, o le spese correnti connesse con l’attività di esportazione;
  • per consulenze finalizzate alla presentazione della richiesta di intervento;
  • oggetto di altra agevolazione pubblica;
  • connesse ad attività e attivi e settori esclusi;
  • non conformi ai requisiti previsti.

Il periodo di realizzazione inizia dalla data di presentazione della domanda e termina entro dodici mesi dalla data di stipula.

 

Per il pagamento dovrà essere utilizzato un conto corrente dedicato ed all’interno della causale di ogni pagamento/movimentazione, dovranno essere riportati:

  • i “riferimenti delle fatture” a cui si riferiscono i pagamenti effettuati;
  • il “numero di CUP” a cui il Finanziamento e l’eventuale Cofinanziamento si riferisce;
  • PNRR”, indicativo delle fonti finanziarie del Finanziamento e dell’eventuale Cofinanziamento.



La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE · 01/07/2022 Credito di imposta digitalizzazione agenzie e tour operator: ecco i beneficiari

Il DL 152/2021 prevede un credito d'imposta per la digitalizzazione di agenzie di viaggio e tour operator. Con decreto l'elenco dei beneficiari

Credito di imposta digitalizzazione agenzie e tour operator: ecco i beneficiari

Il DL 152/2021 prevede un credito d'imposta per la digitalizzazione di agenzie di viaggio e tour operator. Con decreto l'elenco dei beneficiari

Decontribuzione  SUD 2022:  ok della UE fino a fine anno

Decontribuzione SUD con esonero del 30% applicabile fino a fine 2022. Requisiti e modalità di applicazione

Fondo perduto discoteche e sale da ballo: ecco l'importo spettante

Determinato l'importo spettante a ciascun beneficiario del fondo perduto per discoteche e sale da ballo: codice Ateco 2007 “93.29.10"

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.