HOME

/

PMI

/

ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI

/

PMI: COME OTTIMIZZARE LA LIQUIDITA' AZIENDALE E LA GESTIONE FINANANZIARIA

PMI: come ottimizzare la liquidita' aziendale e la gestione finananziaria

Gestione finanziaria, analisi dei flussi di cassa e gestione anticipata della tesoreria: gli errori da non commettere

Nelle Pmi la gestione finanziaria, ma soprattutto l'analisi dei flussi di cassa e la gestione anticipata della tesoreria, può essere considerato un punto cruciale per la crescita di un'attività commerciale. Esaminiamo gli aspetti principali e le contromisure da prendere per evitare gli errori di gestione più comuni.

Come per ogni impresa, indipendentemente dalla sua dimensione, una buona gestione della liquidità e dei flussi di cassa risulta una condizione essenziale per monitorare e gestire le attività strategiche e di business.

Negli ultimi anni, sono state proprio le Pmi ad essere maggiormente interessate da fenomeni di inefficace gestione finanziaria o, addirittura, della mancanza di qualunque strumento predittivo della liquidità aziendale. A questo proposito cerchiamo di capire quali sono gli errori più comuni che possono compromettere l'andamento finanziario delle Pmi in termini di gestione della liquidità.

L'articolo continua dopo la pubblicità

Per la gestione della liquidità aziendale ti consigliamo un software di gestione anticipata della tesoreria "Fluxus"  in grado di analizzare e ottimizzare la liquidità prospettica aziendale e fornire precise proiezioni dei futuri flussi di cassa; si tratta di una soluzione valida, efficace e trasversale, che si adatta a tutti i settori economici ed a tutte le imprese, di qualsiasi dimensione. E' disponibile anche una Versione Demo gratuita per 15 giorni

1) Il primo errore nella gestione della liquidità aziendale

Sicuramente il primo errore, dal quale ne possono scaturire anche altri, è quello di analizzare dati non esatti e poco precisi.
Infatti, per gestire al meglio il livello di liquidità, bisogna studiare in modo completo i flussi di entrata e uscita, prendendo in esame tutti i dati relativi a:

1. Uscite fisse, ovvero quelle voci che sono costanti per cadenza ed importi (canoni e simili) e che, generati solitamente da negozi giuridici, sono inevitabili nei flussi di uscita;

2. Uscite variabili, quindi tutte quelle voci che possono presentare variazioni significative in base alla merce prodotta/venduta;

3. Entrate da vendite, determinate da effettive previsioni di vendite, riscontrabili da effettivi di ordini in portafoglio o, in assenza, da analisi statistiche dei dati storici;

4. l'analisi di altri flussi di cassa, provenienti non solo dalla gestione ordinaria o tipica, che riguardino altri fattori importanti quali imposte e contributi da versare, saldi di eventuali prestiti, anticipi o cessioni di partite creditorie, oneri finanziari, eccetera.

2) Il secondo errore nella gestione della liquidità aziendale

Un altro errore che si riscontra frequentemente è quello di sottovalutare la sostenibilità di un particolare investimento per l'impresa.
La corretta analisi del periodo temporale di un investimento, ovvero basato sul tempo in cui un determinato bene dovrà essere operativo, può aumentare le probabilità di estinguerlo nei tempi previsti.
Per raggiungere tale risultato è necessario avere una precisa determinazione della Posizione Finanziaria Netta dell’azienda, al fine di caricare la finanza aziendale di un processo di rimborso realmente sostenibile.
Sarebbe anche molto consigliato ricercare le fonti di copertura finanziaria di un impiego durevole, quale quello dell’acquisto di un cespite a durata ultrannuale, con un certo anticipo di tempo, in modo da non trovarsi spiazzati se ci si trova in una situazione di liquidità non favorevole e per non dover accettare condizioni di interessi poco convenienti.
Per raggiungere l’ultimo obiettivo citato, è necessario che i rapporti con le banche dovranno essere sempre frequenti e trasparenti della realtà aziendale, in modo da ottenere, in tempi ragionevoli, qualsiasi tipo di supporto finanziario adeguato al proprio merito creditizio.

3) Il terzo errore nella gestione della liquidità aziendale

Sovente, ancora, ci si trova a non capire bene la differenza tra profitti e flussi di cassa; i profitti sono la differenza tra il ricavo totale ed il costo totale di un determinato prodotto, mentre i flussi di cassa (cash flows), rappresentano in pratica tutte le entrate e uscite dell'impresa.
Una gestione efficace da un punto di vista economico (che genera reddito positivo, in altre parole) può non essere accompagnata da una efficace gestione finanziaria e, per tale motivo, concludersi per insufficienza di fonti di finanziamento!

4) Il quarto errore nella gestione della liquidità aziendale

Non dimenticare di non concentrarsi mai esclusivamente sulla minimizzazione dei costi!
Questo fattore è senza dubbio importante e da tenere sempre in considerazione, ma ancora più importante è cercare una strategia che permetta di massimizzare i ricavi; quindi comprendere e sfruttare al meglio le voci relative alle entrate in termini di maggior numero di clienti acquisiti, aumentare il numero di transazioni effettuate dai clienti e aumentare l'importo medio del cliente in termini di spesa.

5) Il quinto errore nella gestione della liquidità aziendale

Usare strumenti di analisi adeguati e testati
La possibilità di registrare i movimenti di entrata e uscita su semplici fogli di calcolo in Excel, potrebbe ridurre la comprensione dei flussi di cassa, quindi la loro analisi, e aumentare il rischio di dimenticanze ed errori, rendendo il lavoro svolto del tutto vano.
Una possibile soluzione a questo problema è sicuramente l'utilizzo di un software specifico che aiuti a migliorare la gestione finanziaria e le attività quotidiane.

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

ACCESSO AL CREDITO PER LE PMI · 13/10/2021 Pegno mobiliare non possessorio 2021: ecco l'elenco dei beni pignorabili

Pegno non possessorio: istituito il Registro presso l'Agenzia delle Entrate. Come funziona la garanzia con un bene senza spossessarsene. Allegato l'elenco dei beni pignorabili

Pegno mobiliare non possessorio 2021: ecco l'elenco dei beni pignorabili

Pegno non possessorio: istituito il Registro presso l'Agenzia delle Entrate. Come funziona la garanzia con un bene senza spossessarsene. Allegato l'elenco dei beni pignorabili

Tax credit cinema: le opportunità da non perdere per gli operatori del settore cinema

Opportunità e vantaggi fiscali anche per le aziende estranee al settore cinematografico: una guida indispensabile per gli operatori del settore

Credito d'imposta ACE 2021: esempi di calcolo e di compilazione della comunicazione

Comunicazione per la fruizione del credito d’imposta ACE: alcuni esempi di calcolo e di compilazione del modello con l'utilizzo del nostro file excel

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.