HOME

/

PMI

/

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

/

PIANO INDUSTRIA 4.0: LE OPPORTUNITÀ PER LE IMPRESE

Piano Industria 4.0: le opportunità per le imprese

Cresce a doppia cifra il mercato di Industria 4.0 in Italia nel 2016, i dati li ha pubblicati l'Osservatorio Industria 4.0 – Politecnico di Milano

Ascolta la versione audio dell'articolo

Secondo le cifre pubblicate dall'Osservatorio Industria 4.0 – Politecnico di Milano (che qui riportiamo), il mercato dei progetti di Industria 4.0 (tra soluzioni IT, componenti tecnologiche abilitanti su asset produttivi tradizionali e servizi collegati) in Italia nel 2016 vale circa 1,7 miliardi di euro, di cui l'84% realizzato verso imprese italiane e il resto come export, a cui va aggiunto un indotto di circa 300 milioni di euro in progetti “tradizionali” di innovazione digitale.

A pari perimetro rispetto alla misura dello scorso anno, il mercato è in crescita del 25%, anche se il vero potenziale appare ancora nascosto perché alcune imprese per definire gli investimenti hanno atteso la pubblicazione del Piano Nazionale Industria 4.0 e dei chiarimenti fiscali collegati. Per questa ragione, le aspettative sono ancora più forti per il 2017: guardando al primo trimestre del 2017 , le imprese stimano un tasso di crescita del 30% rispetto al 2016 e, se questi numeri saranno confermati a fine anno, in due anni l'Italia avrà quasi raddoppiato gli investimenti per la trasformazione digitale, recuperando il ritardo rispetto alle situazioni internazionali più mature, con il rischio concreto però di un eccesso di domanda rispetto alla capacità di consegna dei fornitori.

Ecco le principali azioni del Piano Industria 4.0

  • Iper e Super Ammortamento
    Investire per crescere
  • Nuova Sabatini
    Credito all'innovazione
  • Fondo di Garanzia
    Ampliare le possibilità di credito
  • Credito d'imposta R&S
    Premiare chi investe nel futuro
  • Startup e PMI innovative
    Accelerare l'innovazione
  • Patent box
    Dare valore ai beni immateriali

Vediamo le principali caratteristiche di alcune di queste.

L'articolo continua dopo la pubblicità

Per un'analisi e una valutazione delle agevolazioni per le imprese previste nel Piano Industria 4.0 ti segnaliamo Industria 4.0 - Pacchetto excel + eBook utile pacchetto contenente 4 fogli di calcolo in excel:

  • Super e Iper ammortamento (excel)
    File excel per la costruzione del piano di ammortamento fiscale (o del prospetto fiscale leasing) con l’agevolazione del “super” o “iper” ammortamento
  • Nuova Sabatini Beni Strumentali (excel 2017)
    File excel per determinare il beneficio spettante con la nuova sabatini per l’acquisto di beni strumentali nuovi.
  • Calcolo Credito d'imposta Ricerca e Sviluppo (excel)
    File excel per il calcolo del credito di imposta spettante per l’attività di ricerca e sviluppo (agevolazione in vigore fino al periodo di imposta 2020)
  • Patent Box: calcolo del beneficio fiscale (excel)
    File excel per il calcolo del beneficio fiscale (Patent Box) spettante in base all’agevolazione per i redditi derivanti dall’utilizzo di beni immateriali

e 1 ebook in pdf:

  • La nuova Sabatini 2017 (eBook)
    ebook che illustra con schemi e tabelle semplici le fasi e la documentazione necessaria per la richiesta del finanziamento e dell’agevolazione. 31 pagine

Infine ti segnaliamo anche il nostro ebook di recente pubblicazione Start up innovative (eBook 2017) con tutte le novità in vigore dal 22 giugno 2017 (D.M. 4 maggio 2017) su come creare una startup senza notaio, dalla costituzione alle agevolazioni. 74 pag.

1) Iper e Super Ammortamento

Ha lo scopo di supportare e incentivare le imprese che investono in beni strumentali nuovi, in beni materiali e immateriali (software e sistemi IT) funzionali alla trasformazione tecnologica e digitale dei processi produttivi.

Iper-ammortamento
consiste in una supervalutazione del 250% degli investimenti in beni materiali nuovi, dispositivi e tecnologie abilitanti la trasformazione in chiave 4.0 acquistati o in leasing.

Superammortamento
consiste in una supervalutazione del 140% degli investimenti in beni strumentali nuovi acquistati o in leasing. Per chi beneficia dell'iperammortamento possibilità di fruire dell'agevolazione anche per gli investimenti in beni strumentali immateriali (software e sistemi IT).

2) Nuova Sabatini

L'agevolazione prevede:

  • un contributo del 2,75% annuo sugli investimenti ordinari (nuovi macchinari, impianti e attrezzature);
  • il contributo è maggiorato del 30% - quindi pari al 3,575% annuo - per la realizzazione di investimenti in tecnologie digitali - compresi gli investimenti in big data, cloud computing, banda ultralarga, cybersecurity, robotica avanzata e meccatronica, realtà aumentata, manifattura 4D, Radio frequency identification - e in sistemi di tracciamento e pesatura dei rifiuti.

L'obiettivo è incentivare la manifattura digitale e incrementare l'innovazione e l'efficienza del sistema imprenditoriale anche tramite l'innovazione di processo e/o di prodotto.

Il finanziamento deve essere interamente utilizzato per l'acquisto, o l'acquisizione nel caso di operazioni di leasing finanziario, di macchinari, impianti, beni strumentali di impresa e attrezzature nuovi di fabbrica ad uso produttivo, nonché di hardware, software e tecnologie digitali, classificabili, nell'attivo dello stato patrimoniale, alle voci B.II.2, B.II.3 e B.II.4, dell'art. 2424 C.C., e destinati a strutture produttive già esistenti o da impiantare, ovunque localizzate nel territorio nazionale.

Gli investimenti, ai fini dell'ammissibilità, devono essere destinati a:

  • creazione di una nuova unità produttiva;
  • ampliamento di una unità produttiva esistente;
  • diversificazione della produzione di uno stabilimento;
  • cambiamento fondamentale del processo di produzione complessivo di un'unità produttiva esistente;
  • acquisizione degli attivi direttamente connessi ad una unità produttiva, nel caso in cui l'unità produttiva sia stata chiusa o sarebbe stata chiusa qualora non fosse stata acquisita e gli attivi siano acquistati da un investitore indipendente.

3) Credito d'imposta Ricerca e Sviluppo

Ha l'obiettivo di stimolare la spesa privata in Ricerca e Sviluppo per innovare processi e prodotti e garantire la competitività futura delle imprese.

Consiste in un credito d'imposta del 50% su spese incrementali in Ricerca e Sviluppo, riconosciuto fino a un massimo annuale di 20 milioni di €/anno per beneficiario e computato su una base fissa data dalla media delle spese in Ricerca e Sviluppo negli anni 2012-2014. Il credito d'imposta può essere utilizzato, anche in caso di perdite, a copertura di un ampio insieme di imposte e contributi.

Sono agevolabili tutte le spese relative a ricerca fondamentale, ricerca industriale e sviluppo sperimentale: costi per personale altamente qualificato e tecnico, contratti di ricerca con università, enti di ricerca, imprese, start up e PMI innovative, quote di ammortamento di strumenti e attrezzature di laboratorio, competenze tecniche e privative industriali

La misura è applicabile per le spese in Ricerca e Sviluppo che saranno sostenute nel periodo 2017-2020.

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

AGEVOLAZIONI PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE · 19/04/2024 Compensazione crediti transizione 4.0: decreto e piattaforma in arrivo

Urso con question time annuncia i tempi e i contenuti dell'atteso decreto MIMIT con le regole per i crediti transizione 4.0 dopo il dl n 39: piattaforma ad hoc in arrivo

Compensazione crediti transizione 4.0: decreto e piattaforma in arrivo

Urso con question time annuncia i tempi e i contenuti dell'atteso decreto MIMIT con le regole per i crediti transizione 4.0 dopo il dl n 39: piattaforma ad hoc in arrivo

Crediti 4.0: nuova comunicazione al MIMIT

Il DL n 39/2024 prevede un nuovo adempimento per i crediti 4.0: l'Audizione di Ruffini in Senato per ulteriori dettagli in merito

Imprenditoria femminile:  bando da 5 milioni Regione Lazio

Il Bando Donne Innovazione e Impresa della Regione Lazio prevede finanziamenti a fondo perduto in sostegno all’innovazione dell’imprenditoria femminile. Domande dal 23/4

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.