Speciale Pubblicato il 04/02/2016

La Normativa per avere i contributi Inail

di JPM Service srl

bando inail

Ecco tutta la normativa nazionale ed europea per ottenere i contributi Inail nel rispetto del regolamento sugli aiuti “de minimis”

I contributi erogati dall'Inail per le diverse tipologie di progetti finanziabili vengono concessi alle imprese in base ad una serie di normative e regolamenti, specificati anche nel bando e nel file pdf incluso all'interno del pacchetto zip scaricabile sul sito. In tale quadro, inoltre, si considera non solo la normativa nazionale ma anche le normative europee in fatto di aiuti di Stato.

Come ottenere i contributi Inail

La concessione dei contributi avviene ai sensi del D. Lgs. decreto legislativo n.123/98 e s.m.i., il quale:

“individua i  principi  che  regolano  i procedimenti  amministrativi concernenti  gli interventi  di sostegno pubblico per lo sviluppo delle attività produttive, ivi compresi gli incentivi, i contributi, le agevolazioni, le sovvenzioni e i benefici di qualsiasi genere, di  seguito denominati "interventi", concessi da amministrazioni pubbliche, anche attraverso soggetti terzi”.

In particolare l'erogazione di contributi alle imprese è conforme alla normativa comunitaria sull'applicazione degli articoli 107 e 108 appartenenti al Trattato sul funzionamento dell'Unione Europea rispetto agli aiuti “de minimis”. L'articolo 107, ad esempio, va a definire quelle misure che costituiscono gli aiuti di Stato. L'articolo 108, invece, specifica che tali aiuti vanno notificati dalla Commissione Europea affinché siano valutati compatibili con il mercato interno. A questo link troviamo la norma europea con ulteriori dettagli in merito.

L'Avviso pubblico ISI va nella medesima direzione e ci illustra anche i 3 regolamenti europei relativi agli aiuti “de minimis”, ovvero:

  • Il Regolamento n. 1407/2013 della Commissione del 18/12/2013, con riferimento all'applicazione degli articoli 107 e 108 ed in base al quale l'importo totale degli aiuti “de minimis” destinati ad un'unica impresa non può superare gli € 200.000 complessivi (100.000 per le imprese di trasporto su strada) nell'arco di tre esercizi finanziari;
  • Il medesimo Regolamento n. 1407/2013 della Commissione del 18/12/2013, relativo all'applicazione degli articoli di cui sopra ma in riferimento al solo settore agricolo. In questo caso l'importo degli aiuti de minimis per un'unica impresa non può superare i 15.000,00 € nel periodo di tre esercizi finanziari;
  • Il regolamento n. 717/2014 della Commissione del 27/06/2014, rispetto all'applicazione degli articoli 107 e 108 ed in riferimento ai settori di pesca ed acquacoltura. In questo caso l'ammontare complessivo dei contributi de minimis concessi nell'arco di tre esercizi finanziari ad un'impresa unica non deve superare il tetto massimo di 30.000,00 €.




Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)