Calcolobustapaga-ebook-96

Speciale Pubblicato il 06/02/2015

Retribuzioni minime lavoratori domestici 2015

di

Tutti gli importi orari e mensili previsti dall' accordo siglato presso il Ministero del lavoro il 2 febbraio scorso sui nuovi minimi retributivi e i valori di vitto e alloggio per colf e badanti

Il CCNL Lavoro Domestico prevede  che le retribuzioni minime contrattuali e i valori convenzionali del vitto e dell'alloggio sono variati, da parte della Commissione nazionale per l'aggiornamento retributivo costituita - art. 44 del CCNL Lavoro Domestico - presso il Ministero del Lavoro e Previdenza sociale ( composta dai rappresentanti delle Organizzazioni Sindacali dei lavoratori e delle Associazioni dei datori di lavoro stipulanti il CCNL Lavoro Domestico),  che tiene conto delle variazioni del costo della vita per le famiglie di impiegati ed operai rilevate dall'Istat al 30 novembre di ogni anno.
La Commissione viene convocata dai Ministero del Lavoro e Previdenza sociale, entro e non oltre il 20 dicembre di ciascun anno, in prima convocazione, e, nelle eventuali successive convocazioni, ogni 15 giorni. Dopo la terza convocazione, in caso di mancato accordo o di assenza delle parti, il Ministero del Lavoro e Previdenza sociale è delegato dalle Organizzazioni ed Associazioni stipulanti a determinare la variazione periodica della retribuzione minima, secondo quanto stabilito al comma 1, in misura pari all'80% della variazione del costo della vita per le famiglie di impiegati ed operai rilevate dall'Istat per quanto concerne le retribuzioni minime contrattuali e in misura pari al 100% per i valori convenzionali del vitto e dell'alloggio. Le retribuzioni minime contrattuali ed i valori convenzionali del vitto e dell'alloggio, determinati ai sensi dei commi precedenti, hanno decorrenza dal 1° gennaio di ciascun anno, se non diversamente stabilito dalle Parti.
Il 2 febbraio 2015 è stato firmato presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, fra le Parti Sociali firmatarie del CCNL lavoro domestico, ovvero tra FIDALDO, DOMINA, FEDERCOLF e FILCAMS-CGIL, FISASCAT-CISL e UILTUCS, l’accordo che stabilisce i nuovi minimi retributivi con decorrenza 1° gennaio 2015. 
 
Forse ti può interessare anche  la promozione del  nostro  Pacchetto tutto Colf e Badanti 2015 
con  file Excel per il calcolo della Busta Paga in autonomia e l' E-book  completo sul rapporto di Lavoro Domestico. 

Importi minimi delle retribuzioni 2015

MINIMI RETRIBUTIVI 2015
 
LIVELLI
CONVIVENTI
NON CONVIVENTI
 
VALORI MENSILI
INDENNITA’
VALORI ORARI
A
620,25
 
4,51
A SUPER
733,03
 
5,32
B
789,41
 
5,64
B SUPER
845,80
 
5,98
C
902,20
 
6,31
C SUPER
958,58
 
6,64
D
1.127,73
166,76
7,67
D SUPER
1.184,12
166,76
8,00
LIVELLI
CONVIVENTI FINO AD UN MASSIMO DI 30 ORE SETTIMANALI
(VALORI MENSILI)
B
563,87
B SUPER
592,06
C
654,07
LIVELLI
ASSISTENZA NOTTURNA
FASCIA ORARIA 20-8
 
AUTOSUFFICIENTI
(VALORI MENSILI)
NON AUTOSUFFICIENTI
(VALORI MENSILI)
B SUPER
972,67
 
C SUPER
 
1.102,36
D SUPER
 
1.361,76
LIVELLI
PRESTAZIONE ESCLUSIVAMENTE D’ATTESA
FASCIA ORARIA 21-8
LIVELLO UNICO
651,27
LIVELLI
ASSISTENZA A PERSONA NON AUTOSUFFICIENTE IN SOSTITUZIONE
C SUPER
7,15
D SUPER
8,62





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)