Speciale Pubblicato il 31/07/2013

Il lavoro occasionale accessorio (voucher) dei minorenni

di Dott. Alessandro Romeo

96x128 lavoro minorile

La prestazione di lavoro occasionale accessorio, retribuito con i voucher, da parte del minorenne è questione controversa e l'Inps richiede l'autorizzazione del genitore.

Il lavoro dei minorenni è caratterizzato da forti tutele tese al benessere psico-fisico del minore e a consentire il regolare svolgimento dei percorsi di istruzione e formazione.
Come noto l’età minima per poter svolgere un lavoro regolare alle dipendenze di una impresa è fissata al compimento del 16° anno di età, altresì, il minore che intenda essere ammesso al lavoro, dovrà aver assolto l’obbligo scolastico. Sono previste una serie di garanzie aggiuntive, finalizzate alla tutela della salute del minore lavoratore, quali pause giornaliere, orario massimo di lavoro settimanale, divieto di lavoro notturno, lavorazioni vietate ecc.
Nonostante l’impianto normativo con requisiti stringenti e pesanti sanzioni, in capo al datore di lavoro, anche di carattere penale, il Codice Civile, all’art. 2, dispone che....

Segui il Dossier gratuito Voucher e lavoro occasionale con tutte le novità e gli approfondimenti.

Ti potrebbe interessare anche l'e-book " Nuovi voucher lavoro occasionale, co.co.co, intermittente" III edizione 2018, di A. Orlando R. Quintavalle

E' disponibile anche la pratica scheda informativa  "Contratto prestazione occasionale dal 2018



Vai al blog di Fiscoetasse per leggere l'articolo completo:





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)