Speciale Pubblicato il 15/02/2013

IVA 10% agevolata per interventi edilizi, come e quando si applica

di Erario Anna Eleonora

Iva 2013 Image

Il contribuente che si accinge ad effettuare lavori edilizi nella propria abitazione deve tener presente che per essi può fruire dell'aliquota IVA agevolata al 10%, nel rispetto di alcuni limiti ed eccezioni.

Il nostro ordinamento prevede l'applicazione dell'IVA agevolata al 10% per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria eseguiti su edifici a prevalente destinazione abitativa.
L'IVA 10% costituisce, inoltre, il regime naturale per gli interventi di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia.
L'applicazione di tale aliquota ridotta è compatibile, al ricorrere dei relativi presupposti, sia con la detrazione Irpef del 36% (ora innalzata al 50% fino al 30.06.2013) per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, sia con la detrazione Irpef/Ires del 55% (valida fino al 30.06.2013, dopo sarà integrata in quella del 36%) per gli interventi volti al risparmio energetico dell’edificio.

Potrebbe interessarti l'aggiornatissimo e-book Cessione del credito d'imposta e sconto in fattura  aggiornato con il Decreto Crescita e con il Provvedimento del 31 luglio 2019

I tipi di interventi che prevedono l'Iva 10%

Come stabilito dall'art. 7, comma 1, lett. b), Legge n. 488/1999, sono soggette all’aliquota IVA agevolata del 10% le prestazioni aventi per oggetto “interventi di recupero del patrimonio edilizio ... realizzati su fabbricati a prevalente destinazione abitativa privata.”
Gli interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente sono:
  • interventi di manutenzione ordinaria: quelli che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti;
  • interventi di manutenzione straordinaria: le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino i volumi e le superfici delle singole unità immobiliari e non comportino modifiche delle destinazioni di uso;
  • interventi di restauro e di risanamento conservativo: quelli rivolti a conservare l'organismo edilizio e ad assicurarne la funzionalità mediante un insieme sistematico di opere che, nel rispetto degli elementi tipologici, formali e strutturali dell'organismo stesso, ne consentano destinazioni d'uso con essi compatibili;
  • interventi di ristrutturazione edilizia: quelli rivolti a trasformare gli organismi edilizi mediante un insieme sistematico di opere che possono portare ad un organismo edilizio in tutto o in parte diverso dal precedente.
Lo stesso articolo di legge stabilisce, tuttavia, che restano ferme le disposizioni più favorevoli di cui all’articolo 10 del D.P.R. n. 633/1972 e delle relative tabelle ad esso allegate, inerenti gli interventi di restauro e risanamento conservativo e di ristrutturazione edilizia, nonché le cessioni di beni finiti (cioè escluse le materie prime e semilavorate) forniti per la relativa realizzazione. Per questo tipo di interventi, infatti, l’aliquota IVA agevolata al 10% è il “regime naturale” e si applica senza limiti attinenti alla tipologia degli immobili e anche se i beni sono acquistati direttamente dal committente dei lavori.

Vai alla sezione del Business Center con E-book e utilità dedicate alle Ristrutturazioni, Risparmio energetico e tutte le Agevolazioni per la casa

Gli argomenti della Circolare Settimanale per lo Studio n. 5 del 1° Febbraio 2013

INDICE:
LA SETTIMANA IN BREVE
LE PRINCIPALI NOTIZIE FISCALI DELLA SETTIMANA
Pagina 2

LE SCHEDE INFORMATIVE
DICHIARAZIONE IMU ENTRO IL 4 FEBBRAIO, UN BREVE RIEPILOGO
Lunedì 4 febbraio scade il termine per la presentazione della dichiarazione IMU per gli immobili il cui obbligo dichiarativo è sorto dal 1° gennaio 2012. Offriamo un breve riepilogo dell’adempimento.
Pagina 4
IL NUOVO LIMITE DI 5.000 EURO ALLA COMPENSAZIONE DEI CREDITI IVA
Il contribuente che intende utilizzare in compensazione il credito Iva 2012 per importi superiori a € 5.000 deve tener presente le nuove regole più restrittive introdotte dal 1° aprile 2012. La presentazione della dichiarazione IVA 2013 in forma autonoma entro il mese di febbraio consente, tuttavia, di effettuare la compensazione già dal 16.03.2013 e di essere esonerati dall’obbligo di comunicazione dati IVA.
Pagina 7
RIAPERTI I TERMINI PER LA RIVALUTAZIONE DI TERRENI E PARTECIPAZIONI
La Finanziaria 2013 ha riaperto i termini per la rivalutazione del valore dei terreni e delle partecipazioni posseduti alla data del 1° gennaio 2013.
Pagina 10
AGGIORNAMENTO CONTINUO: IL SAPERE PER FARE
IVA 10% E INTERVENTI EDILIZI
Nella nostra consueta rubrica, attraverso una serie di domande e risposte, analizziamo in quali casi si può applicare l’Iva agevolata al 10% per gli interventi di recupero edilizio.
Pagina 14
CASI RISOLTI
Pagina 20

PRASSI DELLA SETTIMANA
LE RISOLUZIONI DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE
Una sintesi dei contenuti delle Risoluzioni dell’Agenzia in ordine cronologico
Pagina 22
I COMUNICATI STAMPA DELL’AGENZIA DELLE ENTRATE
Una sintesi dei contenuti dei Comunicati stampa dell’Agenzia in ordine cronologico
Pagina 23
SCADENZARIO
SCADENZARIO BISETTIMANALE DAL 01.02.2013 AL 18.02.2013
Pagina 24



Prodotti per Aliquote applicabili, Risparmio energetico, Ristrutturazioni Edilizie 2019

10,48 € + IVA
8,90 € + IVA
 

GRATIS


Commenti

Gentile Signora Erario un cliente che sta facendo lavori di manutenzione ordinaria e straordinaria mi ha girato l'articolo da lei scritto e pretende di usufruire dell'Iva agevolata del 10%. Io credo che l'articolo va rivisto perchè mette fuori pista i clienti poco informati in materia.

Commento di Angela Laruffa (09:45 del 19/02/2013)

sarebbe utile conoscere perché la cliente sostiene di dover beneficiare dell'aliquota ridotta e, pertanto, in quale osservazione l'articolo mette fuori pista.

Risposta di Nicola Passlaux (15:21 del 07/04/2013) al commento di Angela Laruffa

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)