HOME

/

FISCO

/

IMPOSTA DI REGISTRO

/

L' IMPOSTA DI REGISTRO SUL VALORE NON SOGGETTO A IVA NELLE CESSIONI DI FABBRICATI SECONDO IL NOTARIATO

L' imposta di registro sul valore non soggetto a IVA nelle cessioni di fabbricati secondo il Notariato

Pubblicato uno studio del Consiglio del Notariato sul nuovo regime IVA delle cessioni di immobili da parte di imprese costruttrici previsto dal Decreto Sviluppo

Nello Studio n. 102-2012/T il Consiglio Nazionale del Notariato ha esaminato le novità introdotte nelle cessioni di fabbricati in regime IVA dall’art. 9 del Decreto “crescita e sviluppo” (DL n. 83/2012) ora in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.
Sinora, le cessioni di abitazioni da parte delle imprese costruttrici, dopo cinque anni dal termine dei lavori, restavano assoggettate in via definitiva al regime di esenzione IVA: se il venditore riceveva acconti esenti da IVA, anche il saldo al rogito era esente e l’atto scontava l’imposta di registro proporzionale in deroga all’applicazione del principio di alternatività tra IVA e Imposta di registro.

Oggi, a seguito della riforma, è invece possibile che l’impresa cedente, in assenza di preliminare, abbia fatturato gli acconti in esenzione IVA (ove sia decorso il quinquennio) ma che, al momento del rogito, eserciti l’opzione per l’IVA: quindi l’operazione potrebbe risultare sottratta all’imposta di registro, tranne che per il saldo (assoggettato a IVA).

1) La proposta del Notariato

Il parere dei notai su questa novità è negativo. In alternativa lo Studio del Notariato propone una soluzione che individua nell’art. 11 del DPR n. 633/72 (“operazioni permutative e dazioni in pagamento”) il principio generale per cui si potrebbe assoggettare l’operazione in parte a IVA ed in parte al registro. Nel sistema dell’IVA infatti ciascuna operazione può essere assoggettata autonomamente ad imposta. La possibilità di “suddividere” la permuta è prevista anche dall’art. 40, comma 2 del DPR n. 131/1986: se una soltanto delle operazioni permutative è assoggettata ad IVA, l’imposta di registro si applica sull’importo relativo alla cessione o alla prestazione non soggetta.

La soluzione prospettata dai Notai prevede inoltre che tale tributo debba essere applicato sul valore dell’immobile al netto della parte di corrispettivo assoggettata a IVA.
Si ricorda che le cessioni interessate dalla nuova norma ricomprendono non solo gli atti che comportano trasferimento della proprietà o costituzione o trasferimento di diritti reali, ma anche le vendite con riserva di proprietà e locazioni con clausola di trasferimento vincolante per entrambe le parti, in quanto anch’esse attuano un trasferimento del bene assimilabile alla proprietà pur se non definitivo.

Per l’individuazione del termine quinquennale invece occorre rifarsi all’art. 6 del DPR n. 633/72: in generale, per le cessioni di immobili, il momento è rappresentato dalla stipula del contratto . Nel caso però gli effetti siano differiti ( fatte salve le vendite con riserva di proprietà e le locazioni con clausola di trasferimento vincolante per le quali resta ferma la regola generale della stipulazione), il termine decorre dal momento in cui gli effetti dell’operazione si producono.
 

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

IMPOSTA DI REGISTRO · 12/07/2021 Cessione di cubatura: La tassazione alla luce delle Sezioni Unite.

Il differente inquadramento del contratto di cessione di cubatura e i risvolti sull'imposta di registro: Le Sezioni Unite chiariscono la situazione

Cessione di cubatura: La tassazione alla luce delle Sezioni Unite.

Il differente inquadramento del contratto di cessione di cubatura e i risvolti sull'imposta di registro: Le Sezioni Unite chiariscono la situazione

La tassazione nella cessione di beni strumentali: esempi

Ipotesi esemplificative di tassazione nella cessione di immobili strumentali

La disciplina del prezzo valore per l'acquisto di immobili

Requisiti ed esempi sull'applicazione della disciplina del prezzo valore agli immobili abitativi

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.