Rassegna stampa Pubblicato il 02/07/2018

Fatturazione elettronica 2018: i servizi già attivi

Fatturazione elettronica

Fattura elettronica 2018 : i servizi gratuiti dell'Agenzia delle Entrate. Software in modalità offline e app "FATTURAe"

Nonostante la proroga dell'entrata in vigore della fatturazione elettronica per le operazioni con i carburanti al 1° gennaio 2019 , sono in vigore da ieri le altre norme relative alla fatturazione elettronica previste nella Legge di Bilancio 2018 (L. 205/2017). In particolare, a partire dal 1° luglio 2018:

  • obbligo di fatturazione elettronica per le prestazioni rese da soggetti subappaltatori e subcontraenti della filiera delle imprese operanti nel quadro di un contratto di appalto con un’amministrazione pubblica.
  • la memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri relativi alle cessioni di carburante da utilizzare come carburanti per motori.
  • pagamento con mezzi tracciabili ( carte di credito, bonifici, ecc..) dell'acquisto di carburante per autotrazione.

L'Agenzia delle Entarte ha messo a disposizioni alcuni servizi

  • l’App “FATTURAe”, con la quale è possibile predisporre e trasmettere le e-fatture in maniera rapida e sicura acquisendo in automatico, tramite QR-Code, le informazioni anagrafiche del cliente con partita Iva. La funzionalità che consente di acquisire il QRCode del cliente è operativa anche sulla procedura web di predisposizione e invio delle fatture elettroniche al Sistema di Interscambio (SdI).
  • il pacchetto software da scaricare sul pc per predisporre le e-fatture anche se non si è connessi a internet

In particolare, come specificato nel comunicato stampa della stessa Agenzia delle Entrate, l’app “FATTURAe” consente ai titolari di partita Iva in possesso delle credenziali Entratel, Fisconline o Spid di predisporre e inviare le fatture elettroniche al Sistema di Interscambio. Attraverso una procedura guidata, l'app aiuta l’utente a predisporre una fattura ordinaria o semplificata tra privati o una fattura verso la Pa. Per agevolare il più possibile l’operatività nei casi di cessione di carburante, consente inoltre di scegliere un modello di fattura ad hoc.

Gli utenti, per predisporre e inviare le fatture elettroniche, possono anche utilizzare la piattaforma web "Fatture e Corrispettivi" che consente di inviare, ricevere (tramite SdI) e conservare – previa sottoscrizione di apposito accordo online – le fatture elettroniche con le nuoveregole tecniche, oltre che di acquisire il QR-Code del cliente. 

Un video-tutorial delle Entrate spiega i vantaggi del QR-Code.

Per approfondire ti segnaliamo:

Fonte: Fisco e Tasse





Commenti

Facciamo un esempio: Tema: come faccio a scaricare spese carburante non sostenute

Svolgimento:

Vado dal mio amico benzinaio, NON FACCIO IL PIENO, gli verso 100 Euro con la carta di credito, lui mi fa la fattura elettronica , mi rende 100 Euro in contanti e siamo a posto tutti e due (perché il benzinaio vende TANTA benzina ai privati che non la scaricano e quindi non richiedono fattura, perciò quel mio "pieno fasullo" si perde nella marea di pieni che lui fa).

Cosa abbiamo risolto ?

NULLA!!!

Però c'è una marea di gente (associazioni, liberi professionisti, venditori di software e altro), già pronta a dividersi questa ulteriore tortina di oneri amministrativi posta a carico di chi svolge una attività.

Penso ai tanti piccoli artigiani che alla sera, dopo aver duramente lavorato tutto il giorno, si mettono a un tavolo e ti preparano la fattura nei blocchetti prestampati (tre copie in carta chimica da numerare a mano), dal prossimo anno saranno COSTRETTI a imparare l'utilizzo del PC, oppure.....dovranno passare dalla loro associazione di categoria che, previo compenso, farà per loro la fattura elettronica.

C'è qualcuno che crede veramente che in questo modo aumenteranno le fatture ?????

Commento di Miky (16:40 del 02/07/2018)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)