Rassegna stampa Pubblicato il 22/06/2004

Iva da restituire sulle manutenzioni

Nota di variazione per le opere edilizie fatturate al 20% nel primi due mesi del 2004

L'agenzia delle Entrate, al paragrafo 10 della circolare 28/E afferma che il recupero dell'Iva pagata in più nel periodo dal 1 gennaio al 27 febbraio 2004 sui lavori di manutenzione edilizia, non è garantito, ma almeno è possibile.
Infatti, secondo l'Agenzia, «il soggetto realizzatore dei lavori ha la facoltà di rettificare l'originaria fatturazione ai sensi dell'art. 26, comma 2, del Dpr 26 ottobre 1972, n. 633». L'impresa può, pertanto, restituire la differenza emettendo una «nota di accredito» (con conseguente annotazione dell'importo nel registro acquisti).

Ti potrebbe interessare Modello IVA 2019 (excel) file excel di supporto per la precompilazione automatica della dichiarazione “Modello IVA 2019” (relativa all’anno 2018), conforme al modello ministeriale, e tante altre utilità nella sezione Speciale Dichiarazioni fiscali 2019 del Business Center.

Ti potrebbe interessare:  Tutto sulle Imprese edili (Pacchetto) pacchetto completo di 3 eBook in pdf sugli aspetti gestionali, contabili e fiscali delle imprese edili, applicazione dell'Iva con 100 casi risolti.

Ti puo interessare anche il nuovo e book "La busta paga in edilizia" guida ed esempi di compilazione di M.C. Prudente (E-book 58 pagine)

Fonte: Il Sole 24 Ore





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)