HOME

/

FISCO

/

LEGGE DI BILANCIO 2024

/

FONDO PICCOLI COMUNI A VOCAZIONE TURISTICA: DOMANDE ENTRO IL 23 SETTEMBRE

Fondo Piccoli Comuni a vocazione turistica: domande entro il 23 settembre

Attiva dal 17 luglio la piattaforma per le domande di incentivo per i piccoli comuni a vocazione turistica: 34ML totali fino al 2025

Ascolta la versione audio dell'articolo

Con un avviso del 9 agosto, il Ministero del Turismo informa di una proroga della misura agevolativa riguardante i Comuni a vocazione turistica.

Nel dettaglio, il termine previsto al 9 settembre 2023 per la presentazione delle domande a valere sul Fondo Piccoli Comuni a vocazione turistica sotto i 5000 abitanti, come richiesto da ANCI, è prorogato alle ore 9.00 del 23 settembre 2023.

Ricordiamo che come definito all’art. 7 dell’Avviso pubblico del 07 giugno dalle ore 12 del 17 luglio 202 e fino alle ore 12 del 9 settembre, termine prorogato al 23.09, è possibile accedere alla piattaforma informatica realizzata dal Ministero del Turismo al seguente link, per effettuare domanda di finanziamento dei progetti finalizzati alla valorizzazione dei comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti, classificati dall’Istituto nazionale di statistica come comuni a vocazione turistica.

Fondo Piccoli Comuni a vocazione turistica: cosa riguarda

Con il decreto interministeriale del 14 aprile 2023 è data attuanzione a quanto previsto dalla legge di bilancio 2023 per i comuni a vocazione turistica.

Ricordiamo infatti che, la Legge di Bilancio 2023 con l’articolo 1, comma 607 istituisce nello stato di previsione del Ministero del turismo il Fondo Piccoli Comuni a vocazione turistica, con una dotazione di:

  • 10 milioni per il 2023 
  • 12 milioni per ciascuno degli anni 2024 e 2025.

Il fondo è destinato a finanziare progetti di valorizzazione dei comuni classificati dall’ISTAT a vocazione turistica (leggi anche Comuni a vocazione turistica: cambiano le tabelle ISTAT ) con meno di 5.000 abitanti, al fine di incentivare interventi innovativi di accessibilità, mobilità, rigenerazione urbana  sostenibilità ambientale 

Fondo Piccoli Comuni a vocazione turistica: chi riguarda

Il Fondo piccoli comuni a vocazione turistica ha come obiettivo la valorizzazione dei comuni con popolazione inferiore a 5.000 abitanti, classificati dall’Istituto nazionale di statistica come comuni a vocazione turistica, così da incentivare interventi innovativi nell’ambito dell’accessibilità, della mobilità, della rigenerazione urbana e della sostenibilità ambientale.

Nel dettaglio possono presentare domanda di finanziamento i Comuni italiani che siano in possesso di entrambi i seguenti requisiti:

  • a) popolazione residente Istat inferiore a 5.000 abitanti. Il possesso del requisito è riferito all’ultima rilevazione ISTAT disponibile alla data di pubblicazione dell’avviso. 
  • b) appartenenza, alla data di pubblicazione dell’Avviso, del Comune, con riferimento alla “Classificazione ISTAT dei Comuni italiani in base alla densità turistica come indicato dall’articolo 182 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito con modificazioni dalla legge 17 luglio 2020, n. 77”, in una delle seguenti categorie turistiche prevalenti: 
    • B - Comuni a vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica; 
    • C - Comuni con vocazione marittima; 
    • D - Comuni del turismo lacuale; 
    • E - Comuni con vocazione montana; 
    • F - Comuni del turismo termale; 
    • G - Comuni a vocazione marittima e con vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica; 
    • H - Comuni a vocazione montana e con vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica; 
    • L1 - Comuni a vocazione culturale, storica, artistica e paesaggistica e altre vocazioni; 
    • L2 - Altri comuni turistici con due vocazioni; P - Comuni turistici non appartenenti ad una categoria specifica

Fondo Piccoli Comuni a vocazione turistica: gli interventi agevolabili

L'avviso specifica inoltre che, gli interventi oggetto di agevolazione devono essere finalizzati a:

  1. accrescere l’accessibilità e la fruizione dell’offerta turistica da parte di persone con disabilità;
  2. sostenere la creazione e lo sviluppo di nuovi itinerari e destinazioni turistiche, che valorizzino l’identità territoriale e la vitalità culturale dei piccoli comuni;
  3. riqualificare tramite infrastrutture gli ambienti urbani e le aree oggetto di dissesto idrogeologico ai fini della fruizione turistica dell’area;
  4. potenziare forme di mobilità sostenibile (es. ricoveri e/o depositi per biciclette; campeggi; turismo en plein air; turismo sulle vie d’acqua, marine, lacuali e fluviali e porti turistici);
  5. creare, produrre e diffondere gli spettacoli dal vivo e festival;
  6. promuovere e sviluppare il turismo locale del settore primario e delle attività artigianali tradizionali;
  7. ridurre l’impatto ambientale del turismo;
  8. incrementare la sostenibilità ambientale della destinazione turistica.

Fondo Piccoli Comuni a vocazione turistica: presenta la domanda dal 17 luglio

Le domande di partecipazione possono essere presentate dai soggetti in possesso dei requisiti tramite la piattaforma informatica del Ministero appositamente realizzata, a partire dal 17 luglio 2023.

Viene precisato che, eventuali richieste di informazioni/chiarimenti dovranno essere inoltrate all’ indirizzo:

Si specifica tranttandosi di una misura pluriennale, possono essere presentate anche istanze a valenza pluriennale per il periodo 2023-2025, in coerenza con la capienza finanziaria prevista per ciascuna annualità

L’entità del contributo concedibile per ciascun progetto è non superiore alla misura massima del 100% della spesa ammissibile e ad euro 500.000,00 (cinquecentomila/00) per ciascuna annualità, per la progettazione e la realizzazione di ciascun intervento. 

Le proposte progettuali non potranno essere inferiori ad un ammontare annuo pari a euro 150.000,00 (euro centocinquantamila/00). 

Attenzione al fatto che le attività di compilazione e di presentazione telematica delle domande di finanziamento ( accedi qui per tutto l'occorrente) dovranno essere completate, a pena di esclusione, entro le ore 12:00 del 09 settembre 2023. 

Allegati

Decreto interministeriale Turismo 14.04.2023 Fondo Comuni vocazione turistica
Avviso Turismo 07.06.2023 Fondo piccoli comuni vocazione turistisca

Tag: LEGGE DI BILANCIO 2024 LEGGE DI BILANCIO 2024

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

PACE FISCALE 2023 · 29/02/2024 Rottamazione quater: il nuovo calendario dei pagamenti

Le prime tre rate della Rottamazione quater al 15 marzo. La Riscossione specifica che valgono anche i 5 gg di tolleranza, quindi pagamenti validi entro il 20 marzo

Rottamazione quater: il nuovo calendario dei pagamenti

Le prime tre rate della Rottamazione quater al 15 marzo. La Riscossione specifica che valgono anche i 5 gg di tolleranza, quindi pagamenti validi entro il 20 marzo

Milleproroghe 2024: le principali misure prorogate

Legge di conversione del Milleproroghe 2024: proroga per rottamazione, obbligo sdi spese sanitarie, irpef agricoltori, assemblee da remoto, esenzione IVA ets e altre

Milleproroghe 2024 convertito in legge: il testo coordinato con le novità

Pubblicata in GU la Legge n. 18/2024 di conversione del decreto Milleproroghe (DL n. 215/2023), contenente disposizioni urgenti in materia di termini normativi

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.