HOME

/

FISCO

/

LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI

/

QUEL CHE RESTA DELLA RIFORMA FISCALE ALL’APPRODO DEL PRIMO VOTO

Quel che resta della riforma fiscale all’approdo del primo voto

La legge delega per la riforma dell’Irpef attende l’approvazione della Commissione finanze per poter approdare alla Camera per il primo voto

Anche i lettori più interessati alle cronache fiscali saranno ormai annoiati al solo leggere l’espressione riforma fiscale.

Partita con le più altisonanti intenzioni, dopo tante audizioni e illustri pareri, sono presto arrivate le prime modifiche e i successivi ridimensionamenti; così la riforma fiscale, che sarebbe più corretto definire riforma dell’Irpef, oggi nella forma di legge delega, in attesa dell’approvazione della Commissione finanze, dopo il quale approderà alla Camera per il primo voto, da l’impressione di sgonfiarsi sempre più con l’avvicinarsi del traguardo del suo varo.

Sembrano ormai definitivamente superate le ipotesi di una riforma di portata tale da superare la logica dell’attuale sistema fiscale: secondo le anticipazioni fornite dal sottosegretario all’economia Federico Freni, intervenuto al Tax Advisory Summit di ItaliaOggi, la nuova formulazione del testo della legge delega dovrebbe concentrarsi su:

  • una uscita morbida dal regime forfetario, per i redditi compresi tra i 65.000 euro e gli 85.000 euro, che potrebbe rappresentare l’anticipazione di un futuro (ma contrastato) allargamento del perimetro del regime agevolato;
  • un nuovo cashback fiscale;
  • l’eliminazione del sistema della ritenuta d’acconto per i professionisti;
  • il passaggio a un sistema di versamento mensile degli acconti delle imposte sui redditi.

Anche prescindendo dal paragone con gli interventi inizialmente ipotizzati, più di un anno fa, all’inizio del processo che avrebbe dovuto portare alla riforma fiscale, è difficile non constatare come le caratteristiche delle misure in discussione con molta difficoltà permettono ancora di poter parlare di riforma, dato che la profondità delle modifiche apportate al sistema fiscale non lo modificano nel suo carattere.

Gli interventi previsti, la cui efficacia potrà essere valutata solo in sede d’attuazione, se confermati, non avranno un impatto tale da rimodernare il sistema fiscale o migliorane la competitività; tuttavia, in ogni caso, con l’eccezione del cashback fiscale, le altre misure proposte costituiscono dei punti sensibili in relazione ai quali un intervento sarebbe stato comunque opportuno.

Lo svantaggio (fiscale ma anche amministrativo) che il contribuente in regime forfetario subisce nel passaggio al regime ordinario costituisce un disincentivo allo sviluppo dell’attività economica.

Il sistema della ritenuta d’acconto dei professionisti priva il contribuente di risorse altrimenti immediatamente disponibili.

La mensilizzazione dei versamenti delle imposte per i lavoratori autonomi, i professionisti e le ditte individuali può agevolare il contribuente nella gestione della liquidità, sempre che tale sistema, oltre che per gli acconti d’imposta, sia previsto anche per i saldi e per i contributi previdenziali.

Tag: LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI LE RIFORME DEL GOVERNO DRAGHI

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

NEXT GENERATION EU E RECOVERY FUND · 01/07/2022 Agevolazione piscine: nuovo contributo nel PNRR2

La legge di conversione del Decreto PNRR 2 prevede un contributo in conto capitale per proprietari di piscine localizzate in certe regioni. Vediamo i dettagli

Agevolazione piscine: nuovo contributo nel PNRR2

La legge di conversione del Decreto PNRR 2 prevede un contributo in conto capitale per proprietari di piscine localizzate in certe regioni. Vediamo i dettagli

Caro energia: i dettagli del nuovo Decreto del 30 giugno

Il Consiglio dei Ministri n 85 ha approvato nuove misure per sostenere le famiglie e le imprese. Leggiamo il contenuto della conferenza stampa di ieri 30 giugno

Pagamenti POS: sanzioni da oggi 30 giugno per chi non li accetta

Le sanzioni per esercenti e professionisti che non accettano i pagamenti POS scattano dal 30 giugno 2022

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.