HOME

/

FISCO

/

ADEMPIMENTI IVA 2022

/

FATTURA NON PAGATA E DIRITTO ALLA DETRAZIONE IVA: I CHIARIMENTI DELLE ENTRATE

Fattura non pagata e diritto alla detrazione IVA: i chiarimenti delle Entrate

Autofattura: i chiarimenti delle Entrate su un caso di fattura passiva non pagata e detrazione dell'IVA

Con Risposta a interpello n 175 del 6 aprile 2022 le Entrate forniscono chiarimenti in merito ad un caso di IVA detratta su fattura non pagata. 

L'Istante è un coltivatore diretto che ha avviato la costruzione di vasche e silos insistenti su un terreno di proprietà al 100% del padre

I lavori di costruzione sono stati eseguiti in vari anni e  l'impresa costruttrice ha emesso regolari fatture che sono state tutte pagate, tranne l'ultima fattura a saldo.

Questa, infatti, è stata contestata dal contribuente e non pagata poiché il lavoro non è stato terminato, causando l'impossibilità di utilizzo delle vasche e dei silos. 

L'Istante precisa che nel frattempo è intervenuto il fallimento della società costruttrice, con conseguente cessazione della partita IVA.

Inoltre egli specifica che l'IVA a credito relativa alla fattura non saldata è stata detratta al momento della registrazione del documento fiscale, ma non è stata utilizzata in compensazione e non è stata richiesta a rimborso.

Il fornitore avrebbe dovuto emettere nota di credito a storno totale della fattura a saldo per il lavoro non terminato, ma detta nota di credito non è mai stata emessa. 

L'Istante chiede chiarimenti in merito alla sorte dell'iva detratta relativamente alla fattura non saldata perché riferita ai lavori di costruzione dell'impianto contestati al prestatore. 

Le Entrate specificano che in merito all'IVA a credito sulla fattura a saldo non pagata per la realizzazione dell'impianto si fa presente che l'articolo 26, comma 2, del d.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633 (decreto IVA), prevede che "Se un'operazione per la quale sia stata emessa fattura, successivamente alla registrazione di cui agli articoli 23 e 24, viene meno in tutto o in parte, o se ne riduce l'ammontare imponibile, in conseguenza di dichiarazione di nullità, annullamento, revoca, risoluzione, rescissione e simili o in conseguenza dell'applicazione di abbuoni o sconti previsti contrattualmente, il cedente del bene o prestatore del servizio ha diritto di portare in detrazione ai sensi dell'articolo 19 l'imposta corrispondente alla variazione, registrandola a norma dell'articolo 25"

La variazione in diminuzione costituisce, dunque, una facoltà del cedente/prestatore, alla quale lo stesso può rinunciare e non un obbligo in assenza del cui adempimento il cessionario/committente deve procedere ai sensi degli articoli 17, comma 2, del d.P.R. n. 633 del 1972 (procedura peraltro riservata alle operazioni "effettuate nel territorio dello Stato da soggetti non residenti") e 6, comma 8, del d.lgs. 18 dicembre 1997, n. 471 (c.d. "autofattura denuncia") o tramite altra forma di "auto-fatturazione". 

Si osserva infine che il mancato pagamento della fattura non incide di per sé sui principi generali dettati dal d.P.R. N. 633 del 1972 per l'esercizio del diritto alla detrazione. 

Ti consigliamo l'e-book aggiornato 2022 intitolato:

  • Autofatture Guida sull'autofattura, quali i casi di emissione, i dati che contiene, ipotesi di trasmissione elettronica e casi pratici di compilazione - pdf 64 pagine

Allegato

Risposta a interpello n 175 del 6 marzo 2022

Tag: ADEMPIMENTI IVA 2022 ADEMPIMENTI IVA 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

BONUS FISCALI E CREDITO D'IMPOSTA · 17/06/2022 Aliquote IVA e crediti settore gas: la Circolare 20 delle Entrate

Chiarimenti dell'Agenzia su aliquota IVA ridotta e crediti per il settore gas. Specifiche anche per la cessione dei numerosi crediti di imposta per le imprese gasivore

Aliquote IVA e crediti settore gas: la Circolare 20 delle Entrate

Chiarimenti dell'Agenzia su aliquota IVA ridotta e crediti per il settore gas. Specifiche anche per la cessione dei numerosi crediti di imposta per le imprese gasivore

Termini presentazione integrativa IVA: quando non è possibile differirli

Le Entrate nell'interpello n 328 negano la dilazione dei termini per modificare la scelta sul credito Iva nel caso di ritardo di consegna documentazione integrativa

Istanza di rimborso IVA: creditore di procedura fallimentare con attività cessata

Creditore fallimentare cessato e recupero dell'IVA di rivalsa non incassata : i chiarimenti delle entrate sulla legittimità della istanza di rimborso IVA

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.