IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 23/04/2021

PNRR : ecco le schede del MEF al vaglio del CDM

di Grandoni Veronica

Tempo di lettura: 1 minuto
Draghi recovery

All'esame del Consiglio dei ministri il Recovery plan: 221,5 miliardi di euro di cui 191,5 inquadrati nel Recovery fund e 30 derivanti dal fondo complementare.

Ascolta la versione audio dell'articolo
Commenta Stampa

La corsa all’approvazione del Recovery Plan italiano accelera ed  è previsto in Consiglio dei ministri per il primo esame della nuova bozza. Il Piano nazionale di ripresa e resilienza sarà oggetto di due diverse riunioni del Consiglio dei ministri.

Lunedì e martedì il premier Draghi illustrerà il piano alle Camere, che si esprimeranno con un voto dopo la sua informativa. Solo dopo, tra il 28 e il 29 aprile, dovrebbe esserci il secondo Consiglio dei ministri, per l'esame e il voto finale del Pnrr, prima dell'invio alla Commissione europea, in programma per il 30 aprile.

Sono pubbliche le schede di presentazione del MEF che presentano il nuovo Pnrr. Il Governo propone un approccio integrato tra Pnrr e fondo complementare, con medesimi obiettivi e condizioni.

Gli investimenti sono raggruppati in 16 componenti, a loro volta organizzate in sei missioni: a digitalizzazione, innovazione, competitività e cultura, vanno 42,5 miliardi; a rivoluzione verde e transizione ecologica vanno 57 miliardi; 25,3 miliardi vanno a infrastrutture per la mobilità sostenibile con 25,3 mld; 31, 9 miliardi a istruzione e ricerca; 19,1 miliardi a inclusione e coesione e poi salute con 15,6 mld.

Crescono le risorse per l'istruzione e la ricerca, da 26,66 miliardi di euro a 31,9.

Due sono le riforme strutturali più importanti:

1. Pubblica Amministrazione

2. Giustizia.

Gli impatti socioeconomici attesi sono:

a. una ripresa più robusta;

b. una dinamica sostenuta nel corso degli anni;

c. incrementare la produttività attraverso innovazione, digitalizzazione, investimenti in capitale umano;

d. la crescita media del PIL 2022-26 sarà di 1,4 punti più alta rispetto al 2015-2019;

e. nel 2026 il PIL sarà di 3 punti percentuali più alto rispetto allo scenario di base (senza il PNRR).

Fonte: Governo Italiano



Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Rivalutazione beni ammortizzabili DL 104/2020 (Excel)
In PROMOZIONE a 99,90 € + IVA invece di 129,00 € + IVA fino al 2022-01-06
Prestito Extra 2021 - Verifica della regolarità
In PROMOZIONE a 54,90 € + IVA invece di 64,90 € + IVA fino al 2060-12-31
Gestione fiscale del fondo svalutazione crediti (excel)
In PROMOZIONE a 22,90 € + IVA invece di 24,90 € + IVA fino al 2022-12-31
Analisi di Bilancio - Pacchetto completo (pdf + excel)
In PROMOZIONE a 91,70 € + IVA invece di 130,75 € + IVA fino al 2060-12-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE