HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

DIVIETI LAVORO PERIODO POST-PARTO: LE ISTRUZIONI AGGIORNATE

1 minuto, Redazione , 07/04/2021

Divieti lavoro periodo post-parto: le istruzioni aggiornate

Indicazioni dell'ispettorato del lavoro sull' interdizione al lavoro delle lavoratrici madri in periodo successivo al parto Nota n. 533 del 2 aprile 2021.

Ascolta la versione audio dell'articolo

Nella nota n. 553 del 2.4.2021 l'ispettorato nazionale del lavoro fornisce le indicazioni  in tema di interdizione post partum  a determinate mansioni lavorative , come previste dagli  artt. 6-7- 17, D.Lgs. n. 151/2001, con l'obiettivo di  uniformare l’attività degli Uffici territoriali.  I chiarimenti  sono stati condivisi con il Ministero del lavoro e delle politiche sociali .

 In sintesi le indicazioni sono le seguenti:

1 - Divieto di adibizione delle lavoratrici madri al trasporto e al sollevamento pesi : E' sufficiente la mera constatazione della adibizione della lavoratrice madre a mansioni di trasporto e al sollevamento di pesi, a prescindere  che esso sia stato o no valutato all’interno del DVR. In tal senso propende sia l’interpretazione della giurisprudenza di merito , sia le pregresse indicazioni del Ministero del lavoro (interpello n. 28/2008 e nota prot. n. 37/0007553 del 29 aprile 2013)

L'ispettorato precisa che la posizione giuridica vantata dalla lavoratrice in termini di diritto soggettivo, non giustifica significativi margini di valutazione neanche in termini di discrezionalità tecnica in ordine alla verifica delle effettive condizioni di lavoro della lavoratrice. 

2 - Termine finale da indicare nel provvedimento di interdizione post partum nelle ipotesi di parto prematuro Come noto l’art. 16, comma 1 lett. d), del D.Lgs. n. 151/2001, per le  ipotesi in cui il parto avvenga in data anticipata rispetto a quella presunta, prevede che i giorni antecedenti al parto non goduti a titolo di astensione obbligatoria si aggiungano al periodo di congedo obbligatorio di maternità post-parto. Lo stesso principio si applica nell'interdizione fino al settimo mese dopo il parto e pertanto i giorni di congedo obbligatorio ante partum non fruiti si aggiungono al termine della fruizione dei sette mesi decorrenti dalla data effettiva del parto. (v. circolare INPS  n. 69/2016) . Quindi  il provvedimento di interdizione adottato dall’ITL dovrà indicare la data effettiva del parto e far decorrere da tale data i sette mesi di interdizione post partum aggiungendo, ai predetti sette mesi, i giorni non goduti a causa del parto prematuro .

3 - Provvedimento di interdizione a seguito di pronuncia giurisdizionale e necessità di  istanza di indennità sostitutiva.

Anche in presenza di sentenza dichiarativa circa la sussistenza del diritto sono sempre necessarie:

  • l’emanazione da parte dell’ITL del relativo provvedimento amministrativo 
  • la richiesta all’INPS.

Allegato

Nota INL 553 del 2.4.2021

Tag: LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO POLITICHE DEL LAVORO FEMMINILE POLITICHE DEL LAVORO FEMMINILE LAVORO DIPENDENTE LAVORO DIPENDENTE

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

REDDITO DI CITTADINANZA · 24/09/2021 Reddito di cittadinanza: al via le domande del bonus extra per nuove attività

Inps ha pubblicato le istruzioni per la richiesta delle 6 mensilità aggiuntive di Reddito di Cittadinanza per chi apre un attività. In arrivo un ulteriore circolare

Reddito di cittadinanza: al via le domande del bonus extra per nuove attività

Inps ha pubblicato le istruzioni per la richiesta delle 6 mensilità aggiuntive di Reddito di Cittadinanza per chi apre un attività. In arrivo un ulteriore circolare

Pensioni: ecco  l'elenco dei nuovi lavori usuranti e gravosi:

La proposta di nuove mansioni usuranti e gravose che potrebbe entrare nella riforma previdenziale prevista per il prossimo anno, in sostituzione di Quota 100

Concorso Guardia di finanza 2021:1409 posti disponibili

Bando, requisiti, posti disponibili, come fare domanda per il concorso Guardia di finanza 2021 per 1409 allievi con diploma superiore - Scadenza 9 ottobre 2021

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.