HOME

/

FISCO

/

ADEMPIMENTI IVA 2021

/

CESSIONE DI DENTIFRICI E IVA ORDINARIA: L'AGENZIA DELLE ENTRATE RISPONDE A INTERPELLO

2 minuti, Redazione , 16/09/2020

Cessione di dentifrici e IVA ordinaria: l'Agenzia delle entrate risponde a interpello

I dentifrici che non rientrano nella nomenclatura combinata alla voce “3004” non godono della IVA agevolata.

L’agenzia delle entrate con Risposta a interpello n 335 del 10 settembre 2020 chiarisce che rientrano tra le operazioni soggette ad IVA agevolata al 10% 

  • le cessioni di “medicinali pronti per l’uso umano o veterinario, compresi i prodotti omeopatici; sostanze farmaceutiche e articoli di medicazione di cui le farmacie devono obbligatoriamente essere dotate secondo la farmacopea ufficiale” 
  • e le cessioni riguardanti “i dispositivi medici a base di sostanze, normalmente utilizzate per cure mediche, per la prevenzione delle malattie e per trattamenti medici veterinari, classificabili nella voce 3004 della nomenclatura combinata

Non vi rientrano invece quelle dei prodotti come nel caso di specie classificati alla voce “3306”, e vediamo il perché.

La società istante ha sede in Italia e svolge attività di commercio all’ingrosso di prodotti farmaceutici inclusi dentifrici venduti come dispositivi medici

La Legge di Bilancio 2019 ha esteso l’applicazione della aliquota rifotta IVA ai dispositivi medici a base di sostanze classificabili alla voce “3004” della Nomenclatura Combinata.

In particolare "i dispositivi medici a base di sostanze normalmente utilizzate per cure mediche, per la prevenzione delle malattie e per trattamenti medici e veterinari, classificabili nella voce 3004" della Nomenclatura Tariffaria e Statistica e della Tariffa Doganale Comune, devono intendersi compresi nel numero 114) della tabella A, parte terza, allegata al d.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633. 

Ai sensi del numero 114) la vendita di "medicinali pronti per l'uso umano o veterinario, compresi i prodotti omeopatici; sostanze farmaceutiche ed articoli di medicazione di cui le farmacie devono obbligatoriamente essere dotate secondo la farmacopea ufficiale" è soggetta all'aliquota IVA ridotta del 10%.

La società istante vendendo dentifrici come dispositivi medici domanda all'agenzia se per le cessioni di due dei propri prodotti possa applicare l’aliquota agevolata e chiede parere sulla idoneità degli stessi ad essere considerati come dispositivi medici rientranti nel campo di applicazione dell’IVA al 10%.

L’istante ha ottenuto dall'Agenzia delle Dogare un parere di accertamento tecnico in base al quale i prodotti in questione devono essere classificati nel Capitolo 33 della Tariffa Doganale alla voce “3306” con sottovoce “3306 10” corrispondere ai dentifrici.

Egli, benché questi prodotti non rinetrino nella voce “3004” inclusi tra quelli agevolati, ritiene che, possano avere ugualmente l'agevolazione IVA in quanto soddisfano altri requisiti previsti dalla norma, e in quanto utilizzati alla stregua di dispositivi medici per prevenire malattie.

L’agenzia delle entrate non cocorda con la soluzione del contribuente e chiarisce che la circolare Circolare n 8/E del 2019 si è espressa in merito all’art 1 comma 3 della Legge di Bilancio su citata, specificando che nell’ambito del n 114) della Tabella A tra i beni soggetti ad aliquota agevolata rientrano "i dispositivi medici a base di sostanze, normalmente utilizzate per cure mediche, per la prevenzione delle malattie e per trattamenti medici e veterinari, classificabili nella voce 3004 della nomenclatura combinata (...)".

Aggiunge inoltre che visti i chiarimenti contenuti nel paragrafo 9 della Circolare n 32/E del 2010 la classificazione merceologica di un prodotto rientra nella competenza esclusiva della Agenzia delle Dogane la quale nel caso di specie ha rilasciato parere tecnico.

I suddetto parere tecnico ha incluso i prodotti commercializzati dall’istante nella voce 3306 e sottovoce 3306 10 e non in quella 3004, ai quali spetta agevolazione, pertanto le  cessioni dei prodotti commercializzati dall'istante saranno soggette ad aliquota ordinaria.

In merito all'IVA e ai rispettivi adempimenti potrebbero interessarti i seguenti prodotti:

  • Modello IVA 2022 (excel in cloud) - 100 anagrafiche per la precompilazione automatica della dichiarazione “Modello IVA 2022” (anno 2021), conforme al modello ministeriale

Allegato

Risposta a interpello del 10.09.2020 n. 335

Tag: ADEMPIMENTI IVA 2021 ADEMPIMENTI IVA 2021

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

OPERAZIONI INTRA ED EXTRA COMUNITARIE 2021 · 25/01/2022 Regime OSS non UE: chi può utilizzarlo?

Il regime speciale OSS si distingue in OSS UE e OSS non UE. Vediamo quando si utilizza il secondo

Regime OSS non UE: chi può utilizzarlo?

Il regime speciale OSS si distingue in OSS UE e OSS non UE. Vediamo quando si utilizza il secondo

Riapertura PIVA per esercitare la rivalsa: quando è possibile

Il caso di un professionista che ha versato maggiori imposte a seguito dell'accertamento e vuole esercitare la rivalsa riaprendo la PIVA per poi richiuderla

Esenzione IVA: non spetta per i test diagnostici per controlli su assunzione stupefacenti

L'art 124 del Decreto rilancio valido ai fini dell'agevolazione IVA sulle cessione di prodotti anti covid è tassativo e non vi rientrano i test diagnostici in vitro di altro genere

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.