IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 06/07/2020

DURF appalti dal 21 luglio riparte il controllo sulle ritenute

Tempo di lettura: 1 minuto
ritenute appalti domino

Scade il 21 luglio la proroga di validita dei certificati di regolarita fiscale DURF per gli appalti con ritenute superiori a 200 mila euro. Attenzione a versamenti e comunicazioni

Commenta Stampa

 Scade il 21 luglio la proroga fissata dal decreto liquidità (Dl 23/2020) per i certificati di regolarità fiscale relativi alle ritenute (cd. DURF)  effettuate dal prestatore in procedure di appalto  di valore superiore a 200mila euro,  emessi entro il mese di febbraio. Cio significa che i controlli sulle ritenute  potranno interessare molte aziende , prima escluse  in presenza del Durf.  L'articolo 4 del Dl 124/2020  richiede infatti che  l’appaltatore, una volta effettuato il versamento  trasmetta al committente le deleghe di versamento, consentendogli di fare le verifiche.  Il DURF permette appunto di essere esonerati da quest'obbligo. Viene emesso in presenza di determinati requisiti ( tra cui l'esistenza da almento tre anni, la regolarita contributiva , l'assenza di debiti insoddisfatti). 

Possibile un grande affollamento agli sportelli  in questo mese di luglio   per le imprese  che hanno fatto richiesta di certificazione a febbraio e nel mese di marzo,  dato che i certificati hanno durata 4 mesi. 

Da segnalare inoltre che la moratoria sulle sanzioni prevista con la circolare 1/E dell’agenzia delle Entrate del 12 febbaio 2020 ,  è scaduta il  30 aprile scorso. Necessario quindi per le imprese fare molta attenzione  e effettuare le comunicazioni entro il termine del 21 luglio in quanto  le irregolarita prevedono anche la sospensione dei pagamenti da parte dei committenti obbligati  e la segnalazione all'Agenzia  entro 90 giorni, a pena  sanzioni anche per i committenti.

"Nel caso in cui, nei primi mesi di applicazione della norma (e, in ogni caso, non oltre il 30 aprile 2020), l’appaltatore abbia correttamente determinato  ed effettuato i versamenti delle ritenute fiscali (salvo il divieto di compensazione  e connesse eccezioni di cui al par. 4.1.), senza utilizzare per ciascun committente distinte deleghe, al committente non sarà contestata la violazione prevista al  comma 4 dell’articolo 17-bis connessa all’inottemperanza agli obblighi previsti dai commi 1 e 3 del medesimo articolo, a condizione che sia fornito al  committente medesimo, entro il predetto termine, la documentazione indicata"

Ti potrebbe interessare il Focus sul Business Center su Accertamento e Contenzioso

Ti può essere utile l'e-book Strumenti deflattivi del Contenzioso tributario (eBook)

Fonte: Il Sole 24 Ore


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

La significativita' di revisione (Excel)
In PROMOZIONE a 12,90 € + IVA invece di 16,90 € + IVA fino al 2020-12-15
Calcolo Credito imposta Ricerca e Sviluppo 2020 (excel)
In PROMOZIONE a 54,90 € + IVA invece di 64,90 € + IVA fino al 2020-12-15
Partita Doppia 1: Scritture di esercizio
Scaricalo a 14,90 € + IVA

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE