IN PRIMO PIANO:

Rassegna Stampa Pubblicato il 24/06/2020

Collaborazioni COVID e cumulo con Quota 100

Tempo di lettura: 2 minuti
misure sostegno covid

Regole sulla cumulabilita tra redditi per le collaborazioni emergenziali dei sanitari in pensione e Quota 100. Due le comunicazioni da fare. Qui il modulo

Commenta Stampa

A seguito dell'emergenza epidemiologica, per la necessità di potenziamento del Servizio sanitario nazionale il decreto-legge 9 marzo 2020, n. 14, ha previsto misure  straordinarie per il conferimento di incarichi di lavoro autonomo con durata non superiore a sei mesi, e comunque entro il termine
dello stato di emergenza, a dirigenti medici, veterinari e sanitari nonché al personale infermieristico e agli operatori sociosanitari anche già collocati in pensione. 

Per questo è stata prevista una deroga all’incumulabilità tra redditi da  lavoro autonomo e trattamento pensionistico  presente nel decreto legge istitutivo di Quota 100 (decreto-legge 28 gennaio 2019, n. 4) .

Successivamente la legge di conversione del decreto Cura Italia, entrata in vigore il 30 aprile 2020  ha abrogato l'intero decreto 14  e parzialmente modificato la disciplina di cumulabilità, escludendo gli incarichi di collaborazione attribuiti a partire da tale data .
Nella circolare 74 del 22 giugno INPS , sulla base delle recenti indicazioni ministeriali fornite  con nota prot.  n. 6321 del 16 giugno 2020, illustra appunto le modalità di applicazione dell’incumulabilità tra redditi da lavoro autonomo per incarichi conferiti e connessi  all’emergenza epidemiologica da COVID-19 e il trattamento pensionistico . 

L'istituto precisa che "nel recepire le indicazioni fornite dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali  resta confermata la cumulabilità dei redditi da lavoro autonomo  con la pensione quota 100,  con riferimento agli incarichi di lavoro autonomo conferiti dal 10 marzo al 29 aprile 2020 (periodo di vigenza dello stesso decreto) al personale medico e infermieristico .

Per non vedersi sospeso  l'assegno pensionistico  gli interessati sono  tenuti a:

  1. comunicare alle Strutture territoriali competenti , attraverso gli indirizzi di posta  elettronica istituzionale o di posta elettronica certificata  di avere svolto  l’attività lavorativa in forma autonoma, anche come collaborazione coordinata e continuativa,  per emergenza da COVID-19, indicando la durata del relativo incarico.
  2. Al termine dello stato di emergenza sanitaria, gli interessati dovranno integrare la  comunicazione allegando:
  • il modello “AP139”, disponibile sul sito istituzionale al seguente indirizzo: “Prestazioni e Servizi” > “Tutti i moduli” > “Assicurato Pensionato” e compilando, in particolare, la sezione 4,  dedicata alle fattispecie reddituali cumulabili   con  l’indicazione “Emergenza COVID-19” nel campo relativo all’attività lavorativa, e
  • la documentazione attestante il conferimento dell’incarico.

Fonte: Inps


Lascia un commento

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
Entra

Seguici sui social

Iscriviti al PODCAST

Scarica le nostre APP!

fiscoetasse

Libreria FISCOeTASSE

Circolari ed e-book
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse
app-fiscoetasse

FISCOeTASSE News

Tutte le notizie gratis
app-ios-fiscoetasse app-android-fiscoetasse

Tools Fiscali

Affrancamento terreni 2020 (excel)
Scaricalo a 39,90 € + IVA
Valutazione d'azienda e Affrancamento: Pacchetto
In PROMOZIONE a 119,90 € + IVA invece di 159,96 € + IVA fino al 2030-12-31
Superbonus 110 per cento: calcolo del beneficio (Excel)
In PROMOZIONE a 89,90 € + IVA invece di 99,90 € + IVA fino al 2020-11-10
Busta Paga Colf 2020 - Foglio di calcolo (excel)
In PROMOZIONE a 29,90 € + IVA invece di 34,90 € + IVA fino al 2021-03-31

Le nostre skill - ALEXA

FISCOeTASSE NOTIZIE

Skill FISCOeTASSE Notizie

FISCOeTASSE

Skill FISCOeTASSE