HOME

/

FISCO

/

EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS

/

ACCERTAMENTO DEGLI UFFICI: PROROGA TERMINI DECADENZA E PRESCRIZIONE AL 2022

1 minuto, Redazione , 08/04/2020

Accertamento degli Uffici: proroga termini decadenza e prescrizione al 2022

La Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 8 chiarisce le attività e le annualità soggette a proroga

Ascolta la versione audio dell'articolo

Con riferimento ai termini di prescrizione e decadenza:

  • relativi all'attività degli uffici, degli enti impositori, degli enti previdenziali e assistenziali e degli agenti della riscossione;
  • per i quali è stata disposta la sospensione degli adempimenti e dei versamenti tributari a causa di eventi eccezionali;
  • che scadono entro il 31 dicembre dell'anno o degli anni durante i quali si verifica la sospensione;
  • sono prorogati fino al 31 dicembre del secondo anno successivo alla fine della sospensione.

Ciò è previsto dall’art. 12 del d.lgs. 24 settembre 2015, n. 159.

Il Dl Cura Italia (articolo 67, comma 4), ha stabilito che, la norma sopra citata, si applica, anche in deroga allo Statuto del contribuente. Il rinvio introdotto dal legislatore nell’art. 67 del Decreto Cura Italia comporta quindi che tutti i termini, di decadenza o di prescrizione, relativi alle attività degli uffici degli enti impositori e che scadono nel corso del 2020, siano automaticamente prorogati a fine 2022.

L’Agenzia delle Entrate (con Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 8 del 3 aprile 2020, disponibile in allegato) ha poi specificato al paragrafo 2.1 che:

  • la proroga dei termini di decadenza riguarda tutte le attività per le quali è prevista una decadenza dei termini (attività di liquidazione, controllo, accertamento, riscossione e contenzioso), nell’ottica di compiere una sistematizzazione della disciplina dell’accertamento relativa alla generalità dei tributi;
  • sono quindi rinviati i termini riguardanti gli accertamenti relativi al 2015 ovvero 2014 in caso di dichiarazione omessa (come accade ad esempio per le attività di notifica degli atti di accertamento o di rettifica per le imposte dirette e IVA).

L’Agenzia ha inoltre illustrato che, la finalità dell’intervento del legislatore è anche quella di distribuire la notifica degli atti accertamento da parte degli uffici in un periodo di tempo più lungo. In questo modo si vorrebbe evitare la concentrazione di notifiche dei predetti atti nei confronti dei contribuenti nei mesi immediatamente successivi al termine del periodo di crisi.

Non si può non rilevare tuttavia che la proroga dei termini di decadenza introdotta dal legislatore risulta nettamente a favore degli enti impositori.

Allegato

Circolare Agenzia delle Entrate n. 8 del 3 aprile 2020

Tag: EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS CIRCOLARI - RISOLUZIONI E RISPOSTE A ISTANZE CIRCOLARI - RISOLUZIONI E RISPOSTE A ISTANZE

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

EMERGENZA CORONAVIRUS- GREEN PASS · 08/08/2022 Green pass, assenze e sospensioni: le istruzioni ai datori di lavoro

Mancanza di certificazione verde Inps ha pubblicato le istruzioni operative sui trattamenti retributivi previdenziali e assistenziali. Possibile rimborso dei contributi versati

Green pass, assenze e sospensioni:  le istruzioni ai datori di lavoro

Mancanza di certificazione verde Inps ha pubblicato le istruzioni operative sui trattamenti retributivi previdenziali e assistenziali. Possibile rimborso dei contributi versati

Bonus 200 euro lavoratori autonomi occasionali e co.co.co: guida all’invio della richiesta

Guida alla presentazione dell’istanza di richiesta all’INPS del contributo una tantum di 200 euro per lavoratori autonomi occasionali e collaboratori coordinati e continuativi

Crisi politica: 92 voti di fiducia per Draghi in Senato. L'appello dei professionisti

I consigli nazionali dei professionisti chiedono al governo e alle parti politiche una rapida soluzione della crisi che "ridia stabilità al Paese"

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.