HOME

/

FISCO

/

EMERGENZA CORONAVIRUS

/

CORONA VIRUS E INADEMPIMENTO CONTRATTUALE: CHIARIMENTI DAL DL CURA ITALIA

2 minuti, Redazione , 26/03/2020

Corona Virus e inadempimento contrattuale: chiarimenti dal DL Cura Italia

Decreto Italia 2020: inadempimento contrattuale da Covid 19. Decide il giudice caso per caso.

Inizialmente il diffondersi del Coronavirus ha gettato nel panico tutti quelli, privati e imprese, che improvvisamente si sono trovati a dover annullare viaggi, partenze e/o a non poter adempiere a numerosissime obbligazioni contrattuali pendenti.
Oggi, dopo settimane di stato di emergenza sottolineato dall’avvicendarsi dei provvedimenti restrittivi, pare che i casi di inadempimento siano più chiari.

Ricordiamo innanzitutto che: non esiste nel nostro ordinamento giuridico la definizione di causa di forza maggiore, ma per disciplinare le situazioni di inadempimento si ricorre alle norme del cod.civ. ed in particolare agli articoli 1256 e 1467 che regolano i rapporti contrattuali nei casi di impossibilità sopravvenuta ed eccessiva onerosità che generino un ritardo o una totale impossibilità nella esecuzione della prestazione.

Solo in questi casi la parte è sollevata da responsabilità e può chiedere la risoluzione del contratto, a causa di avvenimenti straordinari e imprevedibili, dandone comunicazione alla controparte.
Il generale il contraente inadempiente è sollevato da responsabilità se e quando:

  • è estraneo all’evento straordinario che ha generato l’inadempimento (ex art. 1218 c.c.)
  • l’evento stesso era imprevedibile
  • l’inadempimento è insormontabile

Nel diritto internazionale invece si ricorre a due fonti:

  • La Convenzione di Vienna relativa alla vendita internazionale di beni mobili che all’art. 79 recita espressamente così: “Una parte non è responsabile dell’inadempienza di uno qualsiasi dei suoi obblighi se prova che tale inadempienza è dovuta ad un impedimento indipendente dalla sua volontà e che non ci si poteva ragionevolmente attendere che essa lo prendesse in considerazione al momento della conclusione del contratto, che lo prevedesse o lo superasse, o che ne prevedesse o ne superasse le conseguenze”.
  • La Camera di Commercio internazionale che ha redatto una clausola standard di forza maggiore utilizzabile dagli operatori nella stipulazione dei contratti, con una dicitura specifica “ICC Force Majeure Clause 2003”.

Va ricordato che nella prassi contrattuale internazionale, vengono spesso espressamente contemplati esempi da considerarsi riconducibili alla forza maggiore quali: terremoto, guerra o epidemia.
Premesso tutto questo, si noti che nella condizione attuale da emergenza Covid 19 da una parte è vero che il contraente inadempiente potrà invocare l’eccessiva onerosità sopravvenuta ma dall’altra è pur vero che la controparte potrebbe proporre di riequilibrare la prestazione al fine di adempiere comunque il contratto stipulato, minimizzando cioè i danni subiti per entrambi.
Perciò un giudice chiamato a decidere in merito ad un inadempimento al tempo del Covid 19 dovrà si valutare l’inadempimento in oggetto ma anche la necessità di rispettare le misure di contenimento.
A tal proposito è intervenuto il Decreto Cura Italia che con l’art.91 che ha integrato l’art. 3 del DL n. 6 del 23 febbraio 2020 prevedendo un comma 6 bis che recita espressamente quanto segue: “Il rispetto delle misure di contenimento di cui al presente decreto è sempre valutata ai fini dell’esclusione, ai sensi e per gli effetti degli artt. 1218 e 1223 c.c., della responsabilità del debitore anche relativamente all’applicazione di eventuali decadenze o penali connesse a ritardati o omessi versamenti”.
 

Tag: EMERGENZA CORONAVIRUS EMERGENZA CORONAVIRUS I CONTRATTI I CONTRATTI

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

EMERGENZA CORONAVIRUS · 15/09/2021 Obbligo Green pass nei luoghi di lavoro: facciamo il punto

Si decide domani l'estensione dell'obbligo di vaccinazione a nuove categorie di lavoratori. Vediamo cosa ci attende e le ultime norme che stanno per entrare in vigore

Obbligo Green pass  nei luoghi di lavoro: facciamo il punto

Si decide domani l'estensione dell'obbligo di vaccinazione a nuove categorie di lavoratori. Vediamo cosa ci attende e le ultime norme che stanno per entrare in vigore

Decontribuzione Sud 2021: precisazioni per gli armatori

Tutte le istruzioni INPS per l'esonero contributivo per il SUD previsto dalla legge di bilancio 2021 Chiarimenti per le imprese armatoriali

Fondo perduto attività chiuse: 140 milioni per fiere, discoteche e altri.

Fondi per discoteche, fiere, palestre, piscine, sale giochi, centri sportivi, musei e altri. Il requisito è la chiusura per 100 giorni. A breve il decreto MEF/MISE in GU

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.