HOME

/

NORME

/

CIRCOLARI - RISOLUZIONI E RISPOSTE A ISTANZE

/

BENI FINITI CON IVA AL 4%: RIENTRANO RINGHIERE, RECINZIONI E TETTOIE

2 minuti, Redazione , 28/02/2020

Beni finiti con IVA al 4%: rientrano ringhiere, recinzioni e tettoie

L’Agenzia delle Entrate chiarisce i requisiti della legge Tupini per beneficiare dell’agevolazione nelle costruzioni edilizie

Si considerano “beni finiti” e quindi soggetti ad aliquota IVA agevolata al 4% le ringhiere per balcone e per recinzioni, le tettoie per balconi e terrazze purchè mantengano la propria individualità e autonomia funzionale. Lo ha chiarito l’Agenzia delle Entrate con la Risposta n. 71 del 21 febbraio 2020 (disponibile nel file allegato).

L’interpello viene proposto da una società che svolge attività di l'attività di commercio di beni del settore edile( balconi, recinzioni, tettoie ecc.) desidera conoscere quale sia la corretta applicazione delle agevolazioni previste per i c.d. "beni finiti".

Si fa presente infatti che è prevista l’aliquota IVA agevolata al 4 %, per gli acquisti effettuati dall’utilizzatore finale di “beni finiti”, purchè gli stessi siano utilizzati per realizzare fabbricati descritti nella normativa "Tupini" (voce n. 24, Parte II, Tabella A, allegata al Dpr 633/72).

L’aliquota risulta invece del 10 %, se i beni in oggetto vengono utilizzati per realizzare edifici assimilati ai fabbricati "Tupini", o se forniti per interventi di restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia e ristrutturazione urbanistica.

L’istante chiede quindi all’Agenzia delle Entrate un chiarimento relativo a quali beni possono essere oggetto dell’aliquota IVA agevolata e se pertanto possa essere applicata la riduzione dell’imposta nel caso di cessione con posa in opera degli stessi (avvalendosi di imprese specializzate per il montaggio) e fatturando al cliente l’intero importo (comprensivo del prodotto e del montaggio).

L’Agenzia delle Entrate, nel fornire il proprio parere al quesito della società, ha richiamato la risoluzione n. 22 del 30 marzo 1998 con la quale veniva fornita un interpretazione del concetto di "beni finiti”, specificando che gli stessi devono mantenere la propria individualità e funzionalità per godere dell’agevolazione e che, queste caratteristiche, non risultano escluse nel caso in cui il bene venga utilizzato per realizzare l’opera. Qualora il bene venga incorporato nella costruzione ma risulti riconoscibile infatti, non perde le proprie caratteristiche e pertanto viene compreso nell’agevolazione. In aggiunta, il bene può dirsi “finito” se il processo produttivo è terminato poiché in questa fase il bene viene commercializzato.

Anche alla luce di queste precisazioni, l’Agenzia, nella Risposta al quesito della società, afferma che  i beni commercializzati dall’istante, tra cui la ringhiera per balcone e quella per recinzione completa di ogni elemento, le tettoie per balconi e terrazze che vengono montate sul pavimento e sulla facciata dell'edificio, possano rientrare nella categoria dei "beni finiti" e beneficiare delle aliquote ridotte, purchè:

  • mantengano una propria individualità e autonomia funzionale,
  • siano sostituibili "in modo assolutamente autonomo dalla struttura della quale fanno parte",
  • non perdano le proprie caratteristiche,
  • possano essere riutilizzati in concreto.

Allegato

Rispostan.71del21febbraio2020

Tag: CIRCOLARI - RISOLUZIONI E RISPOSTE A ISTANZE CIRCOLARI - RISOLUZIONI E RISPOSTE A ISTANZE RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE 2022 RISTRUTTURAZIONI EDILIZIE 2022

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

ASSEGNI FAMILIARI E AMMORTIZZATORI SOCIALI · 10/05/2022 GOL: ecco le linee guida ANPAL per i Centri per l'Impiego

Cosa prevede l'attesa delibera ANPAL sui servizi dei CPI per attuare la Garanzia di occupabilità GOL.Testo e allegati. Metodi di valutazione, standard di servizio, durata e costi

GOL:  ecco le linee guida ANPAL per i Centri per l'Impiego

Cosa prevede l'attesa delibera ANPAL sui servizi dei CPI per attuare la Garanzia di occupabilità GOL.Testo e allegati. Metodi di valutazione, standard di servizio, durata e costi

Iscrizione al RUNTS e verifica dei requisiti: pronta la Circolare con i chiarimenti

Con Circolare del 21.04.2022 n. 9, il Ministero del lavoro detta la prassi applicativa per gli Uffici del RUNTS al fine della verifica dei requisiti per l’iscrizione degli ETS

Codici ATECO 2022: i codici CSC  INPS

Tabella nuovi CSC correlati ai codici ATECO 2007 aggiornamento 2022 . Messaggio INPS n. 1560 del 7 aprile 2022

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.