Rassegna stampa Pubblicato il 17/01/2020

Concorso Senato 2020: 30 posti di assistente

Tempo di lettura: 5 minuti
senato

Ecco il bando di concorso del Senato per 30 posti di assistente parlamentare. Basta il diploma di scuola media. I requisiti e le prove. Scadenza domande 14 febbraio 2020

E' apparso in Gazzetta Ufficiale lo scorso 14 gennaio il bando per un nuovo  concorso pubblico, per esami, a trenta posti  di Assistente  parlamentare  della  professionalita'  generale,
REQUISITI CONCORSO SENATO

    Per l'ammissione al concorso e' necessario che i candidati:

      a) siano cittadini italiani;
      b) abbiano l'esercizio dei diritti civili e politici;
      c) siano in possesso del diploma di scuola secondaria di  primo grado con un voto non inferiore a 8/10 oppure - se rilasciato secondo l'ordinamento previgente - di scuola media con giudizio non inferiore  a buono, ovvero siano in possesso di titolo di studio riconosciuto  o
dichiarato  equipollente  
      d)  abbiano  un'eta'  non  inferiore  ai diciotto  anni  e  non  superiore ai trentacinque anni. Il limite di eta'  e'  da  intendersi superato   alla   mezzanotte   del   giorno   del   compimento    del  trentacinquesimo anno;
      e)  siano  in  possesso  dell'idoneita'  fisica  relativa  alle  specifiche  mansioni   professionali   dell'Assistente   parlamentare  indicate all'art. 27 del Testo Unico.
    2. Ai fini della partecipazione al concorso,  ai  dipendenti  del Senato della Repubblica non e' richiesto il requisito anagrafico
    3. I requisiti per ottenere l'ammissione al concorso e quelli che  diano titolo di preferenza ai fini della formazione della graduatoria in caso di parita' di punteggio debbono essere posseduti alla data di scadenza  del  termine   utile   per   l'invio   della   domanda   di  partecipazione  14 febbraio 2020
    4. L'Amministrazione si riserva  di  provvedere  anche  d'ufficio all'accertamento dei requisiti richiesti e di chiedere  in  qualunque momento della procedura di concorso la  presentazione  dei  documenti  probatori delle dichiarazioni rese nella domanda di partecipazione. 

MODALITA PER INVIO DOMANDA CONCORSO SENATO 2020
  1. La domanda di partecipazione al concorso deve  essere  inviata  con modalita' telematica, entro il 14 febbraio  2020 ,  esclusivamente  attraverso  la  specifica   applicazione informatica     disponibile     all'indirizzo      concorsi.senato.it  raggiungibile anche dal sito istituzionale  del  Senato  (senato.it).

Per accedere all'applicazione il candidato deve essere in possesso di un'identita' nell'ambito del Sistema Pubblico di  Identita'  Digitale (SPID). Qualora il candidato ne  fosse  sprovvisto  puo'  richiederla  secondo le procedure indicate nel sito spid.gov.it   .

ATTENZIONE è' richiesto il versamento di un contributo di segreteria, in  nessun  caso rimborsabile, pari a euro 10,00 ,  attraverso  il sistema   PagoPA,   sulla   base    delle    indicazioni    riportate  nell'applicazione presente all'indirizzo concorsi.senato.it

Nella Gazzetta Ufficiale   Serie speciale «Concorsi  ed  esami»  -  del  21  aprile  2020  viene  data  comunicazione del diario della prova preliminare. Tale  comunicazione  assume valore di notifica a tutti gli effetti. 

SVOLGIMENTO DELLE PROVE

La prova preliminare consisterà  in 50 quesiti attitudinali  a  risposta  multipla:   20  di  carattere  logico-matematico (ragionamento numerico, ragionamento deduttivo),  20  di  carattere  critico-verbale  (comprensione  verbale,  ragionamento verbale, ragionamento critico-verbale) e 10  volti ad accertare la conoscenza della lingua inglese in un grado non  inferiore al livello di  competenza  B1  di  cui  al  «Quadro  comune  europeo di riferimento per la conoscenza delle lingue» (CEFR).
    i  candidati  avranno   a  disposizione sessanta minuti. 

Le 3 prove scritte sono:
      a) 5 quesiti sulla storia d'Italia dal 1861 ai giorni nostri  e 5 quesiti sull'ordinamento costituzionale italiano;
      b)  5  quesiti  concernenti  il  primo  soccorso  e  5  quesiti concernenti  la  sicurezza  sul   lavoro,   compresa   la   sicurezza  antincendio, ai sensi del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81;
      c) la traduzione di un testo dalla lingua inglese - con livello  di competenza B1 ,  senza  l'ausilio di vocabolario.
Per lo svolgimento di ciascuna  prova  scritta,  il  candidato  avra' a disposizione due ore. 

I candidati che hanno superato le prove scritte saranno  chiamati  a sostenere le prove orali e tecniche  seguenti:
      a)  una  prova  tendente  ad  accertare  la  preparazione   del  candidato sulla storia d'Italia dal 1861 ai giorni nostri;
      b)  una  prova  tendente  ad  accertare  la  preparazione   del  candidato sull'ordinamento costituzionale italiano;
      c) lettura e  traduzione  di  un  brano  scritto  nella  lingua  inglese, che costituisce la base per successive  domande  e  per  una  conversazione, con livello di competenza B1 d
      d) una prova tecnica volta ad  accertare  la  conoscenza  delle  principali informazioni sul Senato  della  Repubblica  nella  sezione  «Relazioni con i cittadini» del sito istituzionale www.senato.it
      e) una prova tecnica mediante l'utilizzo di personal  computer, tendente ad accertare la conoscenza di programmi «Microsoft ®  Excel» e «Microsoft ® Word». 

E' consigliato per la preparazione alla prova selettiva il testo "Nuovi quiz di logica RIPAM " di G. Cotruvo.

Il testo offre un'ampia panoramica dei quiz di logica RIPAM assegnati nei concorsi degli ultimi anni, suddivisi per tipologia e argomento: › ragionamento astratto; › comprensione verbale; › ragionamento verbale; › ragionamento critico verbale; › logica deduttiva; › problem solving; › ragionamento numerico; › ragionamento numerico deduttivo; › ragionamento critico numerico.

Accanto a ogni tipologia di quiz è riportato il riferimento alla videolezione con cui poter approfondire l'argomento e imparare le tecniche  per affrontare i quesiti con la necessaria velocita di esecuzione. 

VEDI QUI ALTRI CONCORSI PUBBLICI APERTI

Fonte: Gazzetta Ufficiale


1 FILE ALLEGATO




Commenti

Vedo che c'è il limite di età di 35 anni. Il limite di età per i concorsi pubblici era stato abolito dalla legge Bassanini, salvo che le mansioni da svolgere giustificassero l'istituzione di un limite di età (esempio le forze dell'ordine) in questo caso non mi sembra che le mansioni richiedano una particolare prestanza fisica, pertanto mi chiedo se questo limite di età possa inficiare la validità dal concorso (ovvero qualcuno potrebbe ricorrere per rivendicare pari opportunità) e, se invece fosse validamente posto, in base a quale articolo - decisione - delibera.... insomma, ci sarà un atto nel quale si stabilisce che quelle mansioni possono essere svolte solo da un aitante trentacinquenne. Se si, dove è reperibile questo atto ?

Commento di Miky (22:16 del 17/01/2020)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)