Rassegna stampa Pubblicato il 10/01/2020

Rottamazione ter: attenzione prossime rate in scadenza

Tempo di lettura: 1 minuto
rottamazione definizione agevolata cartelle equitalia chiarimenti

Rottamazione cartelle esattoriali: ecco le scadenze per le prossime rate. La prima il 28 febbraio 2020

Per non perdere i benefici della “Rottamazione-ter" occorre versare entro le scadenze delle rate. Infatti in caso di ritardato o mancato pagamento di una rata la misura agevolativa non si perfezionerà e qualsiasi versamento effettuato oltre i termini di scadenza della rata, sarà considerato a titolo di acconto sulle somme complessivamente dovute.

Se il contribuente ha presentato la domanda entro il 30 aprile 2019 le prossime rate scadono

  • il 28 febbraio,
  • il 31 maggio,
  • il 31 luglio e
  • il 30 novembre di ciascun anno.

Per il pagamento si dovranno utilizzare i bollettini allegati alla “Comunicazione delle somme dovute”. Nel caso in cui il piano sia ripartito in più di dieci rate, il contribuente ha ricevuto i primi 10 bollettini (allegati alla Comunicazione) per il pagamento. Prima della scadenza dell’undicesima rata, Agenzia delle entrate-Riscossione invierà gli ulteriori bollettini da utilizzare per i pagamenti successivi.

Se il contribuente è rientrato automaticamente nella "rottamazione-ter" le restanti rate scadono il 31 luglio e il 30 novembre degli anni successivi a decorrere dal 2020. Per il pagamento si dovranno utilizzare i bollettini allegati alla “Comunicazione delle somme dovute”.

Se il contribuente ha presentato la domanda entro il 31 luglio a seconda della scelta effettuata dal contribuente, il debito è estinto in un'unica soluzione (con scadenza di pagamento al 30 novembre 2019, slittata al 2 dicembre), oppure con un piano di dilazione che prevede::

  • fino a un massimo di 17 rate consecutive (5 anni) così suddivise: la prima rata, scaduta il 30 novembre 2019 (2 dicembre), è pari al 20% delle somme complessivamente dovute. Le restanti 16, di pari importo, sono da versare in quattro rate annuali con scadenza il 28 febbraio, il 31 maggio, il 31 luglio e il 30 novembre di ciascun anno a decorrere dal 2020.
  • fino a un massimo di 9 rate consecutive di pari importo (3 anni), nel caso in cui per gli stessi carichi sia stata già richiesta la "rottamazione-bis", ma non risultino pagate, entro il 7 dicembre 2018, le rate di luglio, settembre e ottobre 2018. La prima rata del nuovo piano è scaduta il 30 novembre 2019 (2 dicembre), le restanti otto scadono il 28 febbraio, il 31 maggio, 31 luglio e 30 novembre degli anni 2020 e 2021.

Ti segnaliamo il pacchetto Pace Fiscale (Pacchetto eBook + Excel): eBook in pdf di 105 pagine sulle nove sanatorie del decreto 119/2018 ed il saldo e stralcio dei debiti,  + Excel per il calcolo delle sanatorie previste dal DL. 119/2018 (pacchetto pace fiscale) e dello Stralcio cartelle per persone in difficoltà L. 145/18 per "fare pace con il fisco".

Per approfondimenti segui gratuitamente il Dossier Rottamazione ter 2019: come fare

Fonte: Agenzia delle Entrate-Riscossione





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)