Rassegna stampa Pubblicato il 16/10/2019

Taglio cuneo fiscale sugli stipendi fino a 35mila euro

saldo e stralcio

Taglio al cuneo fiscale: applicazione scaglionata nel triennio. Si parte a luglio 2020 con una spesa iniziale prevista di 3 miliardi di euro

Il taglio al  cuneo  fiscale è uno dei punti forti del programma di Governo Conte 2  ed è stato  uno dei pochi elementi descritti con qualche  "numerino" nella Nota di aggiornamento al Documento di economia e finanza approvata dal Consiglio dei ministri.  E' stato confermato anche nel DL fiscale licenziato la scorsa notte dal Governo , di cui si attende il testo integrale .

Come già anticipato,  si tratta del taglio alle tasse sul lavoro dipendente, ma solo sulla parte a carico dei lavoratori.  Oggi dai dati OCSE emerge che in Italia le tasse  sulla retribuzione pesano per il 47,9% ( stipendio medio di un lavoratorie single senza figli) contro una media nei paesi industrializzati del 36,1% . Solo Belgio e Germania fanno peggio di noi con il  52,7e il  49,5%,   mentre negli Stati uniti  ci si ferma al 29,6%.

La riduzione del cuneo fiscale porta  a una minore differenza tra lordo e netto in busta paga , con un innalzamento del potere di acquisto che  dovrebbe innescare una spirale virtuosa di maggiori consumi e quindi di spinta all'economia . Vediamo piu in dettaglio:

I TEMPI e I COSTI del taglio del cuneo fiscale:

  • la riduzione scatterà a partire da luglio 2020 con una spesa dedicata di circa 3 miliardi di euro
  • continuerà con un raddoppio di risorse dedicate nel 2021.  Serviranno circa 6 miliardi,  ovvero lo 0,3% del PIL del paese.

La PLATEA  a cui si indirizza la misura è quella dei redditi fino a 35 mila euro, , piu ampia di quella che fruisce del  bonus Renzi ( che viene confermato). 

Il taglio del cuneo fiscale dovrebbe realizzarsi come detrazione mensile spalmata su tutte le buste baga , a partire dal mese di luglio 2020, con un impatto che sale con l'importo dello stipendio,  fino a 1500 euro annui, a regime. Nel 2020 si inizierebbe con un risparmio medio di 500 euro annui per ogni lavoratore .

La nota di aggiornamento al DEF non specifica le modalità di realizzazione  e si attende ora per maggiori dettagli il  testo del DDL   di bilancio 2020 . Il comunicato stampa del Governo parla anche dell'avvio di "  un percorso di diminuzione strutturale della pressione fiscale sul lavoro e di riforma complessiva del regime Irpef per tutti i lavoratori dipendenti".

 Sempre in tema di lavoro ci sono altri punti  importanti elencati  nel DEF  che dovranno trovare realizzazione nel prossimo triennio:

  • la legge sul salario minimo  su cui il Ministero dell'economia ha specificato sarà inserito in un quadro contrattuale , cioè collegato ai minimi previsti dai CCNL 
  • una legge per la parità di genere  nelle retribuzioni 
  • un piano strategico di prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali 
  • il sostegno alla regolazione della rappresentanza sindacale 
  • l'equo compenso per i lavoratori non dipendenti collaboratori e giovani professionisti
  • lotta al lavoro sommerso e al caporalato .
     

Ti segnaliamo il commento al decreto legge in un e-book in pdf di 80 pagine: Tutte le novità del Decreto Fiscale per il 2019 e 2020

Tutte le novità del Decreto Crescita nel pacchetto Decreto Crescita 2019: eBook + Circolare per i clienti

In tema di lavoro dipendente ti potrebbero interessare i nostri ebook in pdf e fogli di calcolo.
Oppure  il volume Formulario completo del lavoro  di M. Marrucci (libro di carta - Maggioli editore 850 formule - 600 pagine)

Fonte: Il Sole 24 Ore




Prodotti per Legge di bilancio 2020, Riforme Governo Conte, La rubrica del lavoro , Lavoro Dipendente

 
4,90 € + IVA
 
4,90 € + IVA

Commenti

Le cose a pro dei cittadini non si apllicano mai subito, ma nel prossimo futuro o peggio nel lungo futuro, in quanto suscettibili di cambiamenti all'ultimo momento per "congiunture" sfavorevoli. Io non mi aspetto più nulla, solo più prelievi e zero restituzioni perchè la regola è sempre la solita anche se ci si sforza di dire o promettere il contrario. E' tutto finto; ma se anche ci riusciranno, si dovrà compensare le mancate entrate con tasse occulte nascoste in molte altre parti della ns vita quotidiana.

Commento di Maurizio (18:36 del 22/10/2019)

Sono un pensionato che percepisce la pensione entro i 35 mila euro, rientro nel taglio cuneo fiscale?

Commento di DOMENICO FANARA (17:51 del 24/10/2019)

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)