Rassegna stampa Pubblicato il 05/06/2019

DL crescita: pensioni piu vicine con il contratto di espansione

CONTRIBUTI denaro

Tra gli emendamenti del Decreto crescita il "contratto di espansione" per la riorganizzazione di grandi aziende prevede anche uno scivolo verso la pensione

Tra gli emendamenti presentati dal Governo nella conversione del Decreto crescita  un nuovo strumento per la gestione delle crisi e riorganizzazione di grandi aziende , che dovrebbe prendere il posto dei contratti di solidarietà espansiva , detto "contratto di espansione."   La norma infatti sostituirebbe il vigente art. 41 del dlgs n. 148/2015 ma riguarderà solo le imprese in fase di riorganizzazione con un numero di dipendenti superiore alle mille unità. La conversione in legge è attesa entro la fine del mese di giugno. 

La norma, se approvata dall'Aula, sarebbe sperimentale e applicabile per ora  solo per il 2019 e 2020 . Le risorse necessarie ammontano a 40 mln nel 2019 e 30 mln per il 2020.

Dal punto di vista procedurale il  contratto di espansione  dovrà essere concordato in sede ministeriale  con le rappresentanze sindacali ,   prevedendo in maniera contestuale :

  • misure per il personale in esubero da accompagnare alla pensione
  • programma di nuove assunzioni
  • programma di formazione e riqualificazione  per il personale  riconfermato 

Riguardo agli interventi per l'accompagnamento all'uscita  viene ulteriormente specificato che il contratto di espansione potrà prevedere :

  1.  richiesta di  CIGS in deroga  fino a 18 mesi , anche non continuativi 
  2.  versamento di  un' indennità mensile  commisurata alla pensione per i lavoratori a cui manchino non piu di 84 mesi  dalla pensione di vecchiaia o anticipata (7 anni).  Questo percorso potrà essere finanziato anche dai fondi di solidarietà bilaterali 
  3.  Per chi non puo accedere al prepensionamento  sarà  possibile una riduzione  di orario del  30%  e anche oltre se necessario , per tutto il periodo del contratto di espansione.

La novità del sostegno all'esodo prevista nel "contratto di espansione " ricorda la misura dell'isopensione contenuta nella riforma Fornero , che ugualmente prevede la possibilità di risoluzione del contratto per i lavoratori cui manchino al massimo 7 anni alla pensione,  con un contributo economico a carico dei datori di lavoro. In questo caso pero potrebbe essere piu appetibile per  le aziende in quanto  per chi accede poi alla pensione di vecchiaia  non dovranno essere versati i contributi correlati.  Nel caso in cui, invece, l’accompagnamento punti alla pensione anticipata, i contributi previdenziali sono dovuti ma  solo per i periodi non coperti dalla contribuzione figurativa maturata  a seguito della fine del rapporto di lavoro. 

 Per i lavoratori esodati  con questo nuovo "contratto di espansione" gli esperti del Sole 24 ore evidenziano il  vantaggio di fissare in anticipo i termini del loro accesso alla pensione mettendoli al riparo da fuutre riforme previdenziali, sempre possibili . Dall'altra parte pero   l'assegno pensionistico mancante di ben 7 anni di contributi pieni  sarà ovviamente ridotto.


Tutte le novità del Decreto Crescita nel pacchetto Decreto Crescita 2019: eBook + Circolare per i clienti

Ti puo interessare  l’ e-book "Pensioni 2019" di L. Pelliccia e il volume APE Anticipo pensionistico e rendita integrativa RITA (libro di carta Maggioli Editore - 120 pagine)

E' disponibile anche il videocorso accreditato "Quota 100 e altre novità previdenziali ( Riscatto laurea e pace contributiva)"

Per tutte le notizie e approfondimenti  segui sempre il nostro DOSSIER gratuito: Pensioni: Quota 100 e novità 2019

In tema di lavoro dipendente ti potrebbero interessare i nostri ebook in pdf e fogli di calcolo.
Oppure  il volume Formulario completo del lavoro  di M. Marrucci (libro di carta - Maggioli editore 850 formule - 600 pagine)

Fonte: Il Sole 24 Ore




Prodotti per Riforme Governo Conte, La rubrica del lavoro , Pensioni: Quota 100 e novità 2019, Lavoro Dipendente

64,82 € + IVA
42,24 € + IVA
19,90 € + IVA
16,90 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)