Rassegna stampa Pubblicato il 19/04/2019

Disabili: novità per i caregivers

Tempo di lettura: 1 minuto
disabili INAIL agevolazioni

In arrivo sgravi contributivi per l'assistenza a disabili (caregivers) molte proposte di legge all'analisi del Senato iniziata la scorsa settimana. Il testo delle proposte

E’ iniziato lo scorso 9 aprile   presso il comitato ristretto della Commissione Lavoro del Senato, l’esame di  ben 7 disegni di legge contenenti disposizioni per il riconoscimento e per il sostegno dei caregiver familiari, i "prestatori di cura". Il numero di proposte  giunte nel corso dello scorso anno da tutti gli schieramenti politici evidenzia l'importanza del tema e con ogni probabilità il buon esito delle intenzioni. In effetti il problema riguarda  di quasi 3,8 milioni di persone in Italia.

Tra i  provvedimenti  contenuti delle proposte di legge si  segnalano  misure per la flessibilità  nell'orario di lavoro  dei caregiver  e misure per favorire  lo sviluppo di specifici servizi di welfare aziendale  e di un fondo ferie solidale a sostegno della conciliazione tra l'attività lavorativa e quella di cura e assistenza.

Verrebbe anche riconosciuto, ai datori di lavoro privati l’esonero totale dal versamento dei contributi previdenziali nei periodi di assenza per assistenza familiare. Si tratta in particolare dei  disegni di legge , (di cui alleghiamo un interessante prospetto comparativo fornito dai Servizi Parlamentari): 

- il DDL S. 55 (Patriarca),
- il DDL S. 281 (Iori);
- il DDL S. 555 (Nocerino),
- il DDL S. 698 (Faraone),
- il DDL S. 853 (De Vecchis),
- il DDL S. 868 (Laus)
- il DDL 890 (Toffanin).

Tutti ovviamente  hanno in comune   l'istituzione di una forma di riconoscimento  sociale e civile e delle relative agevolazioni  a favore del caregiver famigliare ovvero di colui che assiste  continuativamente un congiunto  in condizioni di disabilità grave e/o  non autosufficiente .

Sostanzialmente cambia  l'importo complessivo delle risorse messe a disposizione, a valere sui Fondi già esistenti (prevalentemente  istituita dalla legge di stabilità 2017 e 2018).  Il DDL Patriarca del PD primo presentato in ordine cronologico stanzierebbe 15 milioni di euro annui dal 2019 al 2021 ; il DDL M5S mette a disposizione almeno 10 milioni annui; il DDL Toffanin (FI) stanzia 10 milioni  annui per il 2019 e il 2020 e 30 milioni annui dal 2021; il DDL De Vecchis 20 miloni annui nel triennio  e infine il DDL  Iori prevede misure che non comportano costi per lo Stato.

Fonte: Parlamento Italiano


1 FILE ALLEGATO



Prodotti consigliati per te

32,00 € + IVA
27,20 € + IVA
18,00 € + IVA
15,30 € + IVA

Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)