HOME

/

LAVORO

/

LAVORO ESTERO 2021

/

IMPATRIATI: CHIARIMENTI PER I LAVORATORI DI MULTINAZIONALI

2 minuti, Redazione , 10/10/2018

Impatriati: chiarimenti per i lavoratori di multinazionali

Attività lavorativa prestata in Italia e all’estero per società appartenenti ad un gruppo multinazionale: possibile richiedere il regime agevolato.

Impatriati: regime agevolato possibile anche se l'attività lavorativa prestata all'estero è stata fatta con società appartenenti allo stesso gruppo. E' questo il chiarimento principale fornito dall'Agenzia delle Entrate con la Risoluzione 72 del 26 settembre 2018. 

Il documento di prassi, affronta il caso del soggetto istante cittadino italiano in possesso di un titolo di laurea, trasferitosi all’estero dal maggio 2016 dopo essere stato dipendente presso la società italiana A (gruppo B). Dall’aprile 2016, è stato assunto negli Emirati Arabi Uniti, con un contratto di lavoro emiratino, presso la società C, e poi, dal 5 febbraio 2018, dalla società emiratina F, facenti parte del gruppo multinazionale D. Dal 1° agosto 2018, ha pianificato di trasferire la residenza anagrafica in Italia per iniziare una nuova attività lavorativa presso la società italiana E (società facente anch’essa parte del gruppo D). Dati i vari rapporti di lavoro stretti all'interno di una multinazionale, l'istante ha chiesto se gli spettava o meno l'agevolazione per i lavoratori impatriati.

Nel rispondere, l'Agenzia delle Entrate ha ricordato che il D. Lgs 147/2015,  ha introdotto il “regime speciale per lavoratori impatriati” in base al quale i redditi di lavoro dipendente e di lavoro autonomo prodotti in Italia concorrono alla formazione del reddito complessivo nella misura del 50%.

E' un’agevolazione temporanea, applicabile per un quinquennio a decorrere dal periodo di imposta in cui il lavoratore trasferisce la residenza fiscale in Italia e prevede che siano destinatari del beneficio fiscale in esame i cittadini dell’Unione europea che:

  1. sono in possesso di un titolo di laurea e hanno svolto continuativamente un’attività di lavoro dipendente, di lavoro autonomo o di impresa fuori dall’Italia negli ultimi ventiquattro mesi o più, o
  2. hanno svolto continuativamente un’attività di studio fuori dall’Italia negli ultimi 24 mesi o più, conseguendo un titolo di laurea o una specializzazione post lauream.

Per accedere al regime speciale per i lavoratori impatriati, la norma istitutiva del regime fiscale agevolato presuppone, inoltre, che il soggetto non sia stato residente in Italia per un periodo minimo precedente all’impatrio, che l'Agenzia delle Entrate ha ritenuto sufficiente se pari a 24 mesi.

Dato che l'istante è in possesso di tutti i requisiti, la ricorrenza delle circostanze evidenziate, ed in particolare l’autonomia dei rapporti contrattuali con il gruppo D, gli consente di accedere al beneficio fiscale per i lavoratori impatriati a nulla rilevando il fatto che l’attività lavorativa all’estero sia stata prestata con società appartenenti allo stesso gruppo

Allegato

Risoluzione Agenzia delle Entrate n.72 del 26.9.2018

Tag: AGEVOLAZIONI COVID-19 AGEVOLAZIONI COVID-19 REDDITI ESTERI 2021 REDDITI ESTERI 2021 LAVORO ESTERO 2021 LAVORO ESTERO 2021 CIRCOLARI - RISOLUZIONI E RISPOSTE A ISTANZE CIRCOLARI - RISOLUZIONI E RISPOSTE A ISTANZE

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

LAVORO ESTERO 2021 · 20/09/2021 Distacco e smart working in Italia: non applicabile la retribuzione convenzionale

L'Agenzia conferma il suo orientamento con la risposta a interpello 590 2021 : per la retribuzione convenzionale servono i 183 giorni di effettivo lavoro all'estero

Distacco e smart working in Italia: non applicabile la retribuzione convenzionale

L'Agenzia conferma il suo orientamento con la risposta a interpello 590 2021 : per la retribuzione convenzionale servono i 183 giorni di effettivo lavoro all'estero

L’Agenzia ammette il regime  impatriati nello smart-working con società estera

Risposta a interpello 596 del 16 settembre 2021: il rientro in patria del dipendente in smart working consente il regime impatriati anche per una azienda statuntense

Lavoratori frontalieri : la Svizzera ratifica il nuovo accordo con l'Italia

La nuova convenzione sulle doppie imposizioni tra Italia e Svizzera con aumento della tassazione , ratificata dal Consiglio Elvetico. Ecco cosa prevede .

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.