HOME

/

LAVORO

/

LA RUBRICA DEL LAVORO

/

INDENNITÀ DI AGENZIA NEGATA PER LA SOLA ATTIVITÀ DI PROMOZIONE

1 minuto, Redazione , 06/09/2018

Indennità di agenzia negata per la sola attività di promozione

Cassazione: l'attività di convincimento del cliente non è sufficiente per giustificare l'indennità di cessazione del rapporto

Ascolta la versione audio dell'articolo

La Corte di Cassazione  fornisce una interessante precisazione in materia di indennità di agenzia nell'ordinanza 20707/2018 . In particolare afferma che l'agente che si occupa di promozione di prodotti a strutture pubbliche  non ha diritto all'indennità per la cessazione del rapporto  in assenza di effettive vendite .

In base all'articolo articolo 1751 del codice civile , infatti, l'indennità è dovuta all'agente che 
- abbia procurato nuovi clienti o abbia sviluppato sensibilmente gli affari del preponente;
-nel caso la ditta  preponente continui a ricevere sostanziali vantaggi economici dal rapporto con tali clienti anche  dopo la cessazione del rapporto di agenzia;
- il pagamento dell'indennità sia equo, tenuto conto delle circostanze del caso concreto, in particolare delle provvigioni che l'agente perde.

Nel caso in esame l'agente affermava che il proponente avrebbe goduto ancora di vantaggi motivandola con la semlice aggiudicazione dei contratti di appalto  a prescindere dalle effettive forniture dei prodotti derivanti da tali aggiudicazioni – da ricondurre causalmente alla asserita attività di promozione svolta dall'agente.
La corte di cassazione non considera la motivazione sufficiente affermando che per l 'aggiudicazione di appalti  non si puo considerare sufficiente l'attività di convincimento, in quanto  dipende da complesse procedure amministrative .  Inoltre  viene ricordata il precedente di (Cassazione, 8 luglio 2008, numero 18686 in cui si sottolineava che  l 'articolo 1742 prevede che  l'attività dell'agente richiede  una partecipazione attiva alla conclusione del contratto, circostanza che, non i era verificata nel caso di specie infatti, giustifica il suo diritto alla provvigione
Per queste motivazioni viene negat0 all'agente  il riconoscimento dell'indennità prevista dall'articolo 1751 del codice civile.

Tag: LA RUBRICA DEL LAVORO LA RUBRICA DEL LAVORO AGENTI E RAPPRESENTANTI 2024 AGENTI E RAPPRESENTANTI 2024

La tua opinione ci interessa

Accedi per poter inserire un commento

Sei già utente di FISCOeTASSE.com?
ENTRA

Registrarsi, conviene.

Tanti vantaggi subito accessibili.
1

Download gratuito dei tuoi articoli preferiti in formato pdf

2

Possibilità di scaricare tutti i prodotti gratuiti, modulistica compresa

3

Possibilità di sospendere la pubblicità dagli articoli del portale

4

Iscrizione al network dei professionisti di Fisco e Tasse

5

Ricevi le newsletter con le nostre Rassegne fiscali

I nostri PODCAST

Le novità della settimana in formato audio. Un approfondimento indispensabile per commercialisti e professionisti del fisco

Leggi anche

ISEE 2023 INDICATORE SITUAZIONE ECONOMICA EQUIVALENTE · 14/06/2024 Titoli di stato e buoni postali esclusi dal calcolo ISEE: facciamo il punto

In arrivo il decreto con la novità dei titoli di stato e buoni fruttiferi postali fuori dal conteggio dell'ISEE. Come funziona e quando entrera in vigore

Titoli di stato  e buoni postali esclusi dal calcolo ISEE: facciamo il punto

In arrivo il decreto con la novità dei titoli di stato e buoni fruttiferi postali fuori dal conteggio dell'ISEE. Come funziona e quando entrera in vigore

Controllo  dipendente con dati del Telepass: nullo il licenziamento

La Cassazione precisa i limiti del controllo dell'attività del dipendente con strumenti digitali come il telepass dell'auto aziendale nel rispetto dello Statuto dei lavoratori

Reddito di cittadinanza e ADI: occorre innalzare l'ISEE

La Relazione del Comitato scientifico sul reddito di cittadinanza raccomanda di innalzare la soglia Isee e migliorare le politiche attive per contrastare meglio la poverta

L'abbonamento adatto
alla tua professione

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

L'abbonamento adatto alla tua professione

Fisco e Tasse ti offre una vasta scelta di abbonamenti, pensati per figure professionali diverse, subito accessibili e facili da consultare per ottimizzare i tempi di ricerca ed essere sempre aggiornati.

Maggioli Editore

Copyright 2000-2024 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.

Pagamenti via: Pagamenti Follow us on:

Follow us on:

Pagamenti via: Pagamenti

Maggioli Editore

Copyright 2000-2021 FiscoeTasse è un marchio Maggioli SPA - Galleria del Pincio 1, Bologna - P.Iva 02066400405 - Iscritta al R.E.A. di Rimini al n. 219107- Periodico Telematico Tribunale di Rimini numero R.G. 2179/2020 Registro stampa n. 12 - Direttore responsabile: Luigia Lumia.