PENSIONE ANTICIPATA ANZIANI

Rassegna stampa Pubblicato il 11/10/2018

Quota 100, con divieto di lavoro, scivola a marzo 2019

Le ultime novità sulla proposta di pensione di anzianita a Quota 100 . Il Ministro Tria parla di misura temporanea .Il via ritardato forse a primavera

Nell'audizione del ministro dell'economia Tria che  ha illustrato il DEF,   una parte importante è stata dedicata al tema previdenziale  e in particolare al progetto di  Quota 100 , la nuova versione della pensione di anzianita  che il Governo intende garantire già dal 2019 a chi la raggiunge sommando età anagrafica e anni di contributi versati, con una età minima di 62 anni.

Sono emersi nuovi elementi : il ministro ha accennato al fatto che la misura potrebbe essere temporanea e sperimentale da riconsiderare qundi semestralmente per valutare passo passo l'impatto finanziario  in seguito valutandone gli effetti. Inoltre fonti vicine al Governo ipoizzano che per metter in campo il risparmio nel deficit promesso a Bruxelles,  la partenza delle nuove pensioni anticipate potrebbe scivolare alla primavera e non a gennaio 2019. come inizialente annunciato 

Dalle ultime bozze del provvedimento, che dovrà vedere la luce nella legge di bilancio 2019 attesa per fine mese,  ha fatto il suo ingresso anche la previsione di reintrodurre il divieto di cumulare con la pensione anticipata eventuali redditi da lavoro  negli anni di anticipo, cioè dai 62 ai  67 anni.

Sarebbe previsto anche lo  stop all’adeguamento automatico del requisito di pensionamento anticipato vigente (resta a 42 anni e 10 mesi) mentre per la vecchiaia 2019-2020 sono confermati i 67 anni. 

 Ricordiamo che la maggiore spesa  prevista è di 7/8 miliardi il primo anno , che si aggiungono alla crescita  già preventivata con le norme delle legge Fornero oggi in vigore,  22,5 miliardi (+8,3%), 

Infine si parla anche di una sorta di "pace contributiva"  che si affianca all'annunciata "pace fiscale" , per consentire a chi è vicino al traguardo pensionistico dei chiudere i mesi o gli anni di versamenti non effettuati dal 1996 in avanti coinvolgendo le imprese con i fondi bilaterali e i fondi di solidarietà .

Secondo il Governo  con la massiccia uscita di ultrasessantaduenni si instaurera un turn over generazionale  che avra effetti positivi sul mercato del lavoro. Per aiutare questo turn over è sceso in campo il Presidente del Consiglio Conte che ieri ha incontrato i vertici delle principali aziende a capitale pubblico   per verifrcare la  disponibilità a metere in campo maggiori investimenti e sostenere con nuove assunzioni 

 

 

 

Per tutte le novità segui il nostro DOSSIER gratuito: Come cambiano le pensioni,novità 2017-2018

 

Fonte: Il Sole 24 Ore





Scrivi un commento

I campi contrassegnati * sono obbligatori
(il tuo indirizzo non sara' pubblicato)